Tour Marocco – Avventura nel Deserto Ouarzazate – Marrakech 9 giorni / 8 notti

TOUR INDIVIDUALE IN 4X4 CON AUTISTA

1 Ouarzazate arrivo

Arrivo all’ aeroporto di Ouarzazate, trasferimento all’hotel Jardins de Ouarzazate. Cena e pernottamento

2 Ouarzazate – Tinghir

Prima colazione e partenza passando per Skoura e Kelaat M’Gouna, visita alle Gole del Dades ,pranzo pic nic e si continua fino a Tinghir. Check-in alla Kasbah Lamrani. Se la luce del giorno lo permette visita alle Gole del Todra altrimenti la mattina successiva. Cena e pernottamento alla Kasbah Lamrani.

3 Tinghir- Merzouga, Erg Chebbi

Colazione e visita alle Gole del Todra (se non già visitate, il giorno precedente) si prosegue al per Erfoud. Se lo desiderate c’è la possibilità di acquistare penne e quaderni da portare  a una scuola locale costruita dalla fondazione Corazon Guerero per aiutare i bambini e le donne berbere analfabete. Proseguimento per Rissani e visita al mercato locale ( martedì ,giovedì o domenica).  Arrivo  a Merzouga. Trasferimento in dromederio alle dune  di Erg Chebbi.  Sand boarding. Si assisterà a uno straordinario tramonto sulle dune e poi cena e pernottamento in bivacco (bevande analcoliche inc).. Un totale silenzio e un cielo stellato  che non si possono  neanche immaginare…..

4 Merzouga – Merzouga

Piccola colazione “nomade” assistendo all’alba. Un po’ di sand boarding mattutino e rientro in per una doccia e una ricca colazione in albergo. Patenza in fuoristrada per una giornata intera del deserto dove visiteremo diverse cose autentiche e originali. La prima tappa sarà a una cava  dove vi insegneremo a trovare fossili che hanno più di 450 milioni di anni e quindi verso un’oasi per prendere un te con famiglia nomade. Si capirà come ancora si vive  mezzo al deserto  e sarà possibile donare anche a questi bambini penne e quaderni che abbiamo acquistato  durante ul viaggio. Percorrerremo poi 35 km tra le  delle dune di erg chebbi e raggiungeremo un piccolo villaggio di etnia del Mali dove ascolteremo le loro musiche tipiche africane.  Nel pomeriggio, solo se interessati , c’è l’opportunità di visitare un altra associazione che si cura dell’istruzione dei bimbi del deserto e scambiare  un quaderno è un indimenticabile  sorriso . Rientro per la cena e il pernottamento allo Ksar di Merzouga, ai piedi delle dune.

5 Merzouga – Erg Chebbi – Tafilalet –  nel Sahara via Agoult  –  Zagora

Si continua con il fuoristrada attraverso l’Erg Chebbi per visitare una ex prigione portoghese da dove si gode di una vista spettacolare del palmeto di Tafilalet e poi nel Sahara via Agoult.  PIC NIC  durante viaggio – arrivo Zagora . Cena e pernottamento Riad Lamane

6 Tagounite – M’Hamid

Colazione e partenza in direzione M’Hamid – PIC NIC con bibite durante viaggio – arrivo all’ Hotel Kasbah Azalay, giro in quad  di 2 ore circa. Cena e pernottamento.

7 M’Hamid – Marrakech

Tarda colazione e partenza via Zagora, Agdz, Ouarzazate fino a Marrakech. Durante questo percorso  entreremo  in una casa di una delle tantissime kasbah  per vedere come vivono i loro abitanti e ci fermeremo anche per una visita alla bellissima kasbah di Aït Benhaddou, patrimonio dell’Unesco.  Un’altra tappa consigliata è una cooperativa femminile dove viene estratto il favoloso olio d’Argan , unica fonte di reddito per tante famiglie di queste zone. Qui si può assistere alla lavorazione sia dell’olio alimentare sia di quello cosmetico ed è possiblie acquistare direttamente i prodotti della sua lavorazione aiutando così anche l’economia locale.  Cena e pernottamento.al Riad Sara o similare .

8 Marrakech

Colazione e mattino a disposizione. Nel pomeriggio visita guidata della medina di Marrakech, del souk e della piazza Djemaa El Fnaa. Cena con soirée al  restaurant El Baraka            

9 Marrakech – partenza

Prima colazione e transfer all’aeroporto di Marrakech per il volo di rientro

Sono Inclusi

Tutti i trasferimenti

Alloggi come indicato o similari secondo disponibilità

Pasti come indicato

Autista/guida parlante italiano auto 4x4e benzina per tutto il tour

guida ufficiale parlante italiano a Marrakech

Camel Trekking/ Quad /Sand boarding

Escursioni da programma

Assicurazione viaggio

Non inclusi

Bevande tranne quando indicato

Mance

I nostri tour sono progettati con  spirito di rispetto per l’ambiente, per le popolazioni locali e per tutta la  filiera del turismo. Oltre ai migliori hotel offriamo anche un’esperienza più autentica attraverso soggiorni nei tradizionali Riad, eleganti abitazioni marocchine e in tende berbere nel deserto, con momenti di condivisione delle reali tradizioni degli abitanti dei luoghi che visitiamo.

Il programma di questo tour vuole essere solo una traccia e un suggerimento di cosa vedere, ma ogni proposta  può essere ritagliata su misura secondo i gusti, i budget  e le aspettative del viaggiatore.  Ogni tour è in auto privata, accompagnato da un’autista-guida professionista (che parla italiano e altre lingue straniere) e che sarà a vostra disposizione per tutto il tempo del viaggio per cui, anche all’interno del programma che sceglierete, ci sarà sempre la flessibilità di fermarsi a vedere cose che interessano, saltare quelle che meno vi coinvolgono, accorciare o allungare i temi delle visite… basta rispettare l’arrivo all’albergo che vi attende.  La magia del nostro Marocco  vi regalerà un senso di appartenenza a questi luoghi insoliti e alla gente fantastica che vi farà tornare per rivivere altre emozionanti esperienze.

Tour Marocco – VALLI DEL DADES & COSTA ATLANTICA SUD MAROCCO tour privato 13 giorni e 12 notti

♦MARRAKECH ♦OUARZAZATE ♦VALLI DEL FIUM DADES♦ TATA ♦TAFROUTE ♦OASI DI GOULMIME ♦ SIDI IFNI  ♦ESSAOUIRA ♦MARRAKECH

I°DAY : Italia – Marrakech. Mezza pensione. In base l’operativo volo trasferimento privato dall’aeroporto al vostro riad nel cuore della Medina. Cena e pernottamento.

II° DAY: Marrakech visite. Pernottamento e prima colazione. Visite individuali nella Medina di Marrakech con possibilità di visite guidate alla scoperta dei profumi e spezie della vecchia città. Pernottamento in riad. E’ un viaggio intenso che parte dalla rossa capitale del sud, la città imperiale dal destino ormai prettamente turistico: Marrakech. La sua piazza animatissima, i suoi tesori, nascosti nel fitto reticolo di vie strette: le tombe sadiane, la medersa merinide di Ben Youssef, per fare solo gli esempi più eclatanti, segneranno inizio e fine del variegato itinerario.
III°DAY : Marrakech – Passo Tizi n’ Tichka – Telouet e Valle Ounila – Ait Ben Haddou – Ouarzazate 250km. 
Mezza pensione. Oggi sprofonderemo a sud: attraversando l’alto valico dell’Atlante, il passo Tizi n’Tichka, per visitare le kasbe fortificate, magnifici castelli di terra ocra, dei Glaoui, tribù fiera e infida (tradì il sovrano per i colonialisti francesi) a Telouet, Ait Ben Haddou e Ouarzazate.
Partenza al mattimo presto per attraversare il paso del Tizi Tichka, il più alto di tutto il Paese con i suoi 2260mt di altitudine attraverso innumervoli villaggi berberi foreste e coltivazioni. Deviazione per la Kasbah di Telouet, appartenente al Pacha Glaoui, dall’aspetto dismesso al suo interno, ma da raffinate ricchezze interna una volta passato la « bab » principale. Marmi Italiani, Zelij andalusi, affreschi con pigmenti naturali impreziosiscono questa kasbah non sempre visitata. Essa è al centro della Valla fiorita di Ounila, e delle miniere di sale rosa un tempo utilizzato come valuta. La pista conduce alla Kasbah di Ait Ben Haddou, oggi patrimonio Unesco. Visita individuale fino all’Agadir (granaio fortificato) dal quale si ammira la valle al 360° ed il fiume Mellah. Cena e pernottamento in un tipico riad-kasbah.

