View of beautiful village Ragusa Ibla before sunset in Sicily, Italy
Eastern waterfront of Ortygia Island, Syracuse (Siracusa), a historic city on the island of Sicily, Italy. Notable for its rich Greek history, culture, amphitheatres, architecture

SICILIA ORIENTALE E BAROCCA & I CINQUE SENSI – Tour guidato – 8 gg

 

Nella terra che fu di Polifemo, Archimede e Giovanni Verga per immergersi nell’essenza di un territorio stratificato nella storia millenaria, nella natura, nell’archeologia e nei sapori. Il profumo di un territorio magico nelle sue atmosfere, propone al visitatore paesaggi lavici, Chiese e Palazzi riccamente adornati con “maschere grottesche” e foglie di acanto, capitali dell’ellenismo e del barocco, importanti santuari, preziose ceramiche e scenari mitologici, sintesi tra oriente ed occidente.

 

1° giorno:   CATANIA  

Arrivo all’aeroporto di Catania. Giornata dedicata alla visita di Catania, enorme “vetrina del barocco” il cui centro storico è tagliato in due dalla elegante Via Etnea. La visita consentirà di conoscere il Palazzo Biscari (esterno), la Fontana dell’Elefante e il Duomo, la Via Crociferi, il Palazzo del Municipio (esterno), il Palazzo dei Chierici (esterno) e il Monastero dei Benedettini (esterno). Da non perdere la visita della Pescheria, antico e folkloristico mercato del pesce dove sarà possibile liberamente degustare lo street food (la frittura di pesce, il polipo bollito, le polpettine di pesce, gli arancini di pesce). Pranzo in ristorante a base di street food catanese). Trasferimento in hotel nella zona di Acireale, sistemazione nelle camere riservate, cena e pernottamento in hotel.

2° giorno:  VIAGRANDE COOKING CLASS & WINE TASTING / ETNA

Prima colazione in hotel. Trasferimento nel territorio di Viagrande tipico borgo posto alle falde dell’Etna per vivere ai massimi livelli una coinvolgente esperienza fra territorio, cibo e vino presso le celebri “Cantine Benanti”. Visita guidata di un antica tenuta , l’antico vigneto pre-philloxera un vitigno autoctono, l’antico Palmento e la quadreria. Cooking class di cucina tradizionale: preparazione di un menu completo (antipasto, primo, secondo con contorno) ispirato ai prodotti e alla tradizione catanese ed Etnea, rispettando la stagionalità degli ingredienti. Seguirà il pranzo in Cantina , wine tasting con degustazione di tre vini dell’Azienda . Food-storytelling: presentazione dei piatti in menu e narrazione dei loro legami con il territorio, la storia e il mito. Successivamente, escursione sull’Etna a quota 1.800m e visita dei crateri spenti dei Monti Silvestri. Escursione facoltativa: possibilità di ascensione in funivia o jeep con guide alpine, fino a 2.900m. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

 

3° giorno:   PERCORSI NASCOSTI: MOTTA CAMASTRA / TAORMINA

Prima colazione in hotel. Partenza per Motta Camastra, piccolo borgo incastonato nella roccia, all’interno del Parco Fluviale dell’Alcantara. Condizioni metereologiche permettendo, possibilità di passeggiata naturalistica (durata 1 ora /2 km.) per la visita delle gurne, piccoli laghi formati nel letto del fiume Alcantara, di forma rotonda.  Proseguendo sarà possibile visitare le gole alte fino a 25 metri e larghe da 2 metri a 5 metri.  Nel centro storico, fuori dai normali circuiti turistici, in una dimensione relazionale con la comunità locale, ci accoglieranno Le Mamme del Borgo che in un contesto assolutamente familiare, ci mostreranno i segreti di un Borgo antico, dove la vita fortemente legata alle tradizioni, in armonia con il territorio è ancora scandita da ritmi lenti conferendo pienezza e genuinità ad un vissuto autentico. Pranzo con le Mamme del Borgo che prepareranno innumerevoli pietanze tipiche servite in modo informale nelle loro case, dove la convivialità esalterà profumi e sapori senza tempo. Nel pomeriggio, visita di Taormina perla della Sicilia, la cui bellezza è conosciuta in tutto il mondo. Si ammireranno il suggestivo Teatro Greco-Romano, l’antica Cattedrale, il Palazzo Corvaja, l ‘ex Chiesa di San Francesco di Paola e la Piazza IX Aprile da dove si gode di un panorama mozzafiato. Tempo libero per lo shopping e passeggiate tra le caratteristiche vie del centro ricco di negozi di artigianato e di souvenir. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

 

