Fly & Drive The Great American West: Sud Dakota, Wyoming & Idaho

Giorno 1 – SIOUX FALLS (South Dakota)
Se sei la città più grande di tutto lo Stato sicuramente hai innumerevoli attrazioni e attività da offrire ai tuoi visitatori… Benvenuti a Sioux Falls! La visita non può che cominciare dall’omonimo parco, il Falls Park, dove scorrono una media di 7.400 galloni di acqua ogni secondo. Successivamente raggiungete la bellissima area del centro cittadino dove è possibile visitare il Washington Pavilion, casa dell’arte locale, dell’intrattenimento e della scienza. Dedicate del tempo anche al più nuovo parco statale dello Stato, il Good Earth at Blood Run, è anche Historic Landmark e avrete la possibilità di ammirare un’abbondante fauna locale, sentieri da percorrere a piedi e il nuovo centro visitatori. Pernottamento a Sioux Falls.

Giorno 2 – da SIOUX FALLS al PARCO NAZIONALE BADLANDS (South Dakota)
Partenza verso ovest sull’interstatale 90 in direzione di Mitchell, dove si trova l’unico Palazzo di Mais esistente al mondo. Si tratta di una struttura unica nel suo genere… esternamente è decorata esclusivamente in mais e qui vengono ospitati festival, concerti ed eventi sportivi. Si prosegue percorrendo l’interstatale 90 fino a Chamberlain, dove è possibile entrare in contatto con la cultura dei nativi americani del Sud Dakota visitando l’Akta Lakota Musem and Cultural Center. Non è solamente un museo, è una esperienza unica che offre al visitatore una vera e propria lezione sullo stile di vita dei Nativi Americani del passato e del presente. Da Chamberlain si prosegue ad ovest fino a raggiungere il Parco Nazionale delle Badlands. Qui avrete la possibilità di ammirare un paesaggio straordinario dove l’erosione ha portato alla luce strati sedimentari di roccia rossi, arancio e giallo. Percorrete il parco seguendo la strada oppure avventurandovi in uno dei numerosi sentieri. Pernottamento nei pressi nel Parco oppure a Wall. Ammirare il cielo notturno stellato è un’esperienza da non perdere!

Giorno 3 – da WALL a RAPID CITY (Sud Dakota)
Si raggiunge la città orientale più grande dello Stato: Rapid City. La città conserva bene la sua ricca eridità culturale senza tralasciare l’aspetto moderno. Per capire il motivo per il quale è anche chiamata la “città dei presidenti” scoprite le varie statue di bronzo disseminate per la città che rappresentano vari Presidenti americani. Per chi vuole imparare di più riguardo all’abbondante fauna selvatica può visitare il Reptile Garden, il Journey Museum and Learning Center e il museo di geologia. Gli amanti dell’arte e della cultura nei nativi non devono assolutamente perdere: il Dahl Arts Center, Art Alley e Praire Edge Trading Company. Per la cena scoprite una delle numerose opzioni disponibili in città. Pernottamento.

Giorno 4 – da RAPID CITY alle BLACK HILLS CENTRALI (Sud Dakota)
Rapid City è il punto di partenza perfetto per partire alla scoperta delle Black Hills con le numerose imperdibili attrazioni. A breve distanza si trova l’iconico Monte Rushmore, memoriale nazionale alla democrazia. Sulla parete rocciosa sono scolpite le effigi dei presidenti George Washington, Thomas Jefferson, Theodore Roosevelt e Abraham Lincoln. Merita una visita anche il centro interattivo Lincoln Borglum Museum dove è possibile scoprire curiose ed importanti informazioni riguardo al progetto. Non lontano si trova il più grande progetto al mondo di scultura su montagna ancora in atto: il Crazy Horse Memorial. Una volta terminato raffigurerà Crazy Horse, il potente leader Nativo che difese la cultura e il territorio degli indiani d’America. Scoprite anche l’artigianato e le performance all’interno del visitor center. Pernottamento nell’area (Keystone, Hill City oppure Custer)

Giorno 5 – dalle BLACK HILLS a DEADWOOD (Sud Dakota)
Dedicate del tempo ad una visita al Custer State Park, famoso per la sua abbondante fauna selvatica con bisonti, antilopi, cervi, alci, cani della prateria e capre di montagna, siti storici e una bellissima natura che invita i visitatori a prendere parte ad una delle numerose attività all’aria aperta come canoa, uscite in barca, uscite in bicicletta, passeggiate a cavallo, arrampicate su roccia o passeggiate.  Lo stop successiva è Deadwood, città dal famoso passato che ha ospitato i più audaci giocatori d’azzardo e pistoleri nell’era della corsa all’oro. Visitate il Mount Moriah Cemetery per vedere le tombe di personaggi come Wild Bill, Calamity Jane e Seth Bullock. Per chi vuole provare un’esperienza paranormale può partecipare ad un tour investigativo di uno dei luoghi più stregati: la Adam House. Per vedere i fossili o un’enorme pepita d’oro vistate l’Adams Museum oppure tentate la fortuna in uno dei numerosi casinò della Main Street.