IV°DAY : Ouarzazate ed escursioni alla valle del Dades – Ouarzazate. 170km. Mezza pensione.
Inizierà da qui l’avventura del vero deserto, quello meno turistico, di oasi misteriose e montagne dai sorprendenti colori minerali. Le oasi della Valle del Dades, le incredibili formazioni rocciose, le gole, la terra rossa… Partenza per la via delle mille Kasbah e la valle del Fiume Dades, per attraversare poi il territorio forse più fieramente berbero di questo sud. La vallata è ricca di storia e di paesaggi naturali mozzafiato. Si inizia con la palmeraie di Skoura, villaggio berbero dal quale parte la famosa via delle 1000kasbah, disseminate in tutto il villaggio fino alle montagne. Qui le carovane cariche di oro e spezie facevano tappa stremati dalle fatiche del Sahara. I Touareg scaricavano le merci dai dromedari e gli abitanti montanari di Skoura caricavano i muli diretti verso l’Alto Atlante e Fes. I famosi palmeti sono protetti dall’Unesco. Proseguimento costeggiano il Dades per la visita al villaggio delle rose damascene che producono a maggio essenze profumi acqua e oli tipiche ed uniche della zona. L’escursione ha il suo culmine nella visita delle Gole del Dades dove formazioni rocciose rosse sembrano fondersi come cera nel tappeto verde delle palmeraie, mandorli, fichi. Rientro nel pomeriggio a Ouarzazate per relax cena e pernottamento.

V°DAY : Ouarzazate – Taznakth – Foum Zguid 150Km. Mezza pensione. Partenza in direzione dello Jabel Bani lungo il villaggio di Taznakth famoso per i suoi pregiati ed unici tappeti creati dalla cooperative femminili, fino all’ex avanposto militare Foum Zguid, reso celebre oggi per il passaggio del Rally Paris-Dakar. Cena e pernottamento in un hotel kasbah con piscina bordo Jabel Bani.

VI°DAY : Foum Zguid – Tata 136km. Mezza pensione. Partenza per la Valle delle « meraviglie ». Il viaggio proseguirà per città e villaggi di duro deserto e isolamento, alleggerito da una lunga dritta strada che attraversa questo profondo sud presahariano immergendoci in un’atmosfera unica, facendoci sognare il cammino di Charles de Foucauld, che passò proprio di qui per spiare i popoli del deserto: a Tissint c’è ancora la casa dove fu ospitato. Tata, capoluogo della più calda provincia del sud marocchino, tranquilla e accogliente, è un piccolo villaggio di 30 ksour nella vasta oasi. Con visita attraverso le palmeraie e oasi di Tata, anticamente importante insediamento lungo le rotte carovaniere. Ricca di antiche incisioni rupestri. Scoperta e passeggiata tra oasi e palmeraie naturali. Cena e pernottamento nella kasbah più antica di Tata in posizione arroccata sopra la palmeraie.

VII°DAY : Tata – Tafroute 186km. Mezza pensionePartenza per raccogliere il fresco delle montagne dell’AntiAtlante con il villaggio di Tafroute a 1200mt, una piccola e deliziosa città­oasi, che si trova in quota, al riparo dal caldo africano asfissiante e contornata da panorami deliziosi di rocce che al tramonto assume sfumature che vanno dal rosa all’ocra. Palmeti lussureggianti e mandorli in fiore tra boccioli bianchi e rosa fanno da cornice a questo panorama. Cena e pernottamento in una maison traditionelle berbera “chez les habitants”

VIII°DAY: Tafraoute – Bouizakarne –  Goulimime/Oasi di Tighmert  180km  Mezza pensione. Partenza per Guelmime, e la regione di Es Smara, città dal fascino misterioso e oggi famosa per il suo grande mercato e il Festival dei cammelli di giugno.  Questo paese è considerato la vera porta del Sahara, qui la lingua cambia, viene parlato il dialetto Hassanya. Passeggiata nel souk per cogliere usi e costumi di questa parte del Marocco.  Nel suo periodo d’oro richiamava i tuareg che giugevano dal deserto in occasione del souk di cammelli. La sera le donne si esibivano al suono di tamburi in un ‘ipnotica danza chiamata guedra.  Cena e pernottamento nei pressi di Goulimime nell’Oasi di Tighmert, in una tipica guest house di proprietà Sarawhi.

IX°DAY: Goulimime  – Sidi Ifni – Mirleft  86km Mezza pensione. Partenza lungo la costa Atlantica in direzione Sidi Ifni. ex enclave spagnolo. Ricca di edifici art déco fu in passato importante centro per gli schiavi. Quando il sole tramonta sull’esplanade e sulle calles in rovina, e le nebbie atlantiche avvolgono di una luce ovatta tutto l’abitato, Ifni sembra un misterioso avamposto. Arrivo a Mirleft frequentata da artisti e vivace centro culturale. I suoi caffè sono sotto arcate tinteggiate di rosa e azzurro e danno vivacità all’ambiente. Cena e pernottamento in riad.

X°DAY: Mirleft – Aglou Plage – Essaouira. 312km. Mezza pensione. Partenza verso nord lungo la costa Atlantica una delle strade più belle della Regione. Da sempre Mirleft frequentata da artisti e vivace centro culturale. I suoi caffè sono sotto arcate tinteggiate di rosa e azzurro e danno vivacità all’ambiente. Ancora in direzione nord verso la spiaggia di Aglou Plage, ideale per il surf. Arrivo a Essaouira in serata. Cena e pernottamento in una guest house.

XI° DAY: Essaouira.  Mezza pensione. Antica città Portoghese che conserva ancora un porto vivace, una Medina tranquilla ed i bastioni della Skala con affaccio sull’Atlantico. Qui musica e arte fanno da protagoniste. Epicentro della Musica Marocchina con il ritmo Gnouva, la musica degli schiavi, e gli artisti Naif arricchiscono con gallerie d’arte la passeggiata nella parte vecchia della città. Visita libera e cena e pernottamento in riad.

XII°DAY: Essaouira – Marrakech. 177km.  Mezza pensione. Partenza per il rientro alla città “rossa” attraverso la strada degli Arganier, alberi unici al mondo di origine marocchina, e produttori del famoso olio di Argan. Arrivo nel pomeriggio a Marrakech con trasferimento al riad nel cuore della Medina. Cena e pernottamento.

XIII° DAY: Marrakech – Aeroporto. Prima colazione e trasferimento privato in aeroporto. Fine servizi

Tour su base privata con autista e guide parlanti italiano

Tour Marocco – TOUR STONE FLOWR 14 NOTTI CITTA’ IMPERIALI + KASBAHDI MONTAGNA E DESERTO

CASABLANCA♦RABAT♦TANGERI ♦CHEFCHAUEN♦MEKNES ♦FEZ♦ TINGHIR♦OUARZAZATE ♦DESERTO DI MHAMID♦ AIT BEN HADDOU ♦MARRAKECH

GIORNO 1: Volo Italia – Casablanca
Mezza pensione.  Arrivo con il volo AT 941 delle h: 20.20. Accoglienza da parte del nostro staff. Trasferimento in hotel per la cena e pernottamento.

GIORNO 2: Casablanca – Rabat 91km
Mezza pensione. Trasferimento per la visita in centro città della Moschea Hassan II, capolavoro di architettura direttamente sul mare. Una delle più grandi Moschee al Mondo. Passeggiata nelle vie centrale . Direzione Rabat, capitale del paese. Capitale politica e amministrativa del Paese fin dal 1956 anno dell’indipendenza del Paese. La sua architettura coloniale è straordinaria, i viali orlati da palme sono tenuti con grande cura e si respira un’aria cosmopolita. La tranquilla medina ha un carattere autentico. A est del centro la tour Hassan circondata da giardini curati è il piu’ famoso monumento della città. Il Cellah antica città romana con la necropoli della dinastia Merenide. Invaso da alberi da frutto e da fiori selvatici il sito è un luogo ricco di atmosfera anche solo per una passeggiata. Cena e pernottamento in hotel nella nouvelle ville.

GIORNO 3: Rabat – Lixus – Asilah – Tangeri 278km
Mezza pensione. Partenza per raggiungere Lixur e Asilah; quest’ultima splendida località di villeggiatura, con i suoi edifici bianchi e la sua atmosfera che la fa sembrare quasi una località della Grecia. Asilah è la città degli artisti che l’hanno scelta come centro per un festival, da giugno a settembre, dove si propone concerti di flamenco, mostre di design e lettura di poesie. Antiche rovine cartaginesi e romane, ci attendono a Lixus (ingresso libero). Lixus non è un sito esteso o molto turistico, ma il suo aspetto un po’ dismesso regalano a questo sito archeologico un’aria molto affascinante e misteriosa. Arrivo nel tardo pomeriggio nella bella città di Tangeri. Cena e pernottamento nella medina.

GIORNO 4: Tangeri – Tetouan – Chefchaouen 110km
Mezza pensione.  Visita della città di Tangeri e della sua affascinante medina. Situata all’ingresso del Mediterraneo, la città è da sempre ritenuta la porta di accesso all’Africa. Dopo la seconda guerra mondiale divenne una zona internazionale che richiamò stranieri dalla personalità eccentrica, artisti e hippy. La città è divisa in due parti: la città antica: la medina, e la città moderna o nouvelle ville.  Nella medina si trovano la kasbah e la fortezza del sultano, il Petit Socco piazza storica, e i souk. Nella nouvelle ville incontriamo la piazza del Grand Socco accesso alla parte antica.  La città nuova ha l’aspetto coloniale di un tempo e conserva ancora molte tracce dello splendore degli anni ’30. Arrivo nella incantevole Tetoun, carica di fascino. Città ai piedi della montagna del Rif. Tetouan a differenza di Tangeri non è ancora diventata una tappa turistica, di conseguenza  percorrendo le sue vie si respira ancora un’aria di autenticità di grande valore. Dichiarata patrimonio Unesco l’antica medina della città non sempre essere cambiata nel corso dei secoli. Percorrendo le vie commerciali ci si circonda di immagini e suoni della vita tradizionale: artigiani che lavorano ottone, mercanti di sete, panettieri indaffarati nei forni pubblici. 35 Moschee all’interno della sua medina. Nel tardo pomeriggio arrivo a Chefchaouen. Cena e pernottamento in un tipico Dar.

