SICILIA ORIENTALE E BAROCCA & I CINQUE SENSI – Tour guidato – 8 gg

 

Nella terra che fu di Polifemo, Archimede e Giovanni Verga per immergersi nell’essenza di un territorio stratificato nella storia millenaria, nella natura, nell’archeologia e nei sapori. Il profumo di un territorio magico nelle sue atmosfere, propone al visitatore paesaggi lavici, Chiese e Palazzi riccamente adornati con “maschere grottesche” e foglie di acanto, capitali dell’ellenismo e del barocco, importanti santuari, preziose ceramiche e scenari mitologici, sintesi tra oriente ed occidente.

 

1° giorno:   CATANIA  

Arrivo all’aeroporto di Catania. Giornata dedicata alla visita di Catania, enorme “vetrina del barocco” il cui centro storico è tagliato in due dalla elegante Via Etnea. La visita consentirà di conoscere il Palazzo Biscari (esterno), la Fontana dell’Elefante e il Duomo, la Via Crociferi, il Palazzo del Municipio (esterno), il Palazzo dei Chierici (esterno) e il Monastero dei Benedettini (esterno). Da non perdere la visita della Pescheria, antico e folkloristico mercato del pesce dove sarà possibile liberamente degustare lo street food (la frittura di pesce, il polipo bollito, le polpettine di pesce, gli arancini di pesce). Pranzo in ristorante a base di street food catanese). Trasferimento in hotel nella zona di Acireale, sistemazione nelle camere riservate, cena e pernottamento in hotel.

2° giorno:  VIAGRANDE COOKING CLASS & WINE TASTING / ETNA

Prima colazione in hotel. Trasferimento nel territorio di Viagrande tipico borgo posto alle falde dell’Etna per vivere ai massimi livelli una coinvolgente esperienza fra territorio, cibo e vino presso le celebri “Cantine Benanti”. Visita guidata della tenuta Monte Serra: l’antico vigneto pre-philloxera di Nerello Mascalese (vitigno autoctono), l’antico Palmento e la quadreria. Cooking class di cucina tradizionale: preparazione di un menu completo (antipasto, primo, secondo con contorno) ispirato ai prodotti e alla tradizione catanese ed Etnea, rispettando la stagionalità degli ingredienti. Seguirà il pranzo in Cantina , wine tasting con degustazione di tre vini dell’Azienda . Food-storytelling: presentazione dei piatti in menu e narrazione dei loro legami con il territorio, la storia e il mito. Successivamente, escursione sull’Etna a quota 1.800m e visita dei crateri spenti dei Monti Silvestri. Escursione facoltativa: possibilità di ascensione in funivia o jeep con guide alpine, fino a 2.900m. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

 

3° giorno:   PERCORSI NASCOSTI: MOTTA CAMASTRA / TAORMINA

Prima colazione in hotel. Partenza per Motta Camastra, piccolo borgo incastonato nella roccia, all’interno del Parco Fluviale dell’Alcantara. Condizioni metereologiche permettendo, possibilità di passeggiata naturalistica (durata 1 ora /2 km.) per la visita delle gurne, piccoli laghi formati nel letto del fiume Alcantara, di forma rotonda.  Proseguendo sarà possibile visitare le gole alte fino a 25 metri e larghe da 2 metri a 5 metri.  Nel centro storico, fuori dai normali circuiti turistici, in una dimensione relazionale con la comunità locale, ci accoglieranno Le Mamme del Borgo che in un contesto assolutamente familiare, ci mostreranno i segreti di un Borgo antico, dove la vita fortemente legata alle tradizioni, in armonia con il territorio è ancora scandita da ritmi lenti conferendo pienezza e genuinità ad un vissuto autentico. Pranzo con le Mamme del Borgo che prepareranno innumerevoli pietanze tipiche servite in modo informale nelle loro case, dove la convivialità esalterà profumi e sapori senza tempo. Nel pomeriggio, visita di Taormina perla della Sicilia, la cui bellezza è conosciuta in tutto il mondo. Si ammireranno il suggestivo Teatro Greco-Romano, l’antica Cattedrale, il Palazzo Corvaja, l ‘ex Chiesa di San Francesco di Paola e la Piazza IX Aprile da dove si gode di un panorama mozzafiato. Tempo libero per lo shopping e passeggiate tra le caratteristiche vie del centro ricco di negozi di artigianato e di souvenir. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

