Tour Namibia – NAMIBIA EQUOSOLIDALE

1° Giorno Windhoek
Arrivati a Windhoek e, dopo il disbrigo delle formalità di ingresso, incontro con il corrispondente per la consegna di tutti i documenti e voucher definitivi, vi assisterà per eventuale cambio moneta e vi farà una breve spiegazione del vostro itinerario. Lascerete l’aeroporto in direzione Windhoek città ( circa 45 km) per proseguire poi alla volta del Suricate Town Lodge o similari dove passerete la prima notte.

2° Giorno Windhoek
Giornata intera dedicata al Social Project Tour. Partirete alla volta dei sobborghi (città di Katutura) dove lontano dagli splendidi panorami naturali fotografati da tanti turisti, nella collina attorno alla capitale Windhoek vivono decine di migliaia di persone in estrema povertà, la popolazione adulta della baraccopoli è afflitta dalla disoccupazione a cui risponde spesso finendo vittima di alcolismo, prostituzione ed AIDS. Bambini orfani e vulnerabili, insieme con gli adulti, sono assistiti dal Catholic Aids Action e da molte altre organizzazioni cattoliche.
Attraverserete i quartieri “black only”, denominati cosi durante il periodo dell’Apartheid. Grazie al mezzo utilizzato, la bicicletta, potrete avere un vero assaggio dell’anima vibrante namibiana. L’itinerario parte dal progetto “Penduka” e prosegue fino alla diga Goreangab. Penduka Development trust è un’organizzazione benefica situata a Katutura, creata 20 anni fa con l’obiettivo di aiutare a livello economico le donne più svantaggiate e quelle disabili. La parola “Penduka” significa “svegliarsi” ed è un invito alle donne namibiane di prendere in mano la loro vita; più di 500 donne sono supportate da questa associazione. Qui si producono tessuti, batik, cuscini, ceramiche e altri prodotti per la casa fatti interamente a mano. Attraverserete il vivace mercato “Single Quarters” dove potrete assaggiare prodotti locali per poi proseguire per la famosa “Eveline Street”, la strada che non dorme mai. Ritorno al Suricate Town Lodge o similari per il pernottamento.

3° Giorno Namib Desert 
Dopo la colazione lascerete l’hotel e partirete in direzione Namib Desert per arrivare intorno a mezzogiorno. Arrivo e sistemazione presso Namib Desert Lodge. Il Namib Desert Lodge si trova ai piedi delle antiche dune fossili. Consigliamo una visita al tramonto alle famosissime dune rosse, un capolavoro di sabbia da mozzare il fiato. Cena e pernottamento presso il lodge

4° Giorno Namib Desert
Oggi ci si alza prima dell’alba, ci aspetta l’esperienza unica della visita, di prima mattina, al magico complesso di dune più alto di tutto il Namib meridionale.
Immersi in un oceano di sabbia color arancione albicocca intenso, che incute a volte addirittura una sorta di rispettosa soggezione, potrete godere di un sole nascente capace di creare contrasti di luce, giochi d’ombre così impressionanti, che vi sentirete trasportati in uno scenario dalla bellezza mozzafiato. Qui avrete l’opportunità di scalare la famosissima Duna 45 per godere dello splendido panorama. Gli ultimi chilometri saranno percorsi a bordo di mezzi 4×4 scoperti, che serpeggiando lungo la pista sabbiosa vi faranno raggiungere questa “padella” d’argilla bianca circondata da isolate aree dove cresce la vegetazione che si è adattata all’ambiente desertico, e dove vivono piccoli mammiferi, rettili e uccelli. Negli anni in cui le precipitazioni sono molto elevate il fiume Tsauchab riesce a sfondare le barriere di sabbia e inondare il “pan” (la padella, appunto). Proseguirete per Dead Vlei, depressione che dal nome rende l’idea del paesaggio e che è nota per i suoi alberi fossili e i contrasti di colore che si creano tra il rosso delle dune circostanti e il pavimento bianco della valle. Rientro al lodge, cena e pernottamento.