GIORNO 5: Chefchaouen 
Mezza pensione.  Mitica città blu del Marocco. Situata in posizione magnifica, sotto le aspre vette del Rif. Località di montagna dalle case di coloro azzurro in cui si respira arte e si ha l’impressione di trovarsi fuori dal mondo. La sua medina presenta un suggestivo panorama di tetti di tegole rosse, edifici di un azzurro luminoso e stretti vicoli che convergono nell’affollata Plaza. Chefchaouen è divisa nella parte orientale e in quella occidentale. Il cuore della Medina è costituita da Plaza el Hammam con la sua kasbah. L’arteria principale è Avenue Hassan II con Plaza Mohamed V progettata da Juan Miro’. Cena e pernottamento

GIORNO 6: Chefchaouen – Volubillis – Meknes  200km
Mezza  pensione. Si raggiunge Fès, facendo tappa alla città Imperiali di  Meknes, la capitale Ismaeliana, perché deve la sua fortuna al sultano Moulay Ismail (1672-1727). Visita guidata. Patrimonio Unesco dell’Umanità la città è circondata da imponenti mura dove tutto ha inizio dalla  Porta Bab Mansour per proseguire poi verso le scuderie Reali e il quartiere Ebraico. Meknes è la piu’ piccola delle città Imperiali la più modesta e la meno caotica. Una deviazione ci porta al sito archeologico romano di Volubilis. Rovine che sorgono in mezzo a una fertile pianura a 33km da Meknes. Sito Unesco dal 997. Non si puo’ dimenticare Volubilis grande sito archeologico romano, il piu’ grande di tutto il Marocco.  Cena e pernottamento in riad nel cuore della medina.

GIORNO 7: Meknes – Fez  68 km 
Mezza pensione. Visita individuale di Fes, forse la più famosa delle città imperiali dopo Marrakech, e quella con la medina più antica e grande. Si può iniziare la visita della città vecchia di Fès (Fès el-Bali) e della sua medina, la più grande e famosa di tutto il mondo arabo, entrando dalla Bab Boujloud, la porta più importante e dirigendosi verso Dar Batha, una costruzione ispanico – moresca che ospita un bel museo dell’arte popolare. Si prosegue poi con la visita della madrasa Bou Inania, la scuola coranica di Fès, dove i giovani studiavano il corano tra camere, oratorio e un magnifico patio. La visita continua poi attraverso la conceria Chouara, alla scoperta dell’affascinante sistema di lavorazione della pelle, dalla prima ripulitura dal pelo fino alla colorazione con tinture naturali. Si passa poi per la moschea di Qaraouiyine, fondata nell’IX secolo da una donna. La visita della città termina passando per la piazza Beffarne, dove ottonai e calderai popolano piazza e vie adiacenti. Si lascia la medina da Bab Semmarine,  cena e pernottamento in riad.

GIORNO 8: Fez escursione libera in medina 
Mezza pensione. Giornata a disposizione per ulteriori visite a Fez. Possibilità di visita guidata mezza giornata o giornata intera. Cena e pernottamento in riad.

GIORNO 9: Fez – Midelt e la Valle del fiume Ziz  – Tafilalt  – Gole del Todra 450km – lunga giornata di trasferimento. 
Mezza pensione. Partenza in direzione del grande Sud. Splendida valle in questa landa lusserreggiante dove il fiume Ziz scava la terra fino al deserto di Merzuoga. Questa regione fu l’ultima a passare sotto il controllo francese grazie alle tribu’ che si opposero fino al 1932. Deviazione lungo il percorso in direzione le gole del Todra. Un tempo le carovane arrivavano in queste aree attraverso Tinejdad cariche d’oro e di stanchezza dopo aver trascorso mesi sotto il sole rovente del Sahara. Arrivo a Tinghir nelle gole del Todra, dove dopo 12km dal villaggio minerario partono i sentieri per le gole. Cena e pernottamento in una kasbah hotel

GIORNO 10: Gole del Todra – Gole del Dades – Ouarzazate 170km
Mezza pensione. Partenza per la via delle mille Kasbah e la valle del Fiume Dades. La vallata è ricca di storia e di paesaggi naturali mozzafiato. Si inizia con la palmeraie di Skoura, villaggio berbero dal quale parte la famosa via delle 1000kasbah, disseminate in tutto il villaggio fino alle montagne. Qui le carovane cariche di oro e spezie facevano tappa stremati dalle fatiche del Sahara. I Touareg scaricavano le merci dai dromedari e gli abitanti montanari di Skoura caricavano i muli diretti verso l’Alto Atlante e Fes. I famosi palmeti sono protetti dall’Unesco. Proseguimento costeggiano il Dades per la visita al villaggio delle rose damascene che producono a maggio essenze profumi acqua e oli tipiche ed uniche della zona. L’escursione ha il suo culmine nella visita delle Gole del Dades dove formazioni rocciose rosse sembrano fondersi come cera nel tappeto verde delle palmeraie, mandorli, fichi. Nel pomeriggio arrivo a Ouarzazate per la cena e pernottamento.

GIORNO 11 : Ouarzazate  – Valle del fiume Draa – Agdz&Zagora – Mhamid desert 250km
Mezza pensione.   Visita al mattino della Kasbah monumento nazione di Ouarzazate:Taourirt dove celebri film furono girati al suo interno, come “Te nel deserto”. (Ingresso e guida a pagamento in entrata). Partenza per Agdz, e visita ad una delle kasbah più belle di tutto il Marocco, e poco conosciuta: Tamnougalt “la madre” di tutte le Kasbah, scelta da Bertolucci per girare gran parte delle scene del Te nel deserto. Dalle terrazze della kasbah si ammira il maestoso Jebel (montagna)  Saghro.    Si  procede lungo la valle del Draa con l’immenso palmeto, 400 chilometri quadrati di palme da dattero che accompagnano il viaggio fino a Zagora. Il palmeto è in realtà costituito da 6 palmeti che si susseguono senza soluzione di continuità. Sono tutti organizzati secondo criterio latifondista. I contadini si chiamano “Cinque”, perché hanno diritto a un quinto del raccolto.
Il sistema delle oasi è molto complesso e vale la pena addentrarsi anche solo per poco, per capirlo meglio.  A 6 Km da Zagora ci si imbatte in uno strano paese, Tissergat. Ha la medina coperta, costruita così in difesa dagli arabi, e rappresenta un singolare modo di vivere dentro una fortezza attrezzata di tutto punto per sopravvivere sotto assedio. Zagora,  il suo souk e  il murales, quasi una pietra miliare, che indica in 52 giorni il percorso mancante fino a Timbouctou. Zagora è un paesone di passaggio, l’ultimo avamposto prima del deserto. A 6 km da Zagora c’è una rinomata scuola coranica che conserva oltre 4000 antichi testi religiosi e trattati scientifici, alcuni dei quali scritti in oro zecchino su pelli di gazzella. La biblioteca è ospitata all’interno di un santuario particolarmente venerato. Nel tardo pomeriggio al tramonto del sole, ci si immerge silenziosamente tra le dune del deserto del Sahara per ammirare a lume di candele la stellata indescrivibile che accompagna le notti nel deserto. Cena e pernottamento in desert camp luxury alle porte dell’erg Chegaga.

GIORNO 12: Mhamid desert – escursione nel deserto di Chegaga – Foum zguid – Taknakt – Ait Ben Haddou 280km
Mezza pensione.  Partenza per l’escursione nel deserto sahariano  in parte di pietra, hammada, in parte di sabbia: molto scenografico, dove può capitare di imbattersi in principi sauditi che fanno caccia col falcone.  Nel pomeriggio rientro sull’asfalto verso lo  Jabel Bani lungo il villaggio di Taznakth famoso per i suoi pregiati ed unici tappeti creati dalla cooperative femminili, fino all’ex avanposto militare Foum Zguid, reso celebre oggi per il passaggio del Rally Paris-Dakar. In base alla tabella di marcia, un te caldo nell’oasi di Fint, paradiso terreste a 12km da Ouarzazate; dove natura e tribu’ berbere accolgono i viaggiatori desiderosi di percorsi alternativi. Cena e pernottamento nel villaggio di Ait Ben Haddou.