4° giorno:  SIRACUSA / NOTO

Prima colazione in hotel. In mattinata visita guidata di Siracusa. Questa città, che nel passato fu la più agguerrita rivale di Atene e di Roma, conserva importanti testimonianze del suo passato splendore: il Teatro greco, l’Anfiteatro romano, le Latomie, l’Orecchio di Dionisio. A seguire visita dell’isola di Ortigia dove si potrà ammirare il Tempio di Minerva trasformato in Cattedrale Cristiana e la leggendaria Fontana Aretusa.  Visita  di una pregiatissima cantina con degustazione di vini e pranzo. Visita della tenuta (giardino storico, la sala dell’antico Palmento e della Cantina).  Si prosegue per Noto, la più bella di tutte, “il giardino di pietra”, dove si esprime la concezione più alta dell’urbanistica barocca. Costruita anch’essa ex-novo dopo il sisma del 1693, è ricca di gioielli barocchi: il Duomo, Palazzo Ducezio, il Palazzo Vescovile, quelli dei Landolina e dei Villadorata, la chiesa di San Domenico. Sistemazione in hotel a Ragusa o Modica, cena e pernottamento.

 

5° giorno: RAGUSA IBLA / RAGUSA ALTA / MODICA

Prima colazione in hotel. Mattinata dedicata alla visita di Ragusa Ibla e Ragusa alta, che compongono insieme una delle più originali città d’arte della Sicilia Orientale. A Ragusa Ibla cuore antico di Ragusa, gioiello tardobarocco fatto di scorci suggestivi e incantevoli viuzze, rinato sulla struttura dell’originario borgo medievale, spiccano la chiesa di S. Giorgio di R. Gagliardi, le chiese di Santa Maria dell’Itria (esterno), dell’Immacolata (esterno), del Purgatorio, di San Giacomo (esterno) e di San Giuseppe (esterno). Ragusa Ibla è la location dell’immaginaria “Vigata” dello scrittore Camilleri e dello sceneggiato televisivo “Il commissario Montalbano”. A Ragusa Alta, la città moderna, costruita ex novo sulla vicina spianata del Patro, dove gli edifici settecenteschi hanno trovato più ampie vie di fuga in un reticolo di strade spaziose e simmetriche, si visiterà il Duomo di San Giovanni e dall’esterno guardando Palazzo Zacco e Bertini, la Chiesa del Collegio, il palazzo sede del vescovado (ex Palazzo Schiminà). Proseguimento per Modica. Pranzo in Osteria tipica. Nel pomeriggio visita di Modica, altro mirabile scrigno dell’arte barocca siciliana ricostruita su pianta esagonale secondo criteri estetici del tutto barocchi. Visita del Palazzo San Domenico (esterno), Santa Maria (esterno), la casa di Salvatore Quasimodo (esterno), il Duomo di San Pietro, si attraverserà il quartiere rupeste dello Sbalzo e il quartiere ‘corpo di terra’. Per finire visita di San Giorgio. Sosta presso la famosa “Antica Dolceria Bonajuto” per la degustazione del famoso cioccolato di Modica. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

 

6° giorno:    DONNAFUGATA / PUNTASECCA / SCICLI & I LUOGHI DI MONTALBANO

Prima colazione in hotel. In mattinata visita del Castello di Donnafugata, sontuosa dimora nobiliare del tardo ‘800 che con le oltre 100 stanze il labirinto e le numerose caverne artificiali, situate all’interno del parco, è uno dei luoghi più suggestivi dell’intera provincia. Visitando le stanze che contengono ancora gli arredi ed i mobili originali dell’epoca, sembra quasi di fare un salto nel passato, nell’epoca degli ultimi “gattopardi”, Il castello è stato utilizzato nella fiction come la casa dell’anziano boss mafioso Baldoccio Sinagra. Proseguimento per Punta Secca dove si trova la famosa terrazza della casa del Commissario Montalbano che si affaccia sulla spiaggia a pochi passi dal faroA seguire visita dell’Azienda agricola “Gli Aromi” dove percorreremo un avvincente itinerario multisensoriale all’interno della tenuta, diventata negli anni un punto di riferimento per chef, gourmet e cultori del buon cibo in tutta Italia per le 200 specie di piante aromatiche ed officinali coltivate. Il percorso si snoda attraverso decine di aromi, piante ornamentali ed erbe officinali scelte per la loro singolarità: la salvia all’ananas, la stevia, il timo al limone, il geranio all’arancio e la menta bergamotto sono solo alcune delle varietà che è possibile conoscere, odorare, sfiorare con le dita e in alcuni casi gustare scoprendo sorprendentemente sapori nuovi e inattesi. Enrico Russino, cicerone d’eccezione, riesce a catturare l’attenzione dei partecipanti per tutto il percorso, dosando sapientemente informazioni scientifiche e piacevoli aneddoti fino alla tappa finale del kitchen-garden. Pranzo sensoriale con degustazioni di specialità locali. Nel pomeriggio visita di Scicli. In posizione amena, circondata da colli che sembrano proteggerla, la città ha conservato quasi interamente l’impianto barocco. Numerosi sono infatti i palazzi dagli splendidi balconi riccamente scolpiti e pregevoli portali, ed incredibile è il susseguirsi di chiese ed oratori dalle belle facciate ricche di statue e sculture. Cuore della città è l’ampia e scenografica Piazza Italia circondata da bellissimi palazzi settecenteschi, dalla Matrice e dall’imponente rupe calcarea sulla quale sorge l’antica chiesa di S. Matteo. A Scicli si trova anche Palazzo Iacono alias la questura “Montelusa“ del Commissario Montalbano.  Rientro in hotel. A Ragusa Ibla, Cena Gourmet con specialità del territorio in ristorante curato da un  famoso Chef stellato. Pernottamento in hotel.