Giorno 6 – da SPEARFISH pernottamento in RANCH (Sud Dakota-Wyoming)
partenza in direzione dello Stato del Wyoming. Durante il tragitto visita della Devils Tower National Monument., una spettacolare formazione rocciosa formata dalla lava vulcanica milioni di anni fa e ora alta 867 piedi. È stata anche l’icona del famoso film “Incontri Ravvicinati del Terzo Tipo”, si tratta di uno dei siti più sacri ai Nativi Indiani delle Tribù delle Pianure. Fermatevi al centro visitatori e camminate attorno alla base.  Successivamente avventuratevi nella città di Buffalo. Che si trova ai piedi delle Big Horn Mountains, qui potrete ripercorrere le tracce dei pionieri, fuorilegge, minatori, soldati e cowboy. Alcuni dei punti da visitare sono: lo storico Orient Hotel, il forte Hole-in-the-wall e il sito storico Phil Kearney. Pernottamento in RANCH, per una vera esperienza western!

Giorno 7 – da BUFFALO a CODY (Wyoming)
Partenza verso Cody. Consigliamo uno stop a King’s Saddlery, un negozio in puro stile western, dove è anche possibile acquistare gioielli, piatti e cornici. È anche possibile visitare il The King Don Museum che espone più di tre decadi di oggetti in stile western come selle, carri, reperti dei nativi indiani e molto altro. Consigliamo anche uno stop al Bighorn Canyon National Recreation Area per partecipare ad uno scenografico tour in barca. La destinazione della giornata è Cody il cui nome deriva dal colonello William Frederick “Buffalo Bill” Cody. Per divertimento in puro stile western partecipate ad un rodeo, che ha luogo tutte le sere da giugno ad agosto. Pernottamento a Cody.

Giorno 8 – CODY (Wyoming)
Per imparare qualcosa di più riguardo alla storia del Wyoming visitate il Buffalo Bill Center of the West, ben cinque diversi musei sotto lo stesso tetto. Uno di questi è considerato il migliore museo degli USA riguardante i nativi indiani delle pianure.  Resto della giornata a disposizione per scoprire la caratteristica Main Street con negozi e gallerie d’arte di questa cittadina western a poca distanza dall’ingresso del Parco Nazionale di Yellowstone.
Programmate la cena o un drink al famoso Irma Hotel, costruito da Buffalo Bill nel 1902 e dedicato a sua figlia. Pernottamento a Cody.

Giorno 9 – da CODY al PARCO NAZIONALE DI YELLOWSTONE (Wyoming)
a circa due ore di strada da Cody si arriva al Parco Nazionale più famoso di tutto il Nord America: lo Yellowstone. Un ambiente unico vi attende: cascate, folte foreste, fauna selvatica, canyon e fiumi! Fermatevi al Visitor Center per di più riguardo a Fort Yellowstone e alle tribù dei nativi delle pianure che abitarono la regione. Per ammirare una delle meraviglie della natura recatevi a Old Faithful, il geyser che erutta regolarmente acqua calda ad una altezza di 27 metri ogni 20 minuti prima di creare del vapore. Pernottamento all’interno del parco.

Giorno 10 – dal PARCO NAZIONALE DI YELLOWSTONE al PARCO NAZIONALE DEL GRAND TETON (Wyoming)
Partenza in direzione sud per esplorare la parte più meridionale del parco con la sua abbondante fauna selvatica (bisonti, alci e lupi) e il Grand Canyon dello Yellowstone con le sue fantastiche cascate. Seguendo la US191 si giunge al Parco Nazionale del Grand Teton con la sua particolare collezione di fauna selvatica con più di 300 specie di uccelli, verdi foreste e spettacolari panorami sulle alte cime montane. Per chi vuole praticare delle attività all’aria aperta è possibile partecipare a passeggiate a cavallo, uscite in canoa, kayak, rafting oppure snowcoach durante l’inverno. Il pernottamento è previsto a Jackson. Vi consigliamo un fantastico pasto al Bar J Chuckwagon Supper, con la sua vibrante e autentica atmosfera del vecchio con tipico intrattenimento. Nelle numerose gallerie d’arte e negozi della città è possibile acquistare artigianato nei Nativi Indiani oppure in stile western. Alle 18.00 recatevi al Jackson Town Square dove personaggi in costume mettono in atto una sparatoria in stile western oppure godetevi n drink al famoso Million Dollar Cowboy Bar.