GIORNO 13: Ait Ben Haddou  – Marrakech  150km
Mezza pensione.  Partenza al mattino presto per attraversare il passo del Tizi Tichka, il più alto di tutto il Paese con i suoi 2260mt di altitudine attraverso innumerevoli villaggi berberi foreste e coltivazioni. Deviazione per la Kasbah di Ait Ben Haddou, oggi patrimonio Unesco. Visita individuale fino all’Agadir (granaio fortificato) dal quale si ammira la valle al 360° ed il fiume Mellah. La passeggiata è in salilta, un po’ turistica ma vale la pena di ammirare il belvedere. Meno turistica è ricca di decori invece la Kasbah di Telouet, appartenente al Pacha Glaoui, dall’aspetto dismesso al suo interno, ma da raffinate ricchezze interna una volta passato la « bab » principale. Marmi Italiani, Zelij andalusi, affreschi con pigmenti naturali impreziosiscono questa kasbah non sempre visitata. Essa è al centro della Valla fiorita di Ounila, e delle miniere di sale rosa un tempo utilizzato come valuta. Arrivo in tardo pomeriggio a Marrakech. Cena e Pernottamento.

GIORNO 14 : Marrakech escursione libera in Medina
Penottamento e prima colazione. La città più amata del Marocco. Visita individuale all’interno della Medina dove sono concentrati tutti i più importanti siti artistici, partendo dalla Koutubia simbolo della città, alla Piazza Jamel Fna, Patrimonio Unesco, alla scuola coranica di Ben Youssef e museo, ai Palazzi antichi del Pacha,il tutto a ritmo di profumi spezie colori e ritmi tipici della città. Pasti liberi. Pernottamento (no trasferimento / no autovettura a disposizione).
**Possibilità di visitare la medina con guida ufficiale in lingua italiana ( su supplemento) mezza giornata / giornata intera.

GIORNO 15 :  Marrakech – Volo 
Pernottamento e prima colazione. Trasferimento all’aeroporto di Marrakech in tempo utile per le operazioni di check.in del volo AT402 (due ore e 30mn. prima).  Fine servizi.

HOTEL PREVISTI O SIMILARI ( non opzionati)
*Casablanca: Zenith
*Rabat: Art Riad
*Tangeri: Riad La Tangerina
*Chefchaouen: Chez Hassan
*Meknes: Riad d‘or
*Fez: Riad Besouda
*Tinghir : Riad Timadouine
*Ouarzazate: Riad Ouarzazate
*Ait Ben Haddou: Ksar Ighranda
*Marrakech: Riad Claire Fontaine

Tour su base privata con autista e guide parlanti italiano

Tour Marocco – RIAD SURF AND BEACHES: MARRAKECH E DAKHLA 8 Giorni 7 Notti

GIORNO 1 Italia – Marrakech
Accoglienza da parte del nostro staff. Trasferimento in hotel e pernottamento.

GIORNO 2 Marrakech
Prima colazione e giornata intera di visita della città con la vostra guida ufficiale parlante italiano.
Ritratto in breve
Da sempre una delle città più affascinanti del Nord Africa, dove convivono due volti, all’apparenza inconciliabili: la tradizione che affonda i suoi usi e costumi in tempi remoti e uno stile di vita più occidentale che si riscontra nelle molte boutique, nei ristoranti e in una certa mondanità che si respira in molti quartieri di Marrakech. Tutto in modo discreto, celato nei riad protetti dalle alte mura della Medina. Grande metropoli berbera, Marrakech ha avuto l’onore di essere una città imperiale, così come Fès, Rabat e Meknès, e il sup grande passato è testimoniato dalle sontuose costruzioni che contribuiscono a farne la capitale turistica marocchina. Il richiamo del muezzin scandisce a ore precise i ritmi delle giornate che si svolgono al di sotto dell’alto minareto della Koutoubia, simbolo della città, che con i suoi settanta metri è l’edificio più alto e il limite insuperabile in altezza, punto di riferimento perché visibile da molto lontano.

GIORNO 3 Marrakech
Prima colazione e giornata a disposizione per esplorare in autonomia questa città nordafricana, dell’immenso fascino della sua medina: un immenso dedalo di edifici, di colori e odori, nel quale è inevitabile (e allo stesso tempo bello) perdersi.
I luoghi da scoprire
Tutta la Medina può diventare una scoperta se, per raggiungere i vari siti d’interesse, si utilizzano vicoli secondari: basta spostarsi a piedi tra le alte mura rossastre che nascondono riad inaspettati. Dopo avere passato qualche ora nei vicoli dei suq, con le narici pregne di odori speziati o d’essenze esotiche, quando ormai si avvicina il tramonto, si può fare il giro dellelunghe mura che circondano la città (la carrozza è ideale). A quest’ora, il colore rosso mattone dei bastioni s’infuoca come la sabbia del deserto e, in prossimità delle monumentali porte d’ingresso alla Medina, i marciapiedi s’infittiscono di ondeggianti djellabe colorate delle donne, che attraversano gli ingressi. All’interno delle mura bisogna salire su uno dei terrazzi dei riad o dei caffè, per vedere il panorama dei tetti dall’alto (per esempio da Yacout, Sidi Ahmed Soussi 79), da dove si scorgono le palme in lontananza, con il profilo dell’Atlante e le cicogne che nidificano sulle mura più alte. All’imbrunire si deve fare in fretta, per vedere scomparire il sole alle spalle di Djemaa el-Fna: occorre arrivare in tempo su una delle terrazze affacciate sulla piazza. Per salire, un caffè vale l’altro, da ogni diverso punto di vista si assiste a uno spettacolo unico di saltimbanchi o incantatori di serpenti, tra i fumi dei banchetti dei friggitori che preparano spiedini. 
Lo shopping
Marrakech significa anche shopping, vera attrazione di questa città: qui infatti si trova il migliore artigianato marocchino. Il suo suq è il più grande e fornito di tutto il Marocco e come tutti i suq è suddiviso principalmente in zone, come quella dei tintori, della lana, dei tappeti, del legno e paglia, dei fabbri, dei pellai, dei gioielli, delle pantofole (babouches), delle spezie o dei profumi (Souk el Attarin). Alcuni bazar, come quelli in rue Souk Smarine, hanno invece un po’ di tutto e sembrano un grande mercato. Da Akkal  (Sidi Ghanem 322, tel. 00212.24.335938) si trovano ceramiche tradizionali e moderne, vasi e pentole, ma anche tessuti e babouche. L’ Ensemble Artisanal (Nouvelle Ville, Av. Mohammed V, tel. 00212.24.443503) è invece un complesso a gestione statale, con boutique a prezzi fissi, con vari oggetti come bicchieri e vassoi da tè in ottone fatti a mano, berretti di feltro, qui si può assistere anche alla lavorazione dei prodotti, in laboratori dove si realizzano tappeti e borse. L’arte contemporanea marocchina è tutta da scoprire e in fase di ascesa, varie sono le gallerie specializzate, da Galerie Noir Sur Blanc (Nouvelle Ville, 48 rue de Yougoslavie, tel. 00212.24.422416) sono esposte opere dei maggiori talenti nazionali, con mostre temporanee dedicate ad artisti emergenti od affermati.

GIORNO 4 Marrakech – Dakhla
Prima colazione e tempo a disposizione per un’ ultimo saluto a questa città imperiale fino al momento del trasferimento ad Agadir per imbarcarsi sul volo serale per Dakhla.
Trasferimento in hotel.

GIORNO 5, 6, 7 Dakhla
Prima colazione e tempo a disposizione per il relax in spiaggia o per attività balneari.
Ritratto in breve
Il concetto di vacanza è del tutto soggettivo: c’è chi vuole evadere dal freddo, chi sogna il riposo e chi invece necessita di pura adrenalina; ognuno a modo suo cerca di ritagliarsi uno spazio personale mettendosi alla ricerca di dimensioni stimolanti dove sperimentare il brivido della scoperta. Ad affacciarsi sul mercato turistico è la baia di Dakhla, un territorio dai mille colori adagiato tra il deserto del Sahara marocchino e l’oceano, una rotta ancora vergine, motivo per cui si può considerare una meta di nicchia fuori dalle rotte di massa tanto da essere stata definita dal New York Times, già nel 2012, come un “luogo da non perdere”.
Ex colonia spagnola, Dakhla, conosciuta un tempo come Villa Cisneros, venne fondata nel 1884 e, se inizialmente le sue sembianze erano quelle di un piccolo porto dedito alla pesca, oggigiorno quell’area incontaminata è tutta da vivere en plein air. Qui, a dominare la scena, sono bellezze paesaggistiche interessanti soprattutto per chi è vuole mettersi in gioco in maniera attiva: l’immensa Laguna, situata tra la penisola di Dakhla e la parte continentale della regione Oued Eddahab-Lagouira, a detta di molti è un dei migliori luoghi al mondo per praticare sport acquatici come il kite, windsurf, kayak e sci nautico in quanto il mare è piatto e la temperatura delle sue acque, intorno ai 17-24°, è piacevole tutto l’anno.
Chi insegue il vento invece, troverà la propria isola felice nel versante dell’Oceano Atlantico, quello più indicato per il surf, in quanto il mare è più agitato e invita a godere delle sue onde. Oltre ad essere uno spot caro agli animi più attivi, questa zona è una delle più pescose al mondo e la star del posto è l’ombrina bocca d’oro ma, i buongustai dal fine palato, possono fare il pieno di delizie e scoprire una delle più rinomate eccellenze dei mari facendo visita al centro di ostricultura di Dakhla dove abbandonarsi a sfiziose degustazioni e dove si scopre che, proprio qui, queste perle del mondo sommerso crescono quattro volte più velocemente che nel resto del mondo.