 

4° giorno:  SIRACUSA / NOTO

Prima colazione in hotel. In mattinata visita guidata di Siracusa. Questa città, che nel passato fu la più agguerrita rivale di Atene e di Roma, conserva importanti testimonianze del suo passato splendore: il Teatro greco, l’Anfiteatro romano, le Latomie, l’Orecchio di Dionisio. A seguire visita dell’isola di Ortigia dove si potrà ammirare il Tempio di Minerva trasformato in Cattedrale Cristiana e la leggendaria Fontana Aretusa.  Visita delle Cantine Pupillo con degustazione di vini e pranzo. (visita della tenuta (giardino storico, Baglio del Castello Federiciano, la sala dell’antico Palmento e della Cantina).  Si prosegue per Noto, la più bella di tutte, “il giardino di pietra”, dove si esprime la concezione più alta dell’urbanistica barocca. Costruita anch’essa ex-novo dopo il sisma del 1693, è ricca di gioielli barocchi: il Duomo, Palazzo Ducezio, il Palazzo Vescovile, quelli dei Landolina e dei Villadorata, la chiesa di San Domenico. Sistemazione in hotel a Ragusa o Modica, cena e pernottamento.

 

5° giorno: RAGUSA IBLA / RAGUSA ALTA / MODICA

Prima colazione in hotel. Mattinata dedicata alla visita di Ragusa Ibla e Ragusa alta, che compongono insieme una delle più originali città d’arte della Sicilia Orientale. A Ragusa Ibla cuore antico di Ragusa, gioiello tardobarocco fatto di scorci suggestivi e incantevoli viuzze, rinato sulla struttura dell’originario borgo medievale, spiccano la chiesa di S. Giorgio di R. Gagliardi, le chiese di Santa Maria dell’Itria (esterno), dell’Immacolata (esterno), del Purgatorio, di San Giacomo (esterno) e di San Giuseppe (esterno). Ragusa Ibla è la location dell’immaginaria “Vigata” dello scrittore Camilleri e dello sceneggiato televisivo “Il commissario Montalbano”. A Ragusa Alta, la città moderna, costruita ex novo sulla vicina spianata del Patro, dove gli edifici settecenteschi hanno trovato più ampie vie di fuga in un reticolo di strade spaziose e simmetriche, si visiterà il Duomo di San Giovanni e dall’esterno guardando Palazzo Zacco e Bertini, la Chiesa del Collegio, il palazzo sede del vescovado (ex Palazzo Schiminà). Proseguimento per Modica. Pranzo in Osteria tipica. Nel pomeriggio visita di Modica, altro mirabile scrigno dell’arte barocca siciliana ricostruita su pianta esagonale secondo criteri estetici del tutto barocchi. Visita del Palazzo San Domenico (esterno), Santa Maria (esterno), la casa di Salvatore Quasimodo (esterno), il Duomo di San Pietro, si attraverserà il quartiere rupeste dello Sbalzo e il quartiere ‘corpo di terra’. Per finire visita di San Giorgio. Sosta presso la famosa “Antica Dolceria Bonajuto” per la degustazione del famoso cioccolato di Modica. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

 

