3D LA THAILANDIA DEGLI ANTICHI KHMER MISTICO ISARN

Giorno 1 (L,D) Khao Yai National Park

07:30 Inizio dei pick-up dei partecipanti dai vari hotels.

08:30 ca. pick ultimi pick-up dagli Easy Smile Hub Hotelse partenza per il tour in direzione Nord-Est.

Presto si entrerà nella rurale provincia di Prachinburi fino a raggiungere l’ingresso sud del Khao Yai, il Parco Nazionale più noto del Paese e tra i più importanti del sud-est asiatico.

10:30 ca ingresso al Parco ed inizio delle visite con le stupende cascate Heu Narok (richiede camminata nella foresta su percorso battuto e frequentato di circa 3 Km RT. Nella stagione arida invernale la cascata potrebbe essere in secca).

A seguire visita dell’headquarter, dove si potranno ammirare i risultati degli studi scientifici condotti su diverse rare specie animali presenti nel parco ed oggi in pericolo di estinzione.

Uscita dal Parco dal versante nord, ammirando lungo il percorso lo stupendo paesaggio montano.

Proseguimento fino al capoluogo di Korat (Nakhorn Ratchasima), la principale città dell’Isaan che con i suoi tre milioni di abitanti è la seconda più grande della Thailandia dopo Bangkok.

17:30 ca. Arrivo previsto a Korat.

Sistemazione e cena in hotel.

Pernottamento a Korat.

 

******DETTAGLI SULLE PERCORRENZE DI GIORNATA******

Bangkok – Khao Yai (ingresso Sud): 130 Km ca – strade statali a singola/doppia corsia per senso di marcia. Traffico a tratti intenso. Percorso interamente pianeggiante.

Attraversamento del Khao Yai National Park: 70 Km ca. Percorso montano con alcuni tratti a forte pendenza. Strada interamente asfaltata ed in ottimo stato.

Khao Yai (ingresso Nord) – Korat: 120 Km ca. Di cui 90 su strada statale a doppia/tripla corsia per senso di marcia. Traffico a tratti intenso. Percorso pianeggiante, a tratti ondulato.

 

Giorno 2 (B,L,D) Wat Phimai, Prasat Phanom Rung, Prasat Muang Tam, Sikhoraphum, (Kampheng Yai)

Colazione e check out.

07:30 Partenza alla scoperta delle meraviglie dell’Impero dei Khmer.

Il periodo storico relativo al ruolo di dominazione Khmer sul Sud Est Asiatico è antecedente il Regno del Siam. Le opere architettoniche principali realizzate in quella che è l’odierna Thailandia dai grandi conquistatori cambogiani e tramandateci fino ad oggi risalgono ad un arco temporale che si estende tra l’inizio del X e la metà del XIII secolo.

Da Korat si risalirà verso nord-est fino a raggiungere Phimai, oggi piccola cittadina dai connotati tipicamente rurali ma sede in epoca Khmer di un importante principato direttamente collegato attraverso la “Dharmasala Route” alla mitica Angkor. Oggi possiamo ancora ammirare le stupende e mounumentali rovine del Wat Phimai, il grande tempio posto al centro della città antica e cuore pulsante fino dall’XI secolo della corrente Vajrayana del Buddismo.

09:30 termine delle visite a Phimai. Si seguirà l’antico percorso della Dharmasala Route scendendo in direzione sud-est verso il sontuoso tempio Phanom Rung, nella provincia di Buriram.

11:30 arrivo ed inizio delle visite. Edificato nel XI / XII secolo al culmine di una collina sacra, il Phanom Rung ci ha tramandato alcune tra le più raffinate incisioni a bassorilievo che hanno reso famosa al mondo l’arte degli antichi Khmer.

Breve spostamento fino al Prasat Muang Tam, altro splendido gioiello dell’arte Khmer la cui storia è piuttosto oscura e misteriosa. Difficilmente databile con precisione, risale probabilmente al X secolo.

14:30 proseguimento per un lungo trasferimento verso la grande città di Ubon Ratchathani, nel profondo “Isarn” (Thailandia del Nord-Est), effettuando lungo il percorso altre visite di alto interesse storico ed architettonico.

Poco oltre la città di Surin si trovano infatti le rovine del Sikhoraphum, tra i templi Khmer più antichi e risalenti al X o forse al IX secolo DC.