Giorno 8 Dakhla – Volo Italia
Prima colazione. Trasferimento in aeroporto per le operazioni di check.in. Fine servizi.

POSSIBILITA’ DI PRENOTAZIONE GUIDA ITALIANA PER LE CITTA’/ESCURSIONI FUORI CITTA’

 LA QUOTA COMPREDE:
* Trasferimento in arrivo a Marrakech
* Guida ufficiale parlante italiano per una giornata intera a Marrakech per una visita a piedi della Medina
* Trasferimento privato da Marrakech verso aeroporto di Casablanca o di Agadir per il volo su Dakhla
* Trasferimento privato dall’aeroporto di Dakhla alla struttura e viceversa
* Sistemazione in struttura scelta in camera o bungalow standard con trattamento come da preventivo
* Tax di soggiorno
* 1 Escursioni full day con autovettura privata e driver multilingue ad uso esclusivo a Dakhla

LA QUOTA NON COMPRENDE:
* Bevande e pasti fuori programma e/o tabella quota comprende
* Escursioni ulteriori (è possibile acquistare altre 2 escursioni prima di partire)
* Attività sportive e noleggio attrezzatura sportiva

Tour Marocco – OASI DEL DESERTO & COSTA ATLANTICA SUD MAROCCO

MARRAKECH ♦TAROUDANT ♦TAFRAOUTE♦ TATA ♦GOULIMIME ♦EL OUATIA E PLAGE BLANCHE ♦FORT BOU JERIF♦SIDI IFNI  ♦ PLAGE IMSOUANE ♦ESSAOUIRA ♦MARRAKECH

I°DAY : Italia – Marrakech. Mezza pensione. In base all’operativo volo trasferimento privato dall’aeroporto al vostro riad nel cuore della Medina. Cena e pernottamento.

II° DAY: Marrakech – Asni – Passo del Tizi n’Test – Taroudant 265 km  Mezza pensione. Partenza per Taroudannt attraverso il passo del Tizi n’Test a 1200 mt di altitudine tra le montagne dell’Alto Atlante.
La strada è molto impegnativa visto i molti tornanti, è considerata una delle vie più panoramiche del Marocco, e permette di ammirare panorami mozzafiato tra gole e villaggi sperduti. Arrivo nel tardo pomeriggio a Taroudant, città racchiusa da bastioni colr ocra e circondata da orti, aranceti e ulivi. Possibilità di passeggiata libera tra le mura della città famosa per i suoi souk e le due piazze principali: Assarag e Talmoklate. Cena e pernottamento in riad.

III° DAY: Taroudant – Tafraoute 150Km  Mezza pensione. Partenza per raccogliere il fresco delle montagne dell’AntiAtlante con il villaggio di Tafroute a 1200mt. Circondato da un circolo di granito che al tramonto assume sfumature che vanno dal rosa all’ocra. Palmeti lussureggianti e mandorli in fiore tra boccioli bianchi e rosa. Cena e pernottamento in una maison traditionelle berbera “chez les habitants”

IV° DAY: Tafraoute – Bouizakarne –  Goulimime/Oasi di Tighmert  180km  Mezza pensione. Partenza per Guelmime, e la regione di Es Smara, città dal fascino misterioso e oggi famosa per il suo grande mercato e il Festival dei cammelli di giugno.  Questo paese è considerato la vera porta del Sahara, qui la lingua cambia, viene parlato il dialetto Hassanya. Passeggiata nel souk per cogliere usi e costumi di questa parte del Marocco.  Nel suo periodo d’oro richiamava i tuareg che giugevano dal deserto in occasione del souk di cammelli. La sera le donne si esibivano al suono di tamburi in un ‘ipnotica danza chiamata guedra.  Cena e pernottamento nei pressi di Goulimime nell’Oasi di Tighmert, in una tipica guest house di proprietà Sarawhi

V° DAY: Goulimime – Tan Tan – Parco di Khifiss – Sidi Aknfennir. 270Km Mezza pensione. Lungo il percorso vedrete capanni di pescatori arroccati sulle scogliere e qualche mandria di dromedari. Fino ad arrivare ad un paesaggio decisamente scenografico tra spiagge incontaminate e selvaggie che si affacciano sull’Altantico e dune di sabbia color ocra che si succedono l’una dopo l’altra fino all’orizzonte. La strada attraversa il Parco Nazionale di Khenifiss dove sarà possibile avvistare i fenicotteri della Laguna di Naila e escursione in barca con i pescatori. Rientro al villaggio di Akhfennir per una cena a base di pesce fresco alla griglia e pernottamento in una guest house sul mare.

VI° DAY: Sidi Aknfenir – El Ouatia e  Plage blanche – Fort Bou Jerif 120 km  Mezza pensione.
L’acqua sarà padrona della seconda parte del viaggio: sempre lungo rotte di profondo deserto, ma atlantico! La tappa più meridionale è stata la splendida Laguna di Khnifiss o Lac de Nayla, circondata da alte dune dorate. Quindi saranno le scogliere tra Tarfaya e Tan Tan Plage, la bianca spagnola Ifni e la sua Gzira Plage, dagli imponenti archi di roccia rossa sull’oceano… Risaliremo a nord, restando a sud, lungo la bellissima e ventilata costa atlantica del Marocco, fino alla regina dei venti alisei, Essaouira. Partenza quindi per Tan Tan e la sua spiaggia. Protettorato Spagnolo degli anni ’40 visse un momento di gloria in quanto punto di partenza per la famosa Marcia Verde del Marocco. La spiaggia chiamata Tan Tan Plage o meglio Al Ouatia e situata a 28km ovest di Tan Tan ed è un’ampia estensione di spiaggia battuta dal vento. Cena e pernottamento poi a Fort Bou Jerif dove gli ultimi 10 km sono di strada sterrata che porta appunto al Forte francese della Legione Straniera. Il complesso è oggi divenuto struttura alberghiera dove si puo’ gustare la specialità della casa: tajine di dromedario.

VII° DAY: Fort Bou Jerif – Sidi Ifni – 180km  Mezza pensione. Partenza al mattino molto presto in direzione di Sidi Ifni ex enclave spagnolo. Ricca di edifici art déco fu in passato importante centro per gli schiavi. Quando il sole tramonta sull’esplanade e sulle calles in rovina, e le nebbie atlantiche avvolgono di una luce ovatta tutto l’abitato, Ifni sembra un misterioso avamposto. Cena e pernottamento in riad.

VIII° DAY: Sidi Ifni – Aglou Plage – Imsouane Plage 252km. Mezza pensione. Partenza verso nord lungo la costa Atlantica una delle strade più belle della Regione. Da sempre Mirleft frequentata da artisti e vivace centro culturale. I suoi caffè sono sotto arcate tinteggiate di rosa e azzurro e danno vivacità all’ambiente. Ancora in direzione nord verso la spiaggia di Aglou Plage, ideale per il surf. Arrivo in serata alla lunga spiaggia di Imsouane, tra Agadir e Essouira, piccolo porto di pesca con uno  straordinario ecosistema ed un interessante villaggio troglodite sulla spiaggia. Cena e pernottamento in una guest house.

IX° DAY: Imsouane Plage – Essaouira. 100km. Mezza pensione. Destinazione Essaouira, con arrivo nel tardo pomeriggio;  antica città Portoghese che conserva ancora un porto vivace, una Medina tranquilla ed i bastioni della Skala con affaccio sull’Atlantico. Qui musica e arte fanno da protagoniste. Epicentro della Musica Marocchina con il ritmo Gnouva, la musica degli schiavi, e gli artisti Naif arricchiscono con gallerie d’arte la passeggiata nella parte vecchia della città. Visita libera e cena e pernottamento in riad.

X° DAY: Essaouira. Mezza pensione. Giornata libera per le visite e il relax al mare atlantico. Cena e pernottamento in riad.

XI°DAY: Essaouira – Marrakech. 177km.  Mezza pensione. Partenza per il rientro alla città “rossa” attraverso la strada degli Arganier, alberi unici al mondo di origine marocchina, e produttori del famoso olio di Argan. Arrivo nel pomeriggio a Marrakech con trasferimento al riad nel cuore della Medina. Cena e pernottamento.

XII°DAY: Marrakech. Pernottamento e prima colazione. Visite libere nella medina della città. Possibilità di visita guidata attraverso profumi e spezie della città vecchia. Pernottamento in riad.

XIII° DAY: Marrakech – Aeroporto. Prima colazione e trasferimento privato in aeroporto. Fine servizi

Tour su base privata con autista e guide parlanti italiano

Tour Marocco – Marrakech e le meraviglie del sud

Marrakech ♦Ouarzazate ♦Boulmane Dades ♦Merzouga ♦Zagora ♦Mhamid desert ♦Foum Zguid  ♦ Ait Ben Haddou ♦ Marrakech

Italia – Marrakech
Accoglienza da parte del nostro staff. Trasferimento in hotel e pernottamento.