6° giorno:    DONNAFUGATA / PUNTASECCA / SCICLI & I LUOGHI DI MONTALBANO

Prima colazione in hotel. In mattinata visita del Castello di Donnafugata, sontuosa dimora nobiliare del tardo ‘800 che con le oltre 100 stanze il labirinto e le numerose caverne artificiali, situate all’interno del parco, è uno dei luoghi più suggestivi dell’intera provincia. Visitando le stanze che contengono ancora gli arredi ed i mobili originali dell’epoca, sembra quasi di fare un salto nel passato, nell’epoca degli ultimi “gattopardi”, Il castello è stato utilizzato nella fiction come la casa dell’anziano boss mafioso Baldoccio Sinagra. Proseguimento per Punta Secca dove si trova la famosa terrazza della casa del Commissario Montalbano che si affaccia sulla spiaggia a pochi passi dal faroA seguire visita dell’Azienda agricola “Gli Aromi” dove percorreremo un avvincente itinerario multisensoriale all’interno della tenuta, diventata negli anni un punto di riferimento per chef, gourmet e cultori del buon cibo in tutta Italia per le 200 specie di piante aromatiche ed officinali coltivate. Il percorso si snoda attraverso decine di aromi, piante ornamentali ed erbe officinali scelte per la loro singolarità: la salvia all’ananas, la stevia, il timo al limone, il geranio all’arancio e la menta bergamotto sono solo alcune delle varietà che è possibile conoscere, odorare, sfiorare con le dita e in alcuni casi gustare scoprendo sorprendentemente sapori nuovi e inattesi. Enrico Russino, cicerone d’eccezione, riesce a catturare l’attenzione dei partecipanti per tutto il percorso, dosando sapientemente informazioni scientifiche e piacevoli aneddoti fino alla tappa finale del kitchen-garden. Pranzo sensoriale con degustazioni di specialità locali. Nel pomeriggio visita di Scicli. In posizione amena, circondata da colli che sembrano proteggerla, la città ha conservato quasi interamente l’impianto barocco. Numerosi sono infatti i palazzi dagli splendidi balconi riccamente scolpiti e pregevoli portali, ed incredibile è il susseguirsi di chiese ed oratori dalle belle facciate ricche di statue e sculture. Cuore della città è l’ampia e scenografica Piazza Italia circondata da bellissimi palazzi settecenteschi, dalla Matrice e dall’imponente rupe calcarea sulla quale sorge l’antica chiesa di S. Matteo. A Scicli si trova anche Palazzo Iacono alias la questura “Montelusa“ del Commissario Montalbano.  Rientro in hotel. A Ragusa Ibla, Cena Gourmet con specialità del territorio c/o “I Banchi di Ciccio Sultano”, famoso Chef stellato. Pernottamento in hotel.

 

7° giorno:    PALAZZOLO ACREIDE / BUSCEMI

Prima colazione in hotel. Mattinata dedicata alla visita di Palazzolo Acreide. Incastonata nello splendido scenario dei monti Iblei, nell’entroterra siracusano, la pittoresca cittadina di Palazzolo Acreide si apre al viaggiatore come uno scrigno di tesori da scoprire e un crocevia di civiltà che si caratterizza per la singolarità della sua struttura urbana, ricca di testimonianze di epoche diverse. Inserito tra i borghi più belli d’Italia e nella lista dei Patrimoni Mondiali dell’Umanità UNESCO, questo straordinario luogo ricco di storia fa vivere tutta la suggestione di un sito antico ben integrato con le architetture più recenti. Visita del centro storico della città che comprende le barocche chiese di San Sebastiano e San Paolo la piazza del popolo quartiere torre dell’orologio e la facciata della chiesa della SS. Annunziata superba e fastosa rappresentazione del barocco locale. Proseguimento per Buccheri e arrivo c/o “l’Azienda Agricola Oro Rosso degli Iblei”, specializzata nella coltivazione dello Zafferano. In un contesto di familiarità conviviale, dopo le dovute presentazioni impareremo a fare i Cavatelli a cui seguirà un ricco pranzo di specialità locali armoniosamente esaltati dallo Zafferano. Nel pomeriggio visita del pittoresco borgo di Buscemi. Qui, è piacevole fermarsi per ammirare il panorama che, oltre i ruderi dell’antico castello medioevale che domina la vallata, spazia fino a scorgere in lontananza la città di Ragusa.  Il borgo si può visitare comodamente a piedi. Pochi metri più in alto della fonte si entra nel quartiere più antico del paese. Attraversando vicoli silenziosi e piccole scalinate, si raggiunge la bellissima facciata barocca della chiesa madre, la Chiesa della Natività di Maria Santissima, che fa da splendido fondale all’arteria principale del paese, dove si trovano i monumenti più significativi. Buscemi è famoso come il “paese-museo” grazie al suo affascinante allestimento museale conosciuto come “I luoghi del lavoro contadino” E’ un suggestivo itinerario etno-antropologico dedicato alla storia contadina e artigianale del luogo, ospitato in antiche case e dammusi all’interno del borgo e visitato ogni anno da migliaia di turisti curiosi di scoprire le antiche tradizioni siciliane del mondo contadino. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

