Tour India – 1.16 Gujarat la culla del Mahatma 13 notti – 14 giorni

Ahmedabad – Bajana – Bajana – Wankaner – Sasan Gir NP – Diu – Palitana – Mumbai

TOUR PRIVATO CON GUIDE LOCALI IN ITALIANO, IN INGLESE OVE NON DISPONIBILI.
POSSIBILITA’ DI GUIDA / ACCOMPAGNATORE PARLANTE ITALIANO PER TUTTA LA DURATA DEL TOUR

Un viaggio in Gujarat è una scoperta dell’India vera. Un viaggio in un India rurale e ancora genuina che si sviluppa in zone al di fuori dei circuiti turistici tradizionali ove le accomodation sono rare, talvolta molto semplici e con minori livelli di comfort. Si verrà a contatto con popolazioni che vantano un antico patrimonio di tradizioni assai lontano dalle nostre consuetudini; per questo motivo è assai importante un corretto approccio ed un comportamento sensibile e tollerante verso questi valori.
Il viaggio è pertanto consigliato a viaggiatori con buono spirito di adattamento, in alcune occasioni le tappe possono risultare lunghe e faticose ma si verrà ripagati con esperienze ed incontri autentici che rappresenteranno ricordi indelebili tra le vostre esperienze di viaggio.

La stagione migliore e consigliata per effettuare il viaggio nella regione va da ottobre a marzo.
La visita ad alcune zone dello stato (Great Rann of Kutchh) necessita di particolari permessi (Tourist Permit) e non ci sono molti hotel di livello pertanto è consigliabile pianificare il viaggio con anticipo.

1° Giorno arrivo ad Ahmedabad
All’arrivo ad Ahmedabad, sistemazione in hotel e visita della Jama Masjid, al Sabarmati Ghandi ashram il primo ashram del Mahatma da lui fondato al ritorno dal Sud Africa; successivamente si visiterà il pozzo a gradoni dell’Adalaj Vav. I pozzi a gradoni sono una caratteristica della regione del Gujarat e del Rajasthan.

2° Giorno Ahmedabad – Patan – Modhera – Bajana (240km – 6h)
Tappa lunga. Partenza di buon mattino verso Patan, ove si visiterà uno dei pozzi a gradoni tra i più straordinari dell’intera India. Il gigantesco Rani-ki-vav (pozzo della Regina) risalente al XI°sec. come gli altri pozzi del genere nell’India occidentale, era un vero e proprio luogo di incontro ove le donne si procuravano l’acqua per la casa e gli uomini si riparavano dalla calura del giorno. Le magnifiche sculture ne fanno uno dei luoghi inseriti dall’Unesco nella lista del patrimonio mondiale dell’umanità.
Poco distante si scoprirà un altro luogo speciale: il Tempio del Sole di Modhera, risalente al XI° sec. Anch’esso costruito dalla dinastia Solanki. Proseguimento verso Bajana, ai margini del Little Rann of Kutchh.

3° Giorno Bajana (Little Rann of Kutchh)
L’intera giornata sarà dedicata alla scoperta del Little Rann of Kutchh, un particolare ecosistema composto da saline paludose e terreni inospitali ma ricco di biodiversità, che ospita una fauna variegata di uccelli migratori, fenicotteri, pellicani, gazzelle ed è anche l’ultimo rifugio dell’asino indiano (khur). Lungo il percorso sarà possibile osservare le tribù locali (kholi) al lavoro nelle saline.

4° Giorno Bajana – Samakiali – Ajirakhpur – Hodka (Shaam e Sharhad village Resort)
Trasferimento con sosta ad alcuni villaggi lungo il percorso per la visita ad alcune tipiche attività artigianali (handblock printing).  All’arrivo ad Hodka sistemazione in un campo tendato, un rifugio autentico ed affascinante attentamente gestito dalla comunità locale: la porta ideale verso il ricco e variegato patrimonio della regione del Kutchh.
Il progetto dello Shaam-e-Sharhad è nato con l’intento di promuovere nuove opportunità di sostentamento nelle zone rurali attraverso l’azione comunitaria e con lo scopo di sviluppare la cultura e l’artigianato locale (gli abitanti sono proprietari e gestiscono il resort) come mezzo di sostentamento vitale per le comunità rurali a basso reddito.

5° Giorno Hodka & around (handicraft makers and tribes village tour) (Shaam e Sharhad village Resort)
Meghwal, jatt, mutwa, ahir, rabari: queste sono solo alcune del mosaico di tribù che si potranno incontrare durante l’escursione quotidiana e nella prima parte della giornata di domani, attraverso gli aridi e inospitali paesaggi che compongono il Grande Rann of Kutch.

6° Giorno Hodka – Bhuj – Wankaner (Royal Oasis) (263km – 6,5h)
La giornata sarà lunga quindi sarà bene gestire i tempi con attenzione. Lungo il percorso a Bhuj è prevista la visita al complesso del Darbargadh che include i palazzi dell’Aina Mahal e del Prag Mahal per poi proseguire il viaggio che porterà fino a Wankaner, nella penisola del Saurashtra.