Marrakech – Ouarzazate (200 km) 
Mezza pensione.  Partenza in partenza per Ouarzazate attraverso la catena montuosa dell’Atlante che ci porta attraverso verdi vallate, boschi di pini e lecci, fino al passo del Tizi ‘n Tichka a 2260 mt. Di altitudine.  Visita al villaggio di Telouèt e la sua Kasbah;  meno turistica è ricca di decori, appartenente al Pacha Glaoui, dall’aspetto dismesso al suo interno, ma da raffinate ricchezze interna una volta passato la « bab » principale. Marmi Italiani, Zelij andalusi, affreschi con pigmenti naturali impreziosiscono questa kasbah non sempre visitata. Essa è al centro della Valla fiorita di Ounila, e delle miniere di sale rosa un tempo utilizzato come valuta. Arrivo in tardo pomeriggio a Ouarzazate,  cena e Pernottamento nel nostro tradizionale riad.

Ouarzazate – Boulmane Dades (165 km) 
Mezza pensione. Partenza per la via delle mille Kasbah e la valle del Fiume Dades. La vallata è ricca di storia e di paesaggi naturali mozzafiato. Si inizia con la palmeraie di Skoura, villaggio berbero dal quale parte la famosa via delle 1000kasbah, disseminate in tutto il villaggio fino alle montagne. Qui le carovane cariche di oro e spezie facevano tappa stremati dalle fatiche del Sahara. I Touareg scaricavano le merci dai dromedari e gli abitanti montanari di Skoura caricavano i muli diretti verso l’Alto Atlante e Fes. I famosi palmeti sono protetti dall’Unesco. Proseguimento costeggiano il Dades per la visita al villaggio delle rose damascene che producono a maggio essenze profumi acqua e oli tipiche ed uniche della zona. L’escursione ha il suo culmine nella visita delle Gole del Dades dove formazioni rocciose rosse sembrano fondersi come cera nel tappeto verde delle palmeraie, mandorli, fichi. Nel pomeriggio arrivo a Boumalne Dades per la cena e pernottamento in una kasbah maison.

Boumalne Dades – Merzouga (200 km) Notte nel deserto 
Mezza pensione. Si lascia l’Atlante in direzione della valle del Tafilalet attraversando numerosi palmeti, un tempo alimentati dalle “khettara”, canali sotteranei di adduzione dell’acqua, di cui si vedono tuttora le strutture in superficie. Sosta nei pressi di Tinjdad dove sorge nel cuore del villaggio il “museo delle oasi”. Rotta verso il sud del Paese.  Le gole della valle del fiume Ziz sono una serie di gole delimitate da due porte artificiali, alle loro estremità la diga di Hassan Addakil che crea  un lago artificiale oltre al Tunnel del Legionario costruito dalle truppe coloniali francese nel 1930. La zona è ricca di antichi fossili. Proseguimento per le oasi e Palmeraie di datteri di Errachidia Efroud e Rissani, piccoli villaggi pre-sahariani. Arrivo a Merzuoga, area del piccolo deserto del Marocco chiamato Erg Chebbi. Cena e pernottamento in una tipica kasbah vicino le dune.

Merzouga – Zagora (250 km) 
Mezza pensione. Nel lasciare Merzouga percorriamo il “circuito delle oasi”, percorso di incredibile bellezza attraverso il palmeto, i piccoli orti e i secolari villaggi di terra. Oltrepassiamo i villaggi di Rissani, Alnif; presidio Slow Food del cumino, spezia protagonista indiscussa nella cucina del marocchina; siamo nel sudest del Marocco, a 880 metri sul livello del mare, il paese è incastonato ai piedi delle montagne dell’Anti Atlante orientale, al fondo di una valle dall’aspetto lunare, con la terra rossa e sassosa.
Nell’oasi si coltivano grano duro, palme da datteri, mandorli, aranci, fichi, ma i prodotti più particolari di questo territorio aspro a arido sono appunto l’henné e il cumino. Proseguimento per Tazzarine, dove anticamente s’incontravano le piste carovaniere che univa la Valle del Draa e la Valle del Tafilalet. Arrivo a Zagora, cena e pernottamento in riad tipico.

Zagora – Valla del fiume Draa – Mhamid Desert (93 km+68 km fuori pista) 
Mezza Pensione. Partenza .   Si  procede lungo la valle del Draa con il suo immenso palmeto, 400 chilometri quadrati di palme da dattero che accompagnano il viaggio fino a Zagora. Il palmeto è in realtà costituito da 6 palmeti che si susseguono senza soluzione di continuità. Sono tutti organizzati secondo criterio latifondista. I contadini si chiamano “Cinque”, perché hanno diritto a un quinto del raccolto.
Il sistema delle oasi è molto complesso e vale la pena addentrarsi anche solo per poco, per capirlo meglio.  A 6 Km da Zagora ci si imbatte in uno strano paese, Tissergat. Ha la medina coperta, costruita così in difesa dagli arabi, e rappresenta un singolare modo di vivere dentro una fortezza attrezzata di tutto punto per sopravvivere sotto assedio. Zagora,  il suo souk e  il murales, quasi una pietra miliare, che indica in 52 giorni il percorso mancante fino a Timbouctou. Zagora è un paesone di passaggio, l’ultimo avamposto prima del deserto. A 6 km da Zagora c’è una rinomata scuola coranica che conserva oltre 4000 antichi testi religiosi e trattati scientifici, alcuni dei quali scritti in oro zecchino su pelli di gazzella. La biblioteca è ospitata all’interno di un santuario particolarmente venerato. Nel tardo pomeriggio al tramonto del sole, ci si immerge silenziosamente tra le dune del deserto del Sahara per ammirare a lume di candele la stellata indescrivibile che accompagna le notti nel deserto. Cena romantica sotto la stellata sahariana e pernottamento in desert camp basic o luxury (supplemento su richiesta) alle porte dell’erg Chegaga, l’area desertica più estesa del Marocco.

Desert  area –  Foum Zguid – Taznakht – Ouarzazate Area (250km) .
Mezza pensione.  Partenza per l’escursione nel deserto sahariano  in parte di pietra: hammada, in parte di sabbia: erg…. molto scenografico.  Nel pomeriggio rientro sull’asfalto verso lo  Jabel Bani lungo il villaggio di Taznakth famoso per i suoi pregiati ed unici tappeti creati dalla cooperative femminili, fino all’ex avanposto militare Foum Zguid, reso celebre oggi per il passaggio del Rally Paris-Dakar. In base alla tabella di marcia, un te caldo nell’oasi di Fint, paradiso terreste a 12km da Ouarzazate; dove natura e tribu’ berbere accolgono i viaggiatori desiderosi di percorsi alternativi. Cena e pernottamento nel villaggio di Ait Ben Haddou.

Ait Ben Haddou – Marrakech (150 km) 
Pernottamento e prima colazione. Partenza al mattino presto per attraversare il passo del Tizi Tichka, conosciuto nel viaggio di andata. Piccola tappa per l’immancabile, ma decisamente più turistica, Kasbah di Ait Ben Haddou, oggi patrimonio Unesco. Visita individuale fino all’Agadir (granaio fortificato) dal quale si ammira la valle al 360° ed il fiume Mellah. La passeggiata è in salilta. Ingresso libero. Al suo interno vivono ancora una ventina di famiglie berbere; boutique di vario genere si trovano durante il percorso, ma l’attrazione finale è il panorama, veramente mozzafiato. Arrivo nel pomeriggio a Marrakech. Cena libera o in riad (supplemento su richiesta).  Pernottamento.

Marrakech – Volo Italia 
Prima colazione. Trasferimento privato in aeroporto per le operazioni di check.in. Fine servizi.
Possibilità di estensione viaggio con pernottamenti a Marrakech in pernottamento e prima colazione .
Su supplemento visite guidate della Medina in lingua italiana con guide ufficiali, visite guidate a tema e specifiche con guida ufficiale in lingua italiana (shopping special guide tour/cooking class/hammam experience)

HOTEL PREVISTI O SIMILARI ( non opzionati)
Ouarzazate: Riad Ouarzazate di nostra proprietà
Boumalne Dades: Perle du sud
Merzuoga: Riad Madu
Zagora: Ma villa au sahara
Deserto: Caravane du sud
Ait Ben Haddou: Ksar Inghra o Riad Carovane
Marrakech: Riad Claire Fontaine

Tour su base privata con autista e guide parlanti italiano

Tour Marocco – MARRAKECH E IL GRAND SUD: VIAGGIO NEL DESERTO DEL MAROCCO

MARRAKECH TAROUDANT TATA ERG CHEGAGA M’HAMID BOUMALNE DADESOUARZAZATE MARRAKECH

Italia – Marrakech
Accoglienza da parte del nostro staff. Trasferimento in hotel e pernottamento.

Marrakech- Taroudant 262km
Mezza pensione. Partenza in direzione Taroudant. Arrivo nella città e piccolo tour di orientamento. Cena e pernottamento.