 

8° giorno:    CAPO PASSERO / MARZAMEMI / VENDICARI

Prima colazione in hotel. In mattinata si prosegue per Capo Passero dove Mare Mediterraneo e Mare Jonio si incontrano in un angolo incantevole, tra i più suggestivi della Sicilia. Proseguimento per Marzamemi, visita del caratteristico borgo marinaro, incantevole borgo di pescatori di origine arabe. Visita della Tonnara di Marzamemi che storicamente era la più rilevante della Sicilia orientale. Il nucleo della tonnara è costituito dalla piazza Regina Margherita e dal palazzo padronale. Sempre nella piazza si trova la chiesetta vecchia della tonnara, costruita in pietra arenaria, ancora visibili Il cortile arabo e le casuzze dei pescatori. A seguire visiteremo un laboratorio artigianale, dove si produce la bottarga di tonno, tonno sott’olio, acciughe salate, usando ancora oggi metodi tradizionali. Pranzo in ristorante a base di pesce c/o “Taverna La Cialoma“. Nel pomeriggio tempo a disposizione permettendo, possibilità di passeggiata nella Riserva Naturale dei pantani di Vendicari. E’ la zona umida più importante della Sicilia e fra le più meridionali d’Europa, sosta obbligata per gli uccelli migratori che si spostano da nord a sud e viceversa. La varietà di ambienti costieri e palustri (stagni detti pantani) fanno di Vendicari un vero e proprio rifugio per fauna e flora, lungo le rive di dei pantani, fra le canne, le caratteristiche postazioni per il bird-watching. A seguire trasferimento all’aeroporto di Catania in tempo utile per l’imbarco.

 

 

 

SICILIA OCCIDENTALE E & I CINQUE SENSI – 8 gg – Tour guidato

 

Attraverso la Sicilia Occidentale intrisa di atmosfere mediterranee ,  questo è un Viaggio di Scoperta ricco di contenuti emozionali. Qui i Fenici incontrano i Greci, i Romani cedono il passo ai Bizantini, gli Arabi convivono con Normanni ed Ebrei, gli Angioini soccombono agli Aragonesi e tutto si fonde in un unicum originato da stratificazioni di usi, costumi, odori, sapori, idiomi, e rituali cristallizzati nella modernità del presente di un Popolo ed un territorio fortemente identitario. Non solo, natura, paesaggi, arte, archeologia… in questo viaggio i 5 sensi saranno coinvolti in un gioco di percezioni uniche li dove cibo e vino si fondono armoniosamente, specchio di una terra sempre gravida di frutti eccellenti ed aromi carichi di sole. Un Viaggio Onirico, un progetto esperienziale totalizzante e stimolante che, lascia spazio all’introspezione. Questo è il “Tour della Sicilia Occidentale e i 5 Sensi”.