7° Giorno Wankaner – Rajkot – Sasan Gir NP (The Gateway hotel) (203km – 5h)
Partenza di primo mattino per consentire di raggiungere il parco del Sasan Gir e di effettuare un primo safari nel tardo pomeriggio. Il parco é stato ricavato dalla riconversione dei territori di caccia dei Nawabs di Junagadh ed ospita più di 300 specie di uccelli, diversi mammiferi (gli unici esemplari di leone asiatico, leopardi, iene, scaicalli e manguste) e numerose specie di rettili.

8° Giorno Sasan Gir – Diu (99km – 3,5h)
Ancora tempo per effettuare un ulteriore safari nel parco alla ricerca degli unici esemplari di leone asiatico, attraverso il bellissimo paesaggio. Prosecuzione verso le bianche chiese portoghesi ed il passato coloniale dell’isola di Diu.

9° Giorno Diu
E’ facile apprezzare Diu, la sua tranquilla atmosfera decadente, passeggiando per le viuzze dalle case colorate, visitando le grandi chiese luminose, l’imponenza del suo forte e rilassandosi lungo le sue spiagge. Sono queste le attività da dedicare ad un luogo che sembra ancora fuori dal tempo.

10° Giorno Diu – Palitana (175km – 4,5h)
Ancora un po’ di tempo per indugiare nell’ambiente rilassato di Diu e poi trasferimento verso Palitana.

11° Giorno Palitana
Partenza all’alba alla scoperta di uno dei luoghi sacri al jainismo più spettacolari dell’intera India: la Shatrunjaya hill, per raggiungere la quale è necessario superare circa 3300 scalini (sono disponibili delle portantine). La cima della collina ospita due complessi fortificati contenenti ognuno un tempio principale e centinaia di tempietti minori. La finissima decorazione a cesello della pietra, il continuo afflusso di fedeli, l’atmosfera religiosa e l’eccezionale locazione contribuiscono a far di questo luogo una meta straordinaria ed indimenticabile.

12° Giorno Palitana – Bhavnagar (70km – 2,5h) – volo – Mumbai
Trasferimento all’aeroporto di Bhavnagar per il volo verso Mumbai. All’arrivo trasferimento in città e tempo libero a disposizione.

13° Giorno Mumbai
Dalla “Gate of India”, in battello si raggiunge l’isola di Elephanta (se le condizioni meteo sono favorevoli), famosa per i suoi notevoli templi rupestri ed in particolare la bellissima statua a tre volti dedicata a Shiva nella sua rappresentazione di Trimurti (creatore, conservatore e distruttore). Al ritorno a Mumbai si vedranno alcuni degli edifici coloniali più caratteristici della città: quali il Chhatrapati Shivaji Terminus (Victoria Terminus), la St. Thomas cathedral, la High Court, il Taj Mahal Palace hotel e la Gate of India. Trasferimento in aeroporto per l’imbarco del volo per l’Italia.

14° Giorno Mumbai – Italia
Prima colazione in hotel e trasferimento all’aeroporto in tempo utile per l’imbarco per il volo di rientro in Italia.

LA QUOTA COMPRENDE:

  • accoglienza e assistenza in aeroporto all’arrivo e alla partenza
  • sistemazione in albergo in camera doppia;
  • colazione tutti i giorni in hotel;
  • trasferimenti con auto privata e autista locale parlante inglese
  • tutte le visite e le escursioni descritte nell’itinerario con guide locali parlanti inglese
  • due safari al Sasan Gir National Park
  • tutte le tasse governative applicabili e i relativi costi di servizio;

LA QUOTA NON COMPRENDE:

  • visto per l’India
  • spese per l’utilizzo di macchine fotografiche e/o videocamere
  • tutte le spese personali, quali mance, bevande al tavolo, facchinaggi, lavanderia, chiamate telefoniche
  • tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”.

NOTA:

-In generico, Check-in all’hotel: 14.00 ore / check-out : 12.00 ore. In caso di ogni modifica, vi informeremo di conseguenza
-Check-in all’aeroporto domestico: 02 ore minimo prima della partenza
-Check-in all’aeroporto internazionale: 03 ore minimo prima della partenza

Un viaggio in Gujarat è una scoperta dell’India vera. Un viaggio in un India rurale e ancora genuina che si sviluppa in zone al di fuori dei circuiti turistici  ove le accomodation sono rare, talvolta molto semplici e con minori livelli di comfort. Si verrà a contatto con popolazioni che vantano un antico patrimonio di tradizioni assai lontano dalle nostre consuetudini; per questo motivo è assai importante un corretto approccio ed un comportamento sensibile e tollerante verso questi valori.
Il viaggio è pertanto consigliato a viaggiatori con buono spirito di adattamento, in alcune occasioni le tappe possono risultare lunghe e faticose ma si verrà ripagati con esperienze ed incontri autentici che rappresenteranno ricordi indelebili tra le vostre esperienze di viaggio.