 

7° giorno:    PALAZZOLO ACREIDE / BUSCEMI

Prima colazione in hotel. Mattinata dedicata alla visita di Palazzolo Acreide. Incastonata nello splendido scenario dei monti Iblei, nell’entroterra siracusano, la pittoresca cittadina di Palazzolo Acreide si apre al viaggiatore come uno scrigno di tesori da scoprire e un crocevia di civiltà che si caratterizza per la singolarità della sua struttura urbana, ricca di testimonianze di epoche diverse. Inserito tra i borghi più belli d’Italia e nella lista dei Patrimoni Mondiali dell’Umanità UNESCO, questo straordinario luogo ricco di storia fa vivere tutta la suggestione di un sito antico ben integrato con le architetture più recenti. Visita del centro storico della città che comprende le barocche chiese di San Sebastiano e San Paolo la piazza del popolo quartiere torre dell’orologio e la facciata della chiesa della SS. Annunziata superba e fastosa rappresentazione del barocco locale. Proseguimento per Buccheri e arrivo presso un azienda agricola  specializzata nella coltivazione dello Zafferano. In un contesto di familiarità conviviale, dopo le dovute presentazioni impareremo a fare i Cavatelli a cui seguirà un ricco pranzo di specialità locali armoniosamente esaltati dallo Zafferano. Nel pomeriggio visita del pittoresco borgo di Buscemi. Qui, è piacevole fermarsi per ammirare il panorama che, oltre i ruderi dell’antico castello medioevale che domina la vallata, spazia fino a scorgere in lontananza la città di Ragusa.  Il borgo si può visitare comodamente a piedi. Pochi metri più in alto della fonte si entra nel quartiere più antico del paese. Attraversando vicoli silenziosi e piccole scalinate, si raggiunge la bellissima facciata barocca della chiesa madre, la Chiesa della Natività di Maria Santissima, che fa da splendido fondale all’arteria principale del paese, dove si trovano i monumenti più significativi. Buscemi è famoso come il “paese-museo” grazie al suo affascinante allestimento museale conosciuto come “I luoghi del lavoro contadino” E’ un suggestivo itinerario etno-antropologico dedicato alla storia contadina e artigianale del luogo, ospitato in antiche case e dammusi all’interno del borgo e visitato ogni anno da migliaia di turisti curiosi di scoprire le antiche tradizioni siciliane del mondo contadino. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

 

8° giorno:    CAPO PASSERO / MARZAMEMI / VENDICARI

Prima colazione in hotel. In mattinata si prosegue per Capo Passero dove Mare Mediterraneo e Mare Jonio si incontrano in un angolo incantevole, tra i più suggestivi della Sicilia. Proseguimento per Marzamemi, visita del caratteristico borgo marinaro, incantevole borgo di pescatori di origine arabe. Visita della Tonnara di Marzamemi che storicamente era la più rilevante della Sicilia orientale. Il nucleo della tonnara è costituito dalla piazza Regina Margherita e dal palazzo padronale. Sempre nella piazza si trova la chiesetta vecchia della tonnara, costruita in pietra arenaria, ancora visibili Il cortile arabo e le casuzze dei pescatori. A seguire visiteremo un laboratorio artigianale, dove si produce la bottarga di tonno, tonno sott’olio, acciughe salate, usando ancora oggi metodi tradizionali. Pranzo in ristorante a base di  ottimo pesce.  Nel pomeriggio tempo a disposizione permettendo, possibilità di passeggiata nella Riserva Naturale dei pantani di Vendicari. E’ la zona umida più importante della Sicilia e fra le più meridionali d’Europa, sosta obbligata per gli uccelli migratori che si spostano da nord a sud e viceversa. La varietà di ambienti costieri e palustri (stagni detti pantani) fanno di Vendicari un vero e proprio rifugio per fauna e flora, lungo le rive di dei pantani, fra le canne, le caratteristiche postazioni per il bird-watching. A seguire trasferimento all’aeroporto di Catania in tempo utile per l’imbarco.