Taroudant – Tata 172km
Mezza pensione. Colazione tradizionale in hotel e partenza in direzione di Tata. Tra Ighrem e Tata la strada attraversa una piana desertica e brulla, con montagne formate da strati corrugati che assumono sfumature ocra, giallo e viola. Famoso è il suo grande palmeto dove le donne vestono blu scuro e dove si parla arabo e berbero. Cena e pernottamento.

Tata – Chegaga M’hamid 205km
Mezza pensione. Tour nel deserto. Colazione tradizionale, e partenza in 4X4 attraverso l’antica pista di Foum Zguid. Pranzo nel villaggio e nel pomeriggio partenza in direzione delle grandi dune dell’Erg Chegaga. Camel Trek sulle dune per ammirare lo scenario del tramonto Sahariano. Sistemazione neol basic desert camp. Cena folcloristica a ritmo di musica Sarawhi e pernottamento.

Chegaga – M’hamid – 68km Escursione nel deserto in 4X4
Mezza pensione. Colazione tradizionale nel deserto, Camel Trekking. Partenza in 4X4 direzione il villaggio di M’hamid (circa 60 Km). Pranzo/ pic nic all’ombra delle tamerici. Nel pomeriggio relax time al basic desert camp di M’hamid. Cena folcloristica, pernottamento.

M’hamid – Valle del Dades – Boumalne Dades 300km
Mezza pensione. Colazione tradizionale nel deserto. Partenza in direzione di Boumalne Dades. Visita alle Gole del Todra dove il fiume ha creato passaggi fra le pareti larghi in alcuni punti non più di 20 metri. Cena e pernottamento in una guest-house a Boumalne Dades.

Boumalne Dades – Ouarzazate 140km
Mezza pensione. Giornata dedicata alla scoperta della Valle del Dades lungo la famosa strada delle 1000 Kasbah. Arrivo nel pomeriggio nella città del cinema, Ouarzazate, cena e pernottaento nel nostro riad.

Ouarzazate – Marrakech 200km
Prima colazione e pernottamento. Partenza per il nord, attraverso il passo piu’ alto del Marocco: il Tizi ‘Ticka (2260mt). Arrivo nel tardo pomeriggio a Marrakech. Durante il tragitto visita alla Kasbah patrimonio Unesco di Ait Ben Haddou. Trasferimento in riad, pasti liberi e pernottamento.

Marrakech – Volo italia
Prima colazione. Trasferimento in aeroporto per le operazioni di check.in. Fine servizi.

POSSIBILITA’ DI ESTENSIONE VACANZA CON SOGGIORNI IN B&B DI 2-3-4 GIORNI A MARRAKECH
POSSIBILITA’ DI PRENOTAZIONE GUIDA ITALIANA PER LE CITTA’/ESCURSIONI FUORI CITTA’


Tour su base privata con autista e guide parlanti italiano

Tour Marocco – LUNGO LE VIE SAHARAWI

♦MARRAKECH ♦TAROUDANT ♦TATA ♦GOULMIME ♦FORT BOU JERIF ♦AGADIR ♦ESSAOUIRA 

I°DAY : Italia – Marrakech. Mezza pensione. In base all’operativo volo trasferimento privato dall’aeroporto al vostro riad nel cuore della Medina. Cena e pernottamento.

II° DAY: Marrakech – Asni – Passo del Tizi n’Test – Taroudant 265 km  Mezza pensione. Partenza per Taroudannt attraverso il passo del Tizi n’Test a 1200 mt di altitudine tra le montagne dell’Alto Atlante.
La strada è molto impegnativa visto i molti tornanti, è considerata una delle vie più panoramiche del Marocco, e permette di ammirare panorami mozzafiato tra gole e villaggi sperduti. Arrivo nel tardo pomeriggio a Taroudant, città racchiusa da bastioni colr ocra e circondata da orti, aranceti e ulivi. Possibilità di passeggiata libera tra le mura della città famosa per i suoi souk e le due piazze principali: Assarag e Talmoklate. Cena e pernottamento in riad.

III° DAY: Taroudant – Ighrem – Tata 175 km Mezza pensione. Il viaggio oggi proseguirà attraverso l’ Anti Atlante per città e villaggi di duro deserto e isolamento, alleggerito da una lunga dritta strada che attraversa questo profondo sud presahariano immergendoci in un’atmosfera unica, facendoci sognare il cammino di Charles de Foucauld, che passò proprio di qui per spiare i popoli del deserto. Piccola deviazione di 37 km per visitare la kasbah e l’Oasi di Tioute, set del film “Ali Baba e i 40 ladroni”. Tata, capoluogo della più calda provincia del sud marocchino, tranquilla e accogliente, è un piccolo villaggio di 30 ksour nella vasta oasi della città. Cena e pernottamento in una maison traditionelle.

IV° DAY: Tata – Akka – Icht – Goulmime/Oasi di Tighmert 284 km  Mezza pensione. Ancora più a sud, le incisioni rupestri lungo asciuttissimi corsi d’acqua ci mostreranno i passati fasti faunistici e floreali di luoghi ora prosciugati dal sole: ad Akka, dove un antico minareto mostra ancor oggi la vastità dell’impero berbero islamico degli Almohadi (minareto uguale alla Giralda di Siviglia, alla Torre di Hassan di Rabat, alla Koutoubia di Marrakech…) affronteremo un sole ancora poco addolcito dal meriggio per ammirare animali (rappresentati sulle rocce) inimmaginabili in luoghi simili, se non addentrandoci nei millenni passati… Partenza per Guelimine, città dal fascino misterioso e oggi famosa per il suo grande mercato e il Festival dei cammelli.  Questo paese è considerato la vera porta del Sahara, qui la lingua cambia, viene parlato il dialetto Hassanya. Passaggiata nel souk per cogliere usi e costumi di questa parte del Marocco. The presso una famiglia di Sarawhi. Cena e pernottamento nei pressi di Goulmime nell’Oasi di Tighmert, in una tipica guest house di proprietà Sarawhi con musica tipica sahariana.

V° DAY: Goulmime – Plage blanche – Fort Bou Jerif 90 km  Mezza pensione. Giornata dedicata all’escursione dell’area di Guoulmime. A pochi chilometri troviamo l’Atlantico. La Regione infatti oltre ai pastori accoglie una comunità di pescatori molto attiva. Direzione per l’insolita località balneare El Ouatia.
Protettorato Spagnolo degli anni ’40 visse un momento di gloria in quanto punto di partenza per la famosa Marcia Verde del Marocco. La spiaggia chiamata Tan Tan Plage o meglio Al Ouatia e situata a 28km ovest di Tan Tan ed è un’ampia estensione di spiaggia battuta dal vento. Pranzo (non compreso) presso il piccolo ed unico ristorante dell’area.

VI° DAY: Fort Bou Jerif – Sidi Ifni – Mirlef – Agadir 220 km  Mezza pensione.
L’acqua sarà padrona della seconda parte del viaggio: sempre lungo rotte di profondo deserto, ma atlantico! Risaliremo a nord, restando a sud, lungo la bellissima e ventilata costa atlantica del Marocco, fino alla regina dei venti alisei, Essaouira.
Partenza al mattino molto presto in direzione di Sidi Ifni ex enclave spagnolo. Risaliamo ancora verso il nord toccando spiagge Atlantiche come Mirlef. La giornata sarà dedicata alla visita del Parco Souss Massa, esso si estende per 33.800 ettari di terreno. Il Parco Nazionale di Souss Massa (entrato tra le Aree Protette del Marocco nel 1991) si trova a sud di Agadir e si estende per 33.800 ettari tra l’estuario del fiume Souss Massa e l’Oceano Atlantico; comprende sette villaggi di tradizione berbera e città crocevia di artigianato.
E’ conosciuto in tutto il mondo per la presenza di particolari esemplari ornitologici, tra cui il famoso eremita calvo (che vive unicamente qua, in via di ripopolamento) e altre specie di ibis, fenicotteri, spatula bianca, tchagra dalla testa nera.
La flora varia a seconda delle zone con più o meno ricchezza di acqua: dai luoghi desertici e rocciosi, a quelli con euforbie e eucalipti, fino alle palmerie lungo il fiume Massa.
La costa del Parco è diversificata: si va dalle spiagge sconfinate di sabbia, agli scogli a strapiombo, dalle armoniose insenature, alle grotte scavate nelle falesie, residenza di pescatori. Cena e pernottamento ad Agadir.

VII° DAY: Agadir – Essaouira.  172Km   Mezza pensione. Partenza lungo la costa in direzione della città dei venti: Essaouira l’antica ex “Mogador”, di carattere Portoghese. Qui arte e musica sono padrone di casa. La Sua antica medina è ricca di gallerie d’arte naif. Skala e i suoi bastioni rivolti sull’Oceano ricordano le antiche testimonianze coloniali. Il suo porto è in continuo fermento, famoso per il commercio della sardina. Possibile qui mangiare pesce appena pescato fatto alla grigia in compagnia del tramonto sul mare. Pernottamento in un Riad / Douar

VIII° DAY: Essaouira. Mezza pensione. Giornata libera per relax e visite individuali.

