Tour Marocco – RIAD SURF AND BEACHES: MARRAKECH E DAKHLA 8 Giorni 7 Notti

GIORNO 1 Italia – Marrakech
Accoglienza da parte del nostro staff. Trasferimento in hotel e pernottamento.

GIORNO 2 Marrakech
Prima colazione e giornata intera di visita della città con la vostra guida ufficiale parlante italiano.
Ritratto in breve
Da sempre una delle città più affascinanti del Nord Africa, dove convivono due volti, all’apparenza inconciliabili: la tradizione che affonda i suoi usi e costumi in tempi remoti e uno stile di vita più occidentale che si riscontra nelle molte boutique, nei ristoranti e in una certa mondanità che si respira in molti quartieri di Marrakech. Tutto in modo discreto, celato nei riad protetti dalle alte mura della Medina. Grande metropoli berbera, Marrakech ha avuto l’onore di essere una città imperiale, così come Fès, Rabat e Meknès, e il sup grande passato è testimoniato dalle sontuose costruzioni che contribuiscono a farne la capitale turistica marocchina. Il richiamo del muezzin scandisce a ore precise i ritmi delle giornate che si svolgono al di sotto dell’alto minareto della Koutoubia, simbolo della città, che con i suoi settanta metri è l’edificio più alto e il limite insuperabile in altezza, punto di riferimento perché visibile da molto lontano.

GIORNO 3 Marrakech
Prima colazione e giornata a disposizione per esplorare in autonomia questa città nordafricana, dell’immenso fascino della sua medina: un immenso dedalo di edifici, di colori e odori, nel quale è inevitabile (e allo stesso tempo bello) perdersi.
I luoghi da scoprire
Tutta la Medina può diventare una scoperta se, per raggiungere i vari siti d’interesse, si utilizzano vicoli secondari: basta spostarsi a piedi tra le alte mura rossastre che nascondono riad inaspettati. Dopo avere passato qualche ora nei vicoli dei suq, con le narici pregne di odori speziati o d’essenze esotiche, quando ormai si avvicina il tramonto, si può fare il giro dellelunghe mura che circondano la città (la carrozza è ideale). A quest’ora, il colore rosso mattone dei bastioni s’infuoca come la sabbia del deserto e, in prossimità delle monumentali porte d’ingresso alla Medina, i marciapiedi s’infittiscono di ondeggianti djellabe colorate delle donne, che attraversano gli ingressi. All’interno delle mura bisogna salire su uno dei terrazzi dei riad o dei caffè, per vedere il panorama dei tetti dall’alto (per esempio da Yacout, Sidi Ahmed Soussi 79), da dove si scorgono le palme in lontananza, con il profilo dell’Atlante e le cicogne che nidificano sulle mura più alte. All’imbrunire si deve fare in fretta, per vedere scomparire il sole alle spalle di Djemaa el-Fna: occorre arrivare in tempo su una delle terrazze affacciate sulla piazza. Per salire, un caffè vale l’altro, da ogni diverso punto di vista si assiste a uno spettacolo unico di saltimbanchi o incantatori di serpenti, tra i fumi dei banchetti dei friggitori che preparano spiedini. 
Lo shopping
Marrakech significa anche shopping, vera attrazione di questa città: qui infatti si trova il migliore artigianato marocchino. Il suo suq è il più grande e fornito di tutto il Marocco e come tutti i suq è suddiviso principalmente in zone, come quella dei tintori, della lana, dei tappeti, del legno e paglia, dei fabbri, dei pellai, dei gioielli, delle pantofole (babouches), delle spezie o dei profumi (Souk el Attarin). Alcuni bazar, come quelli in rue Souk Smarine, hanno invece un po’ di tutto e sembrano un grande mercato. Da Akkal  (Sidi Ghanem 322, tel. 00212.24.335938) si trovano ceramiche tradizionali e moderne, vasi e pentole, ma anche tessuti e babouche. L’ Ensemble Artisanal (Nouvelle Ville, Av. Mohammed V, tel. 00212.24.443503) è invece un complesso a gestione statale, con boutique a prezzi fissi, con vari oggetti come bicchieri e vassoi da tè in ottone fatti a mano, berretti di feltro, qui si può assistere anche alla lavorazione dei prodotti, in laboratori dove si realizzano tappeti e borse. L’arte contemporanea marocchina è tutta da scoprire e in fase di ascesa, varie sono le gallerie specializzate, da Galerie Noir Sur Blanc (Nouvelle Ville, 48 rue de Yougoslavie, tel. 00212.24.422416) sono esposte opere dei maggiori talenti nazionali, con mostre temporanee dedicate ad artisti emergenti od affermati.

