Hotel MANIHI MANIHI

Piccolo e incontaminato atollo a nord est di Rangiroa, a 525 km da Tahiti, Manihi con una popolazione inferiore ai 500 abitanti, offre lo spettacolo di una laguna dalle tinte magiche, circondata da una collana di isole dalle infinite spiagge di sabbia bianca incorniciate da palme di cocco. Ma la cosa che più rimane nel cuore è l’atmosfera intima e genuina regalata dalla calorosa ospitalità degli abitanti, che regalano un incontro autentico con la cultura polinesiana. Uno dei più preziosi simboli della Polinesia Francese viene proprio dalle calde e chiare acque di questo atollo che ne costituiscono l’ambiente ideale: la perla coltivata di Tahiti, la cui bellezza, universalmente riconosciuta, la ha resa rapidamente famosa nel mondo della gioielleria internazionale. Manihi è stata la prima isola a ospitare, fin dagli anni ’60 del secolo scorso, le fattorie di perle che le hanno conferito una fama mondiale, aprendo la via alle altre isole. La culla della perla nera vi svelerà tutti i segreti di questa madreperla dalle virtù leggendarie con una visita ad una delle fattorie dove sarà anche possibile acquistare questo gioiello così unico. L’atollo ospita anche le vestigia di antichi marae, disseminati sulla corona della barriera corallina, ma è conosciuto soprattutto per l’eccezionale qualità dei suoi fondali sottomarini. Il canale di Turipaoa, Profondo e navigabile, sulla riva del quale si trova l’unico villaggio dell’atollo, è un vero paradiso per i sub, che possono lasciarsi portare alla deriva fra migliaia di cernie multicolori, pesci balestra, pesci persici e pesci napoleone, che popolano questi magnifici giardini sottomarini. Lungo le scogliere che precipitano a picco verso il fondo è facile ammirare le razze manta, che spiegano le loro maestose velature. I turisti possono trovare alloggio presso le pensioni familiari o nell’unico albergo dell’isola.
L’accoglienza
La scrupolosa attenzione nei confronti delle esigenze del visitatore, unita all’amore e al rispetto per le proprie tradizioni, hanno permesso la crescita di strutture lussuose e perfettamente integrate nel meraviglioso quadro naturalistico dell’arcipelago: la Polinesia Francese ha sviluppato negli anni una vera e propria vocazione alla ricettività. I grandi alberghi dispongono di ogni optional immaginabile, per supportare un viaggio d’affari o per rendere ancora più confortevole un viaggio per diporto, e offrono l’impagabile aggiunta di una vista unica al mondo; piccoli ma lussuosissimi hotel, costruiti nello stile tipico dei fare e dotati al contempo di ogni moderno confort, saranno la meta perfetta di una romantica “fuga”; i magnifici resort, letteralmente immersi in angoli naturali di stupefacente bellezza, svelano all’interno dei loro bungalow-palafitte un gusto squisito nel coniugare la tradizione con le più svariate esigenze della modernità.
Petite hôtellerie
:
la “piccola accoglienza” familiare. “Haere Mai”: venite da noi. La Polinesia Francese è rinomata per il caloroso senso dell’ospitalità dei suoi abitanti. E la formula della “petite hotellerie”, la ricettività offerta da piccole strutture, per lo più gestite da privati in un ambiente familiare, lo dimostra col suo crescente successo. Mille strutture per più di duemila posti letto: attualmente l’offerta dei piccoli albergatori polinesiani copre tutti gli arcipelaghi, permettendo al viaggiatore che non ama le formule del tutto compreso di pianificare una visita indimenticabile da costruire giorno dopo giorno. Camere, appartamenti, bed&breakfast, bungalow o piccole pensioni; le tipologie sono estremamente diversificate e permettono di includere o meno i pasti nel prezzo del pernottamento.
Quindi per ogni stile di vacanza, Etnia Travel Concept sarà in grado di proporre la giusta soluzione. Chiedila al booking !

close
Thanks !

Thanks for sharing this, you are awesome !