5° Giorno Swakopmund 
Dopo colazione, il vostro viaggio continua in direzione nord-ovest passando attraverso la “Valle della Luna” e alla “Welwitschia Plains”. Il Namib, naturalmente, cambia nel suo aspetto lungo il tragitto, pareti di roccia erosa e modellata dall’azione dei venti, montagne che emergono dalle praterie; canyon che si ramificano ovunque attorno a voi, incidendo il paesaggio. Il Namib è un mondo a sé stante, caratterizzato da fortissimi contrasti e da scenari mozzafiato. Mentre la parte meridionale è tinteggiata con tenui colori pastello, le piane sassose e aride nella sua porzione centrale ci fanno capire che questo è uno degli ambienti naturali più ostili sulla faccia della terra. Arrivo a Swakopmund e sistemazione presso A La Mer Hotel o similari. Consigliamo una cena in uno dei numerosi ristoranti presenti nella cittadina (cena non inclusa), pernottamento.

6° Giorno Swakopmund
Giornata dedicata al Living Desert Tour, un’avventura unica in 4×4 che vi porterà al Deserto del Namib. La cintura delle dune costiere può sembrare sterile e senza vita a molte persone, ma in realtà è viva con un’affascinante varietà di piccoli animali adattati alla vita nel deserto e che sono in grado di sopravvivere nella nebbia che si impone costantemente dal freddo Oceano Atlantico. A pochi chilometri dal centro di Swakopmund il territorio cambia e appare un altro mondo. Con il nome pittoresco di Mondesa, questo lato della città è più africano e più complesso. Mondesa Township Tours è il prossimo tour del vostro programma che offre un giro ben organizzato che riflette la storia di Mondesa. Mondesa è stata fondata nei primi anni ’50 per fornire alloggi per i neri che lavorano a Swakopmund. Questo tour è stato progettato come parte della storia vivente, spostandosi dalle aree di Owambo a quelle abitate dalle etnie Damara e Herero. Ad ogni visita condividerete un po’ ‘di cultura e di storia della popolazione.
Ritorno al vostro hotel. Pernottamento

7° Giorno Erongo
Oggi partirete presto per proseguire in direzione l’Omandumba Guestfarm. Omandumba West è situato a nord-ovest della montagna Erongo, a circa 45 km a ovest di Omaruru. Il nome Omandumba deriva da una delle tante lingue namibiane e significa “il luogo in cui cresce il cespuglio amaro”. Lungo il percorso visiterete Spitzkoppe, uno dei punti di riferimento più riconoscibili della Namibia. Si trova nel deserto del Namib, tra Swakopmund e Usakos, che è anche la città più vicina (circa 50 km di distanza). Questa imponente formazione di rocce di granito (1.728 mt.) è stata scalata solo nel 1946 e la sua forma a punta ha ispirato il suo soprannome. Molti esempi di opere d’arte di Boscimani si possono vedere sulla roccia nella zona di Spitzkoppe, che è anche un antico vulcano, formato nello stesso modo dei massicci di Brandberg e Erongo. Lo Spitzkoppe è ora una popolare destinazione per l’alpinismo, l’escursionismo e il campeggio. Nel pomeriggio arriveremo a Omandumba, tempo a disposizione per relax. Cena e pernottamento presso la Farm o similari.

8° Giorno Erongo 
Al sorgere del sole inizierete il giro completo del Bushman Living Museum. Entrando nel Living Museum avrete un’interessante visione dell’antica cultura del cacciatore-raccoglitore e della vita tradizionale del popolo San. Tra i vari programmi viene offerta, ad esempio, la passeggiata nel bush nell’Erongo dove vedrete i graffiti fatti sulla roccia e dove vi verranno mostrate varie piante locali e il loro uso tradizionale. I visitatori possono anche partecipare alla caccia tradizionale San e molto di più. Cena e pernottamento presso la Farm o similari.

