PONTE IMMACOLATA – LA PUGLIA CHE NON TI ASPETTI – 5/9 DEC

1° GIORNO 5 DICEMBRE – BARI VECCHIA
Per chi arriva in volo, incontro con il nostro personale qualificato presso gli arrivi dell’aeroporto di Bari, diversamente incontrerete, il nostro staff, direttamente in Hotel.
Sistemazione presso Hotel Palace 4*, o similare
Possibilità di pranzo facoltativo presso uno dei ristorantini tipici del capoluogo pugliese (non incluso)
Nel primo pomeriggio appuntamento con la guida, certificata dalla Regione Puglia, al Castello (piazza Federico II di Svevia) per iniziare la visita guidata al centro antico. Il percorso ha una durata di circa due ore e mezzo e mostra diversi aspetti della Bari vecchia che negli ultimi anni ha subito una trasformazione offrendo al visitatore una diversa prospettiva sul patrimonio culturale, i monumenti, l’arte, le tradizioni e l’enogastronomia. Il nostro percorso inizia dal Castello Normanno Svevo, simbolo della città e uno dei manieri fortificati più grandi di Puglia, costruito dai Normanni nel XII secolo e ricostruito, dopo essere stato distrutto, nel corso del XIII secolo da Federico II e rimaneggiato nel corso del tempo; il castello è posto in una posizione strategica a pochi metri dalla cattedrale di San Sabino e a difesa della città vecchia.
La Cattedrale di San Sabino è uno degli esempi più importante del romanico pugliese, eretta nel XIII secolo è una delle più antiche sedi vescovili, si sviluppa a tre navate divise da 16 colonne, sull’altare maggiore grande importanza viene data alle reliquie di San Sabino, nella cripta si trova l’immagine della Madonna dell’Odegitria.
Percorrendo i vicoli del centro storico si giunge alla Basilica di San Nicola, altro esempio di architettura romanico pugliese e simbolo dell’unione tra oriente e occidente, nonché maggiore attrazione per i pellegrini provenienti da tutto il mondo. La basilica risale al IX secolo, il semplice prospetto è arricchito da un bellissimo rosone e da due alte torri poste ai lati; l’interno è arricchito da particolari capitelli medioevali, il ciborio, l’altare in argento e dal soffitto con cassettoni lignei che fanno da cornice a tele del ‘600; ma ciò che attira i devoti, che con le loro donazioni negli anni hanno accresciuto il tesoro della basilica custodito all’interno del museo nicolaiano, è la tomba di San Nicola situata nella cripta.
Il percorso si conclude a Piazza Mercantile oggi è considerata il salotto mondano, qui si affacciano importanti palazzi tra cui il Sedile, il Palazzo della dogana e una particolare colonna detta della giustizia risalente al XIII secolo conosciuta anche come colonna infame e piazza del Ferrarese dove, un tempo, sorgeva la porta di mare o porta Lecce, l’accesso permetteva l’ingresso ai mercanti per la vendita delle loro merci nella vicina piazza Mercantile.
Al termine consigliamo una rinvigorente cioccolata calda. Rientro libero in hotel. Per la cena (non inclusa) consigliamo uno dei tantissimi ristoranti tipici di Bari vecchia.

2° GIORNO 6 DICEMBRE – ALLA SCOPERTA DEL VERO PRANZO DOMENICALE BARESE
Prima colazione e mattinata libera per le vie dello shopping.
Verso mezzogiorno ci incontreremo con il nostro personale che vi accompagnerà a casa della Sig.ra Nunzia, dove ci aspetta la dimostrazione di come una tradizione sia diventata culto, vi mostrerà come nascono le famose orecchiette baresi, dopo di che saremo suoi ospiti, per il classico pranzo domenicale.
Pomeriggio libero considerando che i pranzi baresi sono lunghi, si può visitare comunque in autonomia l’interno del Castello (ingresso a pagamento), fare una passeggiata sul lungomare da teatro Margherita al Petruzzelli, oppure visitare i musei.

3° GIORNO 7 DICEMBRE – GROTTE DI CASTELLANA E LA MASSERIA
Dopo la colazione, sarete guidati, con trasferimento in MiniVan alle grotte di Castellana, dove è prevista la visita guidata.
Al termine della visita, saremo accolti ad Alberobello, presso la masseria Le Pianelle.
Arrivo in azienda con presentazione e breve conoscenza, si va in laboratorio dove vi aspetterà il maestro casaro che spiegherà le fasi della cagliata e per poi arrivare alla filatura della mozzarella e ovviamente preparazione, chi vorrà potrà affiancarsi al casaro e provare a realizzare con le proprie mani la mozzarella.  In seguito si passerà alla visita della grotta non naturale a circa 7 metri di profondità per ammirare le varie fasi di stagionatura del formaggio. Si continua con la visita dell’azienda benessere animale, capire cosa mangiano e per dare un valore aggiunto ai tanti sforzi fatti in una azienda agricola. Infine ci si ritrova tutti insieme per una degustazione dei prodotti dall’azienda.
Un ricco taglierie di salumi e formaggi, quest’ultimi sia freschi che stagionati, una frisa a testa del buon vino in caraffa e acqua.
Alla fine di questa giornata ricca di emozioni, ci sarà la sistemazione presso il Grand Hotel la Chiusa di Chietri dove vi sarà servita una cena tipica.

4° GIORNO 8 DICEMBRE – CASA VINICOLA E ALBEROBELLO
Dopo la prima colazione, trasferimento presso l’azienda vinicola Cantine Albea, dove si potranno vedere tutti i passaggi di come un grappolo di uva, diventa vino, alla fine della presentazione, ci sarà il pranzo, presso l’azienda stessa, con prodotti tipici del posto.
Nel pomeriggio si andrà alla scoperta di Alberobello per circa due ore.
Il percorso si svolge a piedi tra rione Aia piccola e Monti. Fanno parte del percorso la chiesa dei Santi Medici e la chiesa di Sant’Antonio (opzionale il trullo Sovrano con ingresso a pagamento).
Alberobello o città dei trulli è stata riconosciuta patrimonio mondiale dell’umanità DALL’UNESCO per i suoi trulli, strutture architettoniche uniche al mondo. I trulli sono delle piccole abitazioni, a volte comunicanti tra di loro, di forma circolare con il tetto a forma di cono, sono realizzati in pietra a secco senza l’ausilio di malta. I primi insediamenti risalgono alla metà del 500 e venivano utilizzati dai contadini, oggi rappresentano una risorsa turistica-economia e sono adibiti a strutture ricettive, negozietti e ristoranti.
Da vedere: il panorama mozzafiato offerto dal Terrazzino Belvedere sui due rioni Monti e Aia Piccola, le strette stradine, i trulli siamesi, la chiesa trullo e il trullo sovrano con una struttura a due piani. Alla fine della visita guidata si potranno degustare, all’interno di trulli, le famose frise, fatte di pane, pomodoro e olio fresco, volendo si possono acquistare souvenir.
Rientro in Hotel per la cena.

5° GIORNO 9 DICEMBRE – RIENTRO
Prima colazione e rientro a Bari.