Giorno 11 – da JACKSON a POCATELLO (Wyoming-Idaho)
Partenza in direzione di Pocatello percorrendo una strada scenografica e attraversando bellissimi paesaggi. Si raggiungerà la Teton Valley, un’area con un’interessante presenza di fauna selvatica, e numerosi sentieri da percorrere a piedi, a cavallo o in biciletta. Lo stop successivo potrebbe essere lo Yellowstone Bear World, appena fuori Rexburg, un safari con la propria auto! Guidando potrete ammirare le capre delle Montagne Rocciose, i bisonti, i cervi dalla coda bianca e gli orsi Grizzly! Si continua il percorso verso Pocatello con uno stop al museo della storia e della scienza di Idaho Falls oppure al Shoshone Bannock Tribal Museum di Fort Hall che espone fotografie e manufatti della tribù. La destinazione finale della giornata è l’incantevole cittadina di Pocatello.

Giorno 12 – da POCATELLO a SUN VALLEY RESORT (Idaho)
Merita una visita il bizzarro Idaho Potato Museum a Blackfoot, costruito nel 1912 espone la storia delle patate dell’Idaho. Il secondo stop è il Craters of the Moon National Monument and Preserve, istituito nel 1924 rappresenta una delle aree basaltiche meglio conservate negli Stati Uniti continentali.  Si guiderà poi fino a Sun Valley Resort, luogo pieno di glamour dove è possibile giocare a golf, andare a cavallo, in bicicletta, giocare a golf e molto altro!

Giorno 13 – da SUN VALLEY RESORT a MCCALL (Idaho)
Durante il tragitto verso McCall fermatevi al Sawtooth National Recreation Area per ammirare le bellissime montagne, i corsi d’acqua e i laghi. L’area offre numerose attività all’aria aperta come camminate, scalate o pesca. Assicuratevi di avere tempo per fermarvi al Redfish Lake dove è possibile rilassarsi sulla spiaggia oppure noleggiare una canoa per ammirare il panorama circostante. È possibile anche pratica rafting sul Salmon River oppure sul Payette River. Si guiderà infine fino a raggiungere la pittoresca cittadina di McCall dove è previsto il pernottamento.

Giorno 14 – da MCCALL a BOISE (Idaho)
Partenza in direzione di Boise. Il primo stop sarà nell’area di Hells Canyon con il suo spettacolare scenario montano è il luogo perfetto per attività all’aperto come passeggiate a cavallo oppure a piedi. Per chi vuole provare un’esperienza unica partecipate ad una uscita in barca sul canyon che divide lo stato dell’Oregon dall’Idaho. Si prosegue fino a Boise, la capitale dell’Idaho. Cena in uno dei numerosi e deliziosi ristoranti a disposizione e pernottamento in città.

Giorno 15 – BOISE (Idaho)
Boise è considerata il suo centro culturale grazie alla suo vivace centro cittadino. Qui si trova anche una delle più attive comunità basche al mondo, visitando il Basque Museum e il Centro Culturale sarà possibile scoprire di più riguardo questa antica cultura. Gli amanti della storia non devono perdere il Warhawk Air Museum dove scoprire di più della storia militare statunitense. Si possono ammirare aeroplani militari vintage, aerei da guerra, cimeli risalenti alla prima e seconda Guerra Mondiale oltre che alla Guerra della Korea e del Vietnam. Merita una visita anche il World Center for Birds of Prey dove ammirare da vicino aquile, gufi, avvoltoi, falchi provenienti da tutto il mondo. L’ultima tappa odierna è la Snake River Valley, l’area famosa per la cultura vinicola e dove vengono prodotti alcuni tra i più buoni vini del Paese.

Giorno 16 – BOISE (Idaho) PARTENZA
L’avventura attraverso il Grande Ovest Americano si conclude qui!