 

1° giorno:   PALERMO

Arrivo all’aeroporto di Palermo. Giornata dedicata alla visita del centro storico di Palermo. In particolare si visiterà: la Cattedrale in stile Arabo/ Normanno, la famosa Cappella Palatina situata all’interno del Palazzo dei Normanni, la Chiesa della Martorana. Dall’esterno si visiteranno inoltre il Teatro Massimo, la famosa Piazza Pretoria con la bellissima fontana, i quattro canti di città.  Visita del caratteristico mercato di Ballarò il più antico tra i mercati della città, animato dalle cosiddette “abbanniate”, cioè dai chiassosi richiami dei venditori che, con il loro caratteristico e colorito accento locale, cercano di attirare l’interesse dei passanti. Sosta in uno dei più rinomati punti ristoro, per degustare in un contesto tipico, i cibi da strada, della cucina popolare palermitana, panelle, crocchè o cazzilli,  polpo bollito, il pani ca’ meusa, le arancine di riso, lo sfincione.  Lo street food o meglio “cibo da strada” di Palermo, è considerato fra i 5 migliori al mondo. Passeggiata per lo shopping tra le eleganti vie del centro storico. Trasferimento in hotel, sistemazione nelle camere riservate. Cena e pernottamento in hotel.

 

2° giorno:    MONREALE / CEFALU’            

Prima colazione in hotel. In mattinata proseguimento per Monreale dove si visiterà il Duomo di Monreale con i suoi famosi mosaici ed il Chiostro Benedettino.  Proseguimento per Cefalù. Pranzo in ristorante con menù tipico. Nel pomeriggio visita di questa pittoresca cittadina del litorale tirrenico, immersa nel verde e dominata da una rocca su cui fa spicco la bellissima cattedrale normanna del XII sec., splendido esempio di un’architettura particolare con i suoi torrioni, le sue finestre, i suoi archetti, il suo prezioso portale. Molti altri sono i motivi di interesse percorrendo le vie del centro storico: i resti del duecentesco Osterio Magno, che, secondo la leggenda sarebbe stato la dimora di Ruggero II; il Lavatoio Medievale, costruito là dove, probabilmente, in epoca romana erano dei bagni pubblici frequentati anche da Cicerone, che soggiornò a Cefalù per periodo di tempo. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

 

3° giorno:   SEGESTA / LE SALINE DI NUBIA / ERICE

Prima colazione in hotel. Partenza per Segesta, centro archeologico di notevole interesse. Il suo edificio più importante è il Tempio Dorico in ottimo stato di conservazione, che sorge su di un’altura, in un paesaggio lussureggiante e ricco di fascino. Possibilità di visita del Teatro Greco del II sec. a.C. interamente scavato nella roccia, conchiglia sospesa nel vuoto, questo gioiello architettonico gode di una posizione impareggiabile. Proseguimento per Nubia. Saline e Mulini a vento disegnano un paesaggio suggestivo in cui la luce crea un gioco di riflessi e di colori dovuti all’intensità dei raggi solari ed ai momenti del ciclo di evaporazione delle vasche. Nel caratteristico mulino a vento di tipo olandese, sede del Museo del Sale, vengono conservati gli antichi attrezzi da lavoro per la coltivazione del sale. Immersi nei rigogliosi vigneti di Baglio Soria Resort & Wine experience,  pranzo leggero con degustazione di vini  delle prestigiose Cantine Firriato. Un percorso sensoriale cibo/vino ci farà provare le emozioni di un territorio ricco di vitalità. Nel pomeriggio visita di Erice che conserva intatto il fascino di antico borgo medievale animato da botteghe di artigianato tipico, le ceramiche finemente decorate, i tappeti variopinti tessuti a mano, i tradizionali dolci a base di mandorla e frutta candita. Il centro storico presenta un impianto urbanistico tipico, con piazzette, strade strette e sinuose nelle quali si affacciano bellissimi cortili. Degustazione di prodotti tipici di pasticceria preparati secondo le più antiche tradizioni siciliane c/o l’Antica Pasticceria di Maria Grammatico. Trasferimento in hotel a Marsala o Mazara del Vallo o Selinunte. Cena e pernottamento in hotel.