GIORNO 4 Marrakech – Dakhla
Prima colazione e tempo a disposizione per un’ ultimo saluto a questa città imperiale fino al momento del trasferimento ad Agadir per imbarcarsi sul volo serale per Dakhla.
Trasferimento in hotel.

GIORNO 5, 6, 7 Dakhla
Prima colazione e tempo a disposizione per il relax in spiaggia o per attività balneari.
Ritratto in breve
Il concetto di vacanza è del tutto soggettivo: c’è chi vuole evadere dal freddo, chi sogna il riposo e chi invece necessita di pura adrenalina; ognuno a modo suo cerca di ritagliarsi uno spazio personale mettendosi alla ricerca di dimensioni stimolanti dove sperimentare il brivido della scoperta. Ad affacciarsi sul mercato turistico è la baia di Dakhla, un territorio dai mille colori adagiato tra il deserto del Sahara marocchino e l’oceano, una rotta ancora vergine, motivo per cui si può considerare una meta di nicchia fuori dalle rotte di massa tanto da essere stata definita dal New York Times, già nel 2012, come un “luogo da non perdere”.
Ex colonia spagnola, Dakhla, conosciuta un tempo come Villa Cisneros, venne fondata nel 1884 e, se inizialmente le sue sembianze erano quelle di un piccolo porto dedito alla pesca, oggigiorno quell’area incontaminata è tutta da vivere en plein air. Qui, a dominare la scena, sono bellezze paesaggistiche interessanti soprattutto per chi è vuole mettersi in gioco in maniera attiva: l’immensa Laguna, situata tra la penisola di Dakhla e la parte continentale della regione Oued Eddahab-Lagouira, a detta di molti è un dei migliori luoghi al mondo per praticare sport acquatici come il kite, windsurf, kayak e sci nautico in quanto il mare è piatto e la temperatura delle sue acque, intorno ai 17-24°, è piacevole tutto l’anno.
Chi insegue il vento invece, troverà la propria isola felice nel versante dell’Oceano Atlantico, quello più indicato per il surf, in quanto il mare è più agitato e invita a godere delle sue onde. Oltre ad essere uno spot caro agli animi più attivi, questa zona è una delle più pescose al mondo e la star del posto è l’ombrina bocca d’oro ma, i buongustai dal fine palato, possono fare il pieno di delizie e scoprire una delle più rinomate eccellenze dei mari facendo visita al centro di ostricultura di Dakhla dove abbandonarsi a sfiziose degustazioni e dove si scopre che, proprio qui, queste perle del mondo sommerso crescono quattro volte più velocemente che nel resto del mondo.

Giorno 8 Dakhla – Volo Italia
Prima colazione. Trasferimento in aeroporto per le operazioni di check.in. Fine servizi.

POSSIBILITA’ DI PRENOTAZIONE GUIDA ITALIANA PER LE CITTA’/ESCURSIONI FUORI CITTA’

 LA QUOTA COMPREDE:
* Trasferimento in arrivo a Marrakech
* Guida ufficiale parlante italiano per una giornata intera a Marrakech per una visita a piedi della Medina
* Trasferimento privato da Marrakech verso aeroporto di Casablanca o di Agadir per il volo su Dakhla
* Trasferimento privato dall’aeroporto di Dakhla alla struttura e viceversa
* Sistemazione in struttura scelta in camera o bungalow standard con trattamento come da preventivo
* Tax di soggiorno
* 1 Escursioni full day con autovettura privata e driver multilingue ad uso esclusivo a Dakhla

LA QUOTA NON COMPRENDE:
* Bevande e pasti fuori programma e/o tabella quota comprende
* Escursioni ulteriori (è possibile acquistare altre 2 escursioni prima di partire)
* Attività sportive e noleggio attrezzatura sportiva