Tour India – 2.05 estensioni in Ladakh

TSO KAR E TSO MORIRI

Dallo Tso Moriri, con due giorni di viaggio, è anche  possibile  raggiungere  Manali, la hill station più importante dello stato dell’Himachal Pradesh,  un luogo dall’affascinante atmosfera  ove si possono  organizzare facili trekking ed anche  solo riposarsi tra le sorgenti termali ed i numerosi  caffè dopo  i rigori della montagna. Da Manali è possibile  collegarsi al nostro programma “Sapore di Himalaya”  e terminare  il viaggio ad Amritsar dopo essere passati da Dharamsala oppure  dirigersi verso Delhi via Shimla e Rishikesh.

1° Giorno LEH – TSO KAR (4600MT)
Partenza da Leh percorrendo  per un tratto il corso dell’Indo per poi salire al passo di Taglang La (5300mt), sempre battuto dal vento. Sull’altro  versante si scende in un’ampia valle coperta da radi prati sui quali pascolano greggi di pecore guidate da solitari pastori. Si lascia la strada per Manali e si imbocca una tranquilla valle fino a raggiungere le rive salate del lago Tso Kar.
La zona è anche un santuario di fauna selvatica, che ospita marmotte,  asini  selvatici una  grande  varietà  di  uccelli migratori. Sistemazione  al campo tendato  con tempo da trascorrere lungo le rive del lago godendo della luce e dei riflessi in compagnia di curiose e timide marmotte.
Cena e pernottamento.

2° Giorno TSO KAR – KORZOG (TSO MORIRI CAMP- 4600MT)
Si  prosegue lungo valli silenziose oltrepassando due  alti passi ricoperti di sventolanti bandiere di preghiera tibetane, girando intorno a scure montagne con marmotte e placidi yak al pascolo. L’arrivo al lago Tso Moriri regala i riflessi delle sue acque di un cangiante colore blu zaffiro ed il fascino  ed i silenzi di una natura incontaminata. Sistemazione al campo tendato al villaggio di Korzog e tempo a disposizione per passeggiate lungo  il lago. Il villaggio ospita anche un piccolo monastero buddista.
Cena e pernottamento.

3° Giorno TSO MORIRI – CHUMANTHANG LEH (210KM)
Si lascia l’incanto selvaggio  dello Tso Moriri tornando verso Leh percorrendo la strada che segue il  corso dell’Indo  e transitando per il villaggio  di Chumathang e le sue sorgenti calde.

PANGONG TSO

Diversi viaggiatori scelgono di effettuare questa escursione in giornata ma si tratterebbe di un percorso estenuante, lasciando ben poco spazio per apprezzare il magnifico ambiente naturale intorno al lago e lungo il percorso. Noi proponiamo questo programma in almeno due giorni, con maggior tempo a disposizione per godere della selvaggia bellezza dei luoghi.

1° Giorno LEH – SPANGMIK (PANGONG TSO) (155KM – 6H)
Partenza da  Leh diretti a  sud verso uno dei più grandi laghi salini dell’Asia che per tre quarti appartiene al Tibet. Raggiunto  il villaggio  di Karu, si lascia la valle dell’Indo per salire lungo una strada che diventa sempre più difficile mano a mano che si sale fino a raggiungere  il passo del Chang- La (5430mt).  La discesa sull’altro versante gratifica presto il viaggio con la selvaggia ed austera bellezza del paesaggio. Raggiunto   il lago di Pangong Tso, sistemazione  nel campo tendato e tempo a disposizione per passeggiate lungo le rive alla ricerca di silenzi, luci e riflessi. Cena e pernottamento.

2° Giorno SPANGMIK (PANGONG TSO) – LEH
Ancora qualche ora nella frizzante aria e pura luce del mattino per apprezzare  il luogo prima di fare rientro a Leh lungo la stessa strada del giorno precedente.