 

4° giorno:     SICILIA MINORE – SALEMI CENTRO STORICO E POLO MUSEALE CON ANNESSO MUSEO DELLA MAFIA  – PRANZO AGRO-PASTORALE

Dopo la prima colazione partenza alla scoperta di Salemi, una “Sicilia Minore” nel senso di nascosta, meno conosciuta, meno battuta ma ricca di storia e tradizioni, vibrante nel lento scorrere del tempo. All’interno della Sicilia occidentale il borgo sormontato dal castello normanno/svevo, sorge su dolci colline circondate da vigneti, pascoli e seminativi. Il centro storico dall’ impianto urbanistico arabo fra piazze e cortili, chiese monumentali e palazzi, ci parla di un luogo antico e ricco di tradizioni dove tutt’oggi sacro e profano si mescolano in una cultura agro/pastorale che scandisce la quotidianità dei suoi abitanti. L’esperienza prevede altresì la visita del locale polo museale composto dalla sezione “Archeologica” con antichi reperti legati al territorio, dalla Sezione “Risorgimentale” con reperti legati all’epopea garibaldina, dalla Sezione “Arte Sacra” che ospita alcune sculture del Gaggini mentre lo stabile racchiude la splendida cappella della “Casa Santa” realizzata nel 1705, copia fedele della Casa Santa di Loreto (inclusa la Madonna Nera con Bambino). I muri esterni della Casa Santa sono dotati di affreschi riproducenti i bassorilievi marmorei dell’originale. All’interno vi è un altare in alabastro ricoperto di oro zecchino così come in alabastro è il tabernacolo. La stanza sovrastante la Casa Santa è impreziosita da un altare barocco adornato da pregevoli marmi, stucchi e puttini. Legata al triste spaccato della recente storia siciliana e d’Italia che tratta di “cosa nostra”, la sezione Museo della Mafia. Inaugurato l’11 maggio del 2010 durante la visita a Salemi del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. E’ stato realizzato dall’artista siciliano Cesare Inzerillo, insieme ai giovani del Laboratorio Sgarbi. Immersi nella campagna Salemitana, in un contesto bucolico, sosta in azienda presidio slow food specializzata nella ovinicoltura e produzione di Pecorino e Vastedda del Belice DOP. Pranzo agropastorale alla scoperta della tradizione ed eccellenze espressione del territorio. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

 

5° giorno: MOZIA / CANTINE PELLEGRINO / MARSALA

Prima colazione in hotel. In mattinata visita della rigogliosa isola di Mothia e del suo museo, tra i più interessanti per la conoscenza della civiltà Fenicio/Punica nel Mediterraneo. Tutt’intorno, le saline, i mulini a vento e i vigneti, compongono una cornice naturale di grande fascino. Rientro a Marsala, situata nell’area vinicola più importante della Sicilia. Impensabile non fare una visita ad una cantina per conoscere i segreti ed apprezzare il famoso vino che da questa città prende il nome: il “Marsala”. Visita delle prestigiose Cantine Pellegrino e Pranzo Gourmet con abbinamenti cibo/vino nei locali delle Cantine. Qui vista, olfatto e gusto  ci permetteranno di penetrare segreti e tradizioni, di una terra senza tempo. Successivamente visita del pittoresco centro storico di questa antica città, che fin dal tempo dei romani ha svolto un ruolo di primo piano nella cultura e nella storia della nostra isola. Rientro in hotel a Mazara del Vallo. Cena in ristorante “da Marmoreo”, antica pescheria ed  oggi rinomato ristorante mazarese per assaporare il prelibato pesce della Marineria peschereccia più importante d’Italia. Rientro in hotel e pernottamento.