IX° DAY: Essaouira. Mezza pensione. Giornata libera per relax e visite individuali

X° DAY: Essaouira – Marrakech  177Km.  Mezza pensione. Partenza per il rientro alla città “rossa” attraverso la strada degli Arganier, alberi unici al mondo di origine marocchina, e produttori del famoso olio di Argan. Arrivo nel pomeriggio a Marrakech con trasferimento al riad nel cuore della Medina. Cena e pernottamento.

XI° DAY: Marrakech. Pernottamento e prima colazione. Giornata libera per visite individuali. Possibilità di prenotare guida in lingua italiana per un tour nella Medina attraverso spezie e profumi. Pernottamento

XII° DAY: Marrakech – Aeroporto. Prima colazione e trasferimento privato in aeroporto. Fine servizi

Tour su base privata con autista e guide parlanti italiano

Tour Marocco – Citta’ Imperiali in Riad: non il solito tour…

Città Imperiali in Riad: Tour su base privata 8 giorni 7 notti

Con esperienze originali, degustazioni, e cene tipiche

1° giorno – Marrakech
Arrivo all’aeroporto internazionale di Marrakech, Benvenuto da parte dell’assistente e trasferimento al Riad Sara . Resto del tempo a disposizione. Pernottamento

2° giorno – Marrakech (colazione e cena)
Tradizionale colazione Marrakchi , visita della medina e dei suoi souk. Gli odori, i rumori, i profumi, i colori il trambusto, cambiamenti totali di scena. Un dedalo di viuzze minuscole.
Visita al Dar El Basha Quartier per vedere i “fondouks,” attravesrsare il  Qassabine Souk per la sua frutta secca, spezie e manufatti in vimini, per poi dirigersi verso Smarine Souk il souk dei sarti e tessuti. Sosta al ex mercato degli schiavi, Rahba Kedima Square, per vedere all’opera  i tintori.
Prendetevi una pausa per un tè alla menta dal farmacista berbero, vi proporrà zafferano, paprica, e tradizionali lozioni mediche. Si continua per Rabia market dei tappeti berberi, la El Kebir per la  pelletteria, pantofole, o borse,  fino al Fagharine market a vedere i fabbri, e i gioiellieri ed infine la Kissaria dei  tessuti di lusso.
Se siete alla ricerca di oggetti d’antiquariato e dipinti, chiedete alla vostra guida di condurvi presso la Golden Door Gallery (il negozio delle celebrità).
Durante la visita – una sosta ristoratrice nel famoso Café Arabe – per un bicchiere di tè alla menta .
Visita agli harem al Bahia El Palace, per poi tornare al Riad a rilassarsi. Quando il sole tramonta dietro la Koutoubia – i Marrakchis si incontrano nella famosa Piazza Djemaa El Fnaa – il cuore di Marrakech – questo è il vero Marocco. La sua vasta superfice si  trasforma da un giorno di mercato di frutta, spezie e artigianato ad uno spettacolo immenso di ballerini e musicisti Gnaoua, indovini, incantatori di serpenti e scorpioni, scimmie danzanti, stregoni, cantastorie, una esperienza di vita  da non dimenticare.
La cena è un esperienza di degustazione tagine a Dar Nejjarine, intrattenuti da un duo marocchino e danzatrice del ventre orientale. Rientro al Riad, o per i più intraprendenti  c’è una moltitudine di interessanti locali notturni da visitare, la vostra guida vi mostrerà dove sono situati locali di tendenza,per gustarsi un cocktail, una birra, un calice di vino o champagne – come Jad Mahal, Lotus, The SO Club con musica dal vivo, oppure  al casinò della Mamounia, o in una discoteca fino all’alba ….

3° giorno  Marrakech (Breakfast, picnic lunch and dinner)
Prima colazione in riad. Visita Giardini Majorelle di Yves St Laurent – curati dall’artista Jacques Majorelle nel 1920 – è un affascinante giardino di buganville, palme da cocco, banani, bambù e cactus, l’artista creò un apposito colore il  ‘Majorelle Blue’ per dipingire le opere murarie. Sì continua con la visita dei Giardini Menara del 12 ° secolo – 250 ettari di ulivi, il lago centrale e il  padiglione Saadiane incorniciato dalle montagne innevate dell’Atlante. In passato i giardini Agdal di fichi, ulivi, albicocchi e arancio, e alla periferia della città. Il pranzo sarà a pic-nic durante un trekking cammello attraverso un palmeto di 150 000 palme. Rientro al riad e dopo esservi preparati per la cena, una carrozza a cavallo vi porterà al vostro ristorante per una tipica cena Marrakchi.

4° giorno Marrakech – Casablanca (prima colazione e cenone  di Capodanno)
Prima colazione in riad e check out. Partenza per la capitale economica del Marocco – Casablanca, check-in al ‘boutique hotel’ più recente della città, nel  Blvd Zerktouni –  il Boutique Hotel Gray & Spa con la sua Spa 5 Mondes per coloro che desiderano rilassarsi chill-out o in città all’hotel Golden Tulip Farah o Jnane Sherhazade.
Il tour del pomeriggio prevede la visita all’interno della Moschea Hassan II, l’equivalente della Statua della Libertà per il Nord Africa – essa copre una superficie di 20 000 m2, il raggio laser minareto può essere visto 35 km in direzione La Mecca. Si prosegue per la  United Nations Square, l’ Arab League Parc, la Cattedrale di Notre Dame de Lourdes ‘e una passeggiata lungomare sulla corniche gardita ai Casablancais nelle ore serali.
Da non perdere è il nuovo centro commerciale Marocco in riva al mare, un progetto gigantesco da  2 miliardi di dirham, che con le sue fontane colorate musicali – è stato per i marocchini un modo nuovo e piacevole di fare shoppingSi rientra  attraverso Anfa, dove Churchill e Roosevelt progettarono lo sbarco in Normandia.
Ritorno agli anni 40  per la cena di Capodanno al Rick’s Cafe – un mix di fantasia e realtà di quando l’Oriente incontra l’Occidente. Famoso per il film cult ‘Casablanca’ e il bacio  Bergman / Bogart, l’arredamento è identico a quello della creazione di Hollywood, è il posto dove andare ad ascoltare un po’ di jazz dal vivo.  Il cenone sarà in stile americano.

5° giorno Casablanca – Rabat – Fes (prima colazione e cena).
Colazione e check-out. Per il primo giorno del 2013 il tour prosegue verso la capitale del Marocco, Rabat a vedere la Tour Hassan’s esplanade – iniziata nel 1196 dal sultano Yacoub El Mansour – ma non finito e per lungo tempo ignorata – è l’emblema di Rabat e l’orgoglio dei suoi abitanti. La scelta di costruire il Mausoleo Mohamed V al suo lato testimonia l’importanza di questo monumento. Secondo la tradizione della necropoli reali, la sua costruzione utilizza antiche tecniche artigiane, cupole in mogano, soffitti in legno di cedro decorati in foglia d’oro, fregi calligrafici, colonne di marmo.
Si continua in direzione Fes, check-in al Riad Dar Bensouda. Cena in riad e pernottamento.

6° giorno – Fes – la capitale spirituale (colazione e pranzo)
Prima colazione tradizionale nel Riad e giornata dedicata alla scoperta della medina di Fes – la  più grande e più antica medina del mondo (insieme a quella di Tunisi)-. Patrimonio mondiale dell’Unesco, è rimasta la stesso dal 12 ° secolo, essa si articola in 20 ‘sub medine’. La capitale spirituale è viva di mestieri tradizionali, qui si trovano i migliori artigiani e maestri e le famose concerie nel cuore della medina. Fes El Bali è uno dei luoghi più belli del Marocco – con i suoi palazzi, moschee, scuole coraniche, fontane, zaouias … I suoi vicoli sono pieni di segreti,  trai  tradizionali forni pubblici e le bancarelle colorate, si nascondono locali di tendenza. Uno di essi è il Clock Café, inaugurato nel 2008 da una coppia di inglesi – organizza mostre, concerti, gruppi di discussione, conferenze, proiezioni di film e anche corsi di calligrafia. La sua specialità è il camelburger, ma c’è anche pane all’aglio, lasagne e anche budino – si puà così trovare nel cuore della medina  un misto di inglese, italiano, francese e marocchino da gustare … Il suo nome è  dato dal mitico orologio idraulico ì.

7° giorno Ouarzazate / Marrakesh
Prima colazione, mattinata libera  e pranzo libero oppure, a seconda del trattamento prescelto pranzo in hotel. Nel pomeriggio partenza per rientrare a Marrakesh. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento..

8° giorno: Marrakesh / Aeroporto

Dopo la prima colazione partenza per l’aeroporto, assistenza e rientro in Italia.

I prezzi includono
{C}-         {C}07 notti in Riad e pasti come da programma
{C}-         {C}Auto con aria condizionata e con autista parlante italiano a disposizione per tutta la durata del viaggio.
{C}-         {C}Guide locali qualificate
{C}-         {C}ingressi ai momumenti e facchinaggio negli hotel
{C}-         {C}tasse e servizi

close
Thanks !

Thanks for sharing this, you are awesome !