Hotel New York – Mondrian Soho

Di recente apertura, il Mondrian incanta I suoi ospiti attraverso le visioni di Benjamin Noriega Ortiz, ispirato apertamente al film di Jaean Cocteau “La Bella e la Bestia”.
Con il design del Mondrian, Noriega risveglia l’ immaginazione e invita gli ospiti in un viaggio fantastico. L’ hotel vanta una scenografia che ipnotizza e che cattura lo scintillante charm e romanticismo di New York.

Le 270 camere, ognuna con viste mozzafiato dei dintorni dell’ isola di Manhattan, propongono arredamento su misura e cenni al racconto nei piccoli dettagli, i quali richiamano una fantasia provocatoria. I corridoi che portano alle camere sono coperti da grandi tappeti , decorazioni di roseti, grandi specchi antichi e applique di cristallo; prima di entrare nella stanza si sosta nel foyer dai pavimenti in marmo che portano al luminoso spazio della camera. Letti bianche sono fiancheggiati da comodini cromati e da vetrate che si alzano dal pavimento fino al soffitto.

Punta di diamante del Mondrian è il suo rinomato ristorante di pesce No. Nine, diretto dallo Chef Sam Talbot.
All’ interno del ristorante l’ atmosfera è quella di una serra incantata e senza tempo, in cui trovare eleganti candelieri di cristallo e veri ficus in vaso ad ornare la sala, il tutto al riparo dell’ ampio tetto di vetro. Le eleganti sculture oversize centrotavola dell’ artista Beth Lipman, servono da riferimento alla storia di Cocteau, in cui la seduzione prende forma in un’ elaborata festa preparata di notte.