 

6° giorno:  SANTA MARGHERITA BELICE & IL PARCO DEL GATTOPARDO  / CASTELVETRANO

Prima colazione in hotel. In mattinata proseguimento per S. Margherita di Belìce dove si visiterà Palazzo Filangeri di Cutò dove Giuseppe Tomasi di Lampedusa trascorse estati felici della sua giovinezza e luogo d’ispirazione dell’autore, su cui ricalcò la casa di Donnafugata dove sono ambientate memorabili scene del romanzo “Il Gattopardo”, e descritto ne “I Ricordi d’infanzia” (“I Racconti”).  Il Palazzo è stato parzialmente distrutto dal sisma del 1968, ristrutturato oggi è sede del “Parco del Gattopardo”. Si Visiterà il Museo “Le Cere del Gattopardo” per vivere l’esperienza suggestiva di un’immersione nelle atmosfere del Gattopardo. Seguirà la visita del Museo del Gattopardo per ascoltare la voce dello scrittore e vedere la copia autentica del “manoscritto” del romanzo e del dattiloscritto de “Il Gattopardo”, con annotazione a margine vergate dall’autore. Al termine visita della splendida Villa Filangeri Cutò, giardino dalle numerose fontane, noto per le sue rare essenze arboree e per la sua rigogliosa vegetazione. Oggi all’interno dell’ex Chiesa Madre è stato allestito il Museo della Memoria, dove attraverso un percorso di immagini fotografiche ed un filmato audio-visivo è possibile rivedere alcune drammatiche scene del sisma del 1968 che ha colpito tutta la Valle del Belìce. Trasferimento presso le Tenute Rocchetta di Castelvetrano, dove la Famiglia Consiglio coltiva ulivi fin dal 1600. Immerse in un vasto uliveto di oltre 12.000 piante secolari di varietà autoctone fra cui spicca la prestigiosa “Nocellara del Belice”, le Tenute Rocchetta ci condurranno in una esperienza sensoriale di altissimo livello alla scoperta di sapori e sensazioni gustative di eccellenza. Qui vengono infatti ospitate le più importanti ricerche Universitarie dell’olivicoltura Italiana, sia agronomiche, che dell’alimentazione con particolare riguardo agli aspetti nutraceutici e medicali dell’olio extra di Nocellara che ha grandi potenzialità anti-flame e anti-cancer per la sua ricchezza di polifenoli Oleocantale e Lignani. Si partirà dalle piante della Tenuta, per poi capire come si produce, si degustano professionalmente gli oli, ed infine si valutano gli abbinamenti ai prodotti del territorio con la Sensibilità ed il Gusto della Famiglia Consiglio. L’esperienza “Testing and Dressing” include la visita della Tenuta, la degustazione professionale degli oli extravergini dell’azienda, degustazione ed abbinamento all’olio extra vergine della tenuta ai prodotti del territorio, attraverso un ricco menù servito in tavoli conviviali, accompagnato da vini monovitigno del territorio, sapientemente abbinati. Una gradevole passeggiata fra gli ulivi, concluderà l’esperienza in modo armonioso. Rientro in hotel, Cena e pernottamento.

 

7° giorno:   AGRIGENTO & il GIARDINO DELLA KOLYMBETRA / COOKING CLASS A FAVARA

Prima colazione in hotel. Partenza per Agrigento, custode di vestigia dell’epoca greca antica tra le più importanti del mondo. Visita della celebre Valle dei Templi: Tempio della Concordia, di Giunone, di Ercole e di Castore e Polluce. Si visiterà altresì il giardino della Kolymbetra, autentico gioiello archeologico e agricolo della Valle dei Templi, tornato alla luce dopo decenni di abbandono, è un giardino straordinario per la magnificenza della natura che qui trova la massima espressione della sua generosità e per la ricchezza dei reperti archeologici che ancora vengono alla luce. Bene storico, naturalistico e paesaggistico di grandissimo rilievo, è una piccola valle situata nel cuore della Valle dei Templi, ed è gestito dal FAI. Proseguimento per Favara dove in compagnia di una appassionata ricercatrice della cucina Siciliana vivremo una entusiasmante esperienza di cooking class cimentandoci nella preparazione di un menu tipico a tre portate che consumeremo a casa di Annalisa Pompeo, in un ambiente vintage in stile anni 50. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

