Tour India – 3.04 l’impero Hoysala – 10 Giorni – 9 Notti

Da Bangalore a Goa
Bangalore – Mysore – Hassan – Hospet – Badami – Goa -Mumbai
TOUR PRIVATO CON GUIDE LOCALI IN INGLESE (ITALIANO OVE DISPONIBILI).POSSIBILITA’ DI GUIDA / ACCOMPAGNATORE PARLANTE ITALIANO PER TUTTA LA DURATA DEL TOUR
Partendo dalla moderna Bangalore ci si addentra nelle campagna, orlata da favolosi templi in pietra, che fu impero della dinastia Hoysala, fino ad arrivare alla vivace Goa rinomata per le spiagge e per l’architettura coloniale portoghese, un breve volo vi porterà alla capitale del cinema indiano Mumbai, meta finale del viaggio.

1° Giorno Bangalore  arrivo 
Arrivo all’aeroporto di Bangalore capitale del Karnataka che come Palo Alto in California una delle capitali mondiali dell’informatica, a Bangalore vi sono uffici delle maggiori società informatiche del pianeta e gran parte dei software che usiamo abitualmente sono stati sviluppati a Bangalore.
Incontro con il ns. rappresentante locale e trasferimento In hotel tempo a disposizione

2° Giorno Bangalore – Somnathpur – Mysore (181km – 4,5h)
Partenza per Mysore con sosta a Somnathpur, dove vi è  il Chennakesava Temple, uno dei più bei esempi di templi costruiti dalla dinastia degli Hoysala.
Tempio sconsacrato inizialmente dedicato a Lord Shiva si caratterizza per le pareti di pietra finemente cesellate e intagliate di figure della mitologia e religione Indù.
Molto interessante visitare la zona del mercato e curiosare nelle botteghe artigianali, dove, tra la moltitudine di arti e mestieri, si trovano anche maestri d’incisione del legno
Serata a disposizione e pernottamento in hotel.

3 ° Giorno Mysore
Mysore, è conosciuta anche come la Città dei Palazzi di cui il più famoso è il Mysore Palace , costruito nel 1912 in stile Indo-Saraceno è un edificio con cupole, torri, archi e colonne, Vrindavan Garden, il giardino con fontane di luce e musica, questo luogo si trasforma in un fiabesco paesaggio di sera.
A 16 km, si trova Srirangapatnam dove è possibile ammirare un bel palazzo estivo di Tipu Sultan e il vicino “gumbaz”, mausoleo che contiene le tombe di Tipu Sultan e di suo padre Hyder Ali, il Vidhana Soudha, una magnifica struttura in granito che ospita la Legislative Chambers del governo locale e il Bull Temple, famoso per la statua monolitica di Nandi, il toro divino veicolo di Shiva, scolpito in stile dravidico, che misura 4,57 m in altezza e 6,10 m in lunghezza. Il Tempio di Iiskon, complesso che unisce l’architettura indiana moderna con quella dei tradizionali stili de templi indiani del sud e fu costruita per offrire un centro di meditazione, insegnamento oltre che e luogo di ritiro. 

4° Giorno Mysore –  Shravanabelagola – Hassan (135km – 3,5h)
Partenza per Bangalore
Durante il tragitto sosta a Shravanabelagola.
Shravanabelagola – tempio Giainista situato su un’imponente collina che ospita la gigantesca statua monolitica di Bahubali, eretta nel X secolo e alta 18 metri, una delle più alte statue al mondo. E’ l’immagine di Gommateshvara, un re che abbandonò onori e gloria per dedicarsi alla vita spirituale, la prima persona che raggiunse la liberazione. Shravanabelagola uno dei luoghi santi della religione giainista si trova a metà strada tra Mysore e Bangalore nel Karnataka. Qui è possibile incontrare con un po’ di fortuna anche qualche monaco giainista. La parola ”giainista” deriva da ‘jina’ in sanscrito ‘conquistatore’, la religione giaina è la più esigente tra quelle indiane e mira al perfezionamento di sé con l’abbandono del mondo materiale, delle sue preoccupazioni (sonno, pulizia, cibo), di qualsiasi forma di violenza (pensieri, discorsi) e anche contro ogni tipo di animale. Liberarsi dal desiderio è necessario per liberare l’anima dal ciclo delle reincarnazioni, l’anima deve liberarsi dalla materia e da tuto il karma accumulato in precedenza.
Arrivo ad Hassan sistemazione in hotel e tempo a disposizione.