Nei pressi del capoluogo di Sri Saket troviamo invece il Wat Kampheng Yai, nome in lingua Thai moderna che significa “grande muro di cinta” a denotare la maestosità di questo interessantissimo luogo di culto edificato tra il XI e XII secolo (la visita al Wat Kampheng Yai è soggetta alla verifica dei tempi impiegati durante la giornata)

18:30 ca. Arrivo ad Ubon.

Sistemazione e cena in hotel.

Pernottamento ad Ubon

 

******DETTAGLI SULLE PERCORRENZE DI GIORNATA******

Korat – Phimai: 65 Km. strada statale a doppia corsia per senso di marcia Percorso interamente pianeggiante.

Phimai – Phanom Rung: 120 Km strade statali a due corsie per senso di marcia alternate a strade rurali a veloce percorrenza e in ottimo stato. Percorso interamente pianeggiante

Phanom Rung – Surin: 90 Km ca. veloci strade statali a singola/doppia corsia per senso di marcia. Percorso interamente pianeggiante.

Surin – Ubon ratchathani: 170 Km ca. veloci strade statali a doppia corsia per senso di marcia. Percorso interamente pianeggiante.

 

Giorno 3 (B,L,) Villaggio di Ban Khawn Sai – fiume Maekhong (Khongjiam) – Pla Taem National Park

Colazione e check-out.

09:30 partenza per le visite di giornata che condurranno fino al fiume Maekhong, uno dei grandi fiumi asiatici, che divide la Thailandia dal Laos.

Breve tappa lungo il percorso presso il villaggio rurale di Ban Khawn Sai dove gli artigiani locali producono con mani sapienti I “gong” in bronzo che verranno destinati ai templi Buddisti dell’intero Paese. Si ammireranno gli artigiani all’opera mentre forgiano e decorano i dischi in bronzo negli improvvisati e rudimentali laboratori.

10:45 ca si raggiungerà il Maekhong portandosi fino al villaggio di Khongjiam posto sulla confluenza del grande fiume asiatico con il corso del Mun, il fiume principale dell’altipiano dell’Isarn.

In questo punto le due correnti d’acqua limpida del Mun e fangosa del Maekhong formano una spettacolare intersezione di colori (fenomeno ammirabile solo in alcune stagioni dell’anno). Per questo motivo il Maekhong viene qui chiamato “Mae Nam Song See”, il “fiume dai due colori”.

Da qui si partirà per un’entusiasmante crociera fluviale navigando sul punto di incontro dei due corsi. Attraversando paesaggi naturali incontaminati si raggiungerà la sponda opposta del fiume dove si può scorgere un sonnolento villaggio laotiano e ammirare lo scorrere della vita lungo il fiume (il villaggio Laotiano è privo di dogana e non è quindi consentito scendere dalla barca).

13:30 si proseguirà in direzione nord costeggiando il corso del Maekhong fino a raggiungere il vicino Parco Nazionale di Pha Taem per la visita delle bizzarre formazioni rocciose di Sao Chaliang. Si raggiungerà quindi la cima di Lan Hin Taek che termina con una parete rocciosa a picco sulla foresta sottostante.

Proseguimento per il centro visitatori e sosta per una stupenda panoramica sul Laos, dal punto noto per essere la prima località dove tramonta il sole in Thailandia.

Si inizierà la discesa lungo un sentiero di facile percorribilità, fra la fitta vegetazione e costeggiando il dirupo lungo la parete rocciosa sulla quale si scorgono nitidamente le famose pitture rupestri di Pha Taem, risalenti a più di 3000 anni fa. Una recente teoria antropologica ci illustra come tali incisioni siano state realizzate da Sciamani in stato di trance. Le immagini raffigurate sono simili a quelle ritrovate in altre località distanti molte migliaia di km.

Al termine della visita, trasferimento di rientro a Ubon Ratchathani.

17:00 ca. arrivo all’aeroporto di Ubon.

UBP BKK. Please book TG 2029 18.05 19.10 / voli intercontinentali dopo le 19.00

Fine dei nostri servizi.

 

******DETTAGLI SULLE PERCORRENZE DI GIORNATA******

Ubon ratchathani – Khongjiam: 120 Km ca. veloci strade statali a doppia corsia per senso di marcia. Percorso interamente pianeggiante.

Khongjiam – Pha Taem: 40 Km ca. veloci strade statali a singola corsia per senso di marcia / strade rurali in ottimo stato. Percorso interamente pianeggiante.

 

CONDIZIONI:

Partenze giornaliere su base privata