 

8° giorno:  MAZARA DEL VALLO

Prima colazione in hotel. Visita guidata di Mazara del Vallo, ridente ed antica cittadina della Sicilia occidentale. Il caratteristico porto canale, ospita la più grande flotta peschereccia d’Italia. Nel centro storico, sono visibili interessanti edifici arabo/normanni, numerose chiese rinascimentali e barocche. La struttura originaria della vecchia città è costituita dalla “Khasba” con stradine strette e sinuose dove si affacciano caratteristici cortili. All’interno della chiesa di Sant’Egidio si trova il “Museo del Satiro” dove si potrà ammirare la statua bronzea del “Satiro Danzante” diventata oramai famosa e conosciuta in tutto il mondo: trovata da un peschereccio nella primavera del 1998 nel mare del Canale di Sicilia, rappresenta un “demone” mitologico che faceva parte del corteo orgiastico del dio Dionisio. Pranzo degustazione accompagnato da ottimo vino a km 0,  di crudità di mare fra cui il celebre Gambero Rosso di Mazara e il tradizionale cous cous di pesce alla trapanese, presso CTA Pesca Marea Viva, uno dei 50 migliori posti al mondo dove degustare molluschi e crostacei freschi. I prodotti tutti di altissima qualità sono pescati nel canale di Sicilia.  Nel pomeriggio trasferimento all’aeroporto di Palermo in tempo utile per il vostro volo di rientro.

Il tour verrà effettuato al raggiungimento del numero minimo di partecipanti 15 giorni prima della partenza, i giorni si intendono di calendario, giorno della partenza e dell’annullamento inclusi.

LA QUOTA COMPRENDE:

  • Trasferimenti in Pullman G.T. Aeroporto di Palermo / Hotel e viceversa
  • Trasporto in Pullman G.T. secondo l’itinerario indicato in Sicilia
  • Sistemazione in camere doppie con servizi privati e aria condizionata
  • Pasti in hotel come da programma (nr. 6 H.B. + nr. 1 B.B.)
  • Pranzo a base di “Street Food” a Palermo
  • Pranzo in ristorante tipico a base di pesce a Cefalù
  • Pranzo agropastorale in un’azienda presidio “Slow Food” a Salemi
  • Light lunch con degustazione di vini c/o “Cantine Firriato”
  • Light lunch con degustazione di vini c/o “Cantine Pellegrino”
  • Light Lunch con degustazione Olio a Castelvetrano c/o “Tenute Rocchetta”
  • Light lunch con degustazione di crudità di Mare e Cous Cous Trapanese a Mazara del Vallo
  • Cena in ristorante a base di pesce a Mazara del Vallo
  • Degustazione di prodotti tipici c/o Antica Pasticceria “Maria Grammatico” ad Erice
  • Cooking Class a Favara con pranzo finale
  • Traghetto Marsala / Mothia
  • Servizio di guida locale intera giornata a Palermo, Monreale/Cefalù, Segesta/Trapani/Erice, Salemi, Mozia/Marsala, Agrigento/Favara
  • Servizio di guida locale mezza giornata a Mazara del Vallo, Santa Margherita Belice

 

LA QUOTA NON COMPRENDE:

  • I voli e le tasse aeroportuali
  • Le bevande ai pasti in hotel
  • Gli ingressi ai musei e alle zone archeologiche
  • Eventuale tassa di soggiorno (da pagare in loco)
  • Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “la quota comprende”