5 ° Giorno Hassan – Belur – Halebidu – Hospet (352km – 8h)
Partenza per Hassan, lungo il tragitto visita di  Belur e Halebidu.
Belur: Fu una grande città degli Hoysala che regnarono nell’India meridionale tra XI e XIV  secolo. Durante l’impero Hoysala furono costruiti numerosi edifici religiosi nell’attuale stato del Karnataka. Tra questi spicca lo stupendo tempio di Chennakeshava, che da solo vale la visita a Belur. Potrete ammirare la ricchissima statuaria che illustra le epopee induiste, caratterizzata da una grande ricchezza di decorazioni. 
Halebid: In prima visione ci si chiede come questo piccolo villaggio potrebbe essere stato una volta la capitale della potente dinastia Hoysala. Anche se la città fu distrutta, il Tempio Hoysala è testimone della sua passata grandezza, in quanto è coperto di sculture squisite.
Arrivo ad Hospet, sisitemazione in Hotel e tempo a disposizione

7° Giorno  Hospet – Hampi –  Hospet 
Partenza in per Hampi dove vicino ci sono i resti di una delle più potenti capitali dell’India medievale: la “Città della Vittoria”, Vijayanagar. E’ uno dei luoghi più straordinari di tutta l’India: i templi e le rovine si estendono su una superficie di ben 25km2 in un paesaggio caratterizzato da tondeggianti massi basaltici, macchiettato da bassa vegetazione e delimitato dal sinuoso corso di un fiume. Il luogo è incredibile ed i templi in buono stato di conservazione fanno di Vijayanagar un vero e proprio museo all’aria aperta. Rientro ad Hospet per il pernottamento.

7° Giorno  Hospet – Aihole – Pattadakal – Badami (162km – 4h)
Trasferimento verso Badami con soste lungo il percorso per la visita ai complessi di templi di Aihole e Pattadakal, che offrono significativi esempi dell’arte della dinastia dei Chalukya (VI°-XII° sec.). All’arrivo a Badami, sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

8° Giorno  HampI – Velha Goa – Panjim (260Km – 7h)
Partenza verso lo stato di Goa. Arrivo e  si procede verso la costa nel villaggio di Panjim. Sitemazione e serata a disposione

9° Giorno  Panjim (Goa)
Giornata libera per rilassarsi o per chi desidera visitare Old Goa.
Velha Goa servì da capitale ai portoghesi per poi essere abbandonata per le continue epidemie di malaria e colera. A testimoniare l’importante passato rimangono nella cittadina attuale, tre grandi chiese e la Basilica del Bom Jesus ove sono tumulate le spoglie del missionario San Francesco Saverio. Il luogo è stato dichiarato patrimonio mondiale dall’Unesco. 

10° Giorno  Panjim – Dabolim airport (volo di primo mattino) – Mumbai 
Trasferimento all’aeroporto per il volo per Mumbai. Sistemazione in hotel nei pressi dell’aeroporto con trattamento di “day-use” e trasferimento in città per visita di alcuni degli edifici coloniali più caratteristici della città quali il Chhatrapati Shivaji Terminus (Victoria Terminus), il Crawford market, la High Court University di Mumbai, il Taj Mahal Palace hotel e la Gate of India. Trasferimento in aeroporto per l’imbarco al volo per l’Italia.

10° Giorno  Mumbai – Italia
Partenza da Mumbai nella notte e arrivo in Italia nella prima mattinata.

Un viaggio in Karnataka è una scoperta dell’India vera. Un viaggio in un India rurale e ancora genuina che si sviluppa in zone al di fuori dei circuiti turistici ove le accomodation sono rare, talvolta molto semplici e con minori livelli di comfort. Si verrà a contatto con popolazioni che vantano un antico patrimonio di tradizioni assai lontano dalle nostre consuetudini; per questo motivo è assai importante un corretto approccio ed un comportamento sensibile e tollerante verso questi valori.
Il viaggio è pertanto consigliato a viaggiatori con buono spirito di adattamento, in alcune occasioni le tappe possono risultare lunghe e faticose ma si verrà ripagati con esperienze ed incontri autentici che rappresenteranno ricordi indelebili tra le vostre esperienze di viaggio.

LA QUOTA COMPRENDE:

  • accoglienza e assistenza in aeroporto all’arrivo e alla partenza
  • sistemazione in albergo in camera doppia
  • prima colazione tutti i giorni in hotel
  • tutte le visite e le escursioni descritte nell’itinerario con guide locali parlanti inglese
  • trasferimenti e visite in auto privata con aria condizionata per tutto il viaggio con autista parlante inglese
  • tutti gli ingressi ai monumenti descritti nell’itinerario
  • tutte le tasse governative applicabili e i relativi costi di servizio

LA QUOTA NON COMPRENDE:

  • visto per l’India
  • spese per l’utilizzo di macchine fotografiche e/o videocamere
  • assicurazione medica, bagaglio e annullamento viaggio
  • tutte le spese personali, quali mance, bevande al tavolo, facchinaggi, lavanderia, chiamate telefoniche
  • tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”.

NOTA:
-In generico, Check-in all’hotel: 14.00 ore / check-out : 12.00 ore. In caso di ogni modifica, vi informeremo di conseguenza
-Check-in all’aeroporto domestico: 02 ore minimo prima della partenza
-Check-in all’aeroporto internazionale: 03 ore minimo prima della partenza