9° Giorno Damaraland
Di primo mattino partenza da Omandumba. Proseguirete per il Damaraland fino al Brandberg White Lady Lodge o similari, vicino al “White Lady”, la pittura rupestre più famosa della regione. Dal momento che la passeggiata guidata viene fatta solo al mattino a causa del caldo pomeridiano, cercate di arrivare in tempo (intorno alle 09:00 AM). Con una guida locale camminerete fino alla White Lady e ritorno. L’intera escursione dura circa tre ore. Poi proseguirete fino al lodge e una volta fatto il check-in ed esservi riposati un po’, si parte per l’escursione Elephant Drive per andare sulle tracce di questi magnifici giganti gentili nel letto del fiume Ugab. Cena e pernottamento.

10° Giorno Damaraland
Oggi è prevista un’altra partenza al mattino per sfruttare al meglio la giornata che vi aspetta. Lungo il tragitto sosta per visitare una delle più famose gallerie d’arte a cielo aperto del pianeta. Si visiterà, infatti, Twyfelfontein, primo World Heritage Site in Namibia, dove sono stati incisi sulle pareti d’arenaria rossa, graffiti preistorici tra i più belli ed importanti tra quelli conosciuti. Questi graffiti sono stimati risalire a circa 8000 anni fa. L’ingresso al museo all’aperto è dalle 08:00. Consigliamo di essere lì al più presto per evitare il calore della tarda mattina. Una volta completata la visita guidata, proseguirete con l’escursione alle “Canne d’Organo” (Organ Pipes) alla Burnt Mountain. Poi, attraverso Khorixas e Kamanjab arriverete al Toko Lodge o similari nel primo pomeriggio, in tempo per la visita alla comunità Himba ed al loro villaggio. Cena e pernottamento presso il lodge.

11° e 12° Giorno Oshikuku Benedictine Mission 
Proseguendo dal Toko Lodge il percorso porta più a nord in Ovamboland. In viaggio si ha la possibilità di visitare la fattoria tradizionale della famiglia reale a Tsandi e l’Albero Baobab gigante scolpito a Ombalantu che oggi serve una piccola cappella. Proseguirete per Oshikuku e la Stazione Missionaria delle Suore Benedettine di Oshikuku. Dopo aver preso accordi, farete un giro per la missione guidati da una delle suore che vive all’interno.
Il giorno successivo sarà interamente dedicato a farvi conoscere le realtà rurali locali durante la visita di autentiche fattorie, villaggi e cliniche nelle vicinanze della missione.

13° Giorno Etosha 
Dopo colazione, il viaggio prosegue in direzione del famoso Etosha National Park. L’Etosha è il “santuario” degli animali ed e uno dei più conosciuti parchi nazionali di tutta l’Africa. Questo parco è incredibilmente ricco di fauna, flora e biotipi caratteristici di questo paese: lungo il tragitto si potranno osservare foreste di mopane, savane, paludi, fino alle colline dolomitiche cha caratterizzano il paesaggio della parte occidentale. L’Etosha è dimora e rifugio di gran parte delle specie selvatiche che si possono incontrare nella parte meridionale del continente africano: si passa dai più grandi mammiferi terrestri come l’elefante, la giraffa, i rinoceronti ( bianco e nero), fino ad arrivare a quelli il cui segreto per sopravvivere sta nell’aggregarsi in grandi mandrie o gruppi come lo gnu, le antilopi, le zebre.
Cena e pernottamento presso Namutoni o similari.

14° Giorno Etosha 
Dopo colazione, altro giorno completamente dedicato all’esperienza nel mondo selvaggio dell’Etosha; a bordo della vostra auto viaggerete attraverso le stradine sterrate a caccia degli animali che vivono nel parco. Consigliamo di fermarvi per pranzo presso uno dei tre rest camp esistenti, dove sarà possibile consumare un pranzo o uno spuntino, riposarvi e rilassarvi, soprattutto durante le ore più calde, quando cioè temperatura e sole cocente, impediscono il proseguimento del safari. Al centro del parco si trova la desertica e arida Etosha Pan, una vasta e poco profonda depressione che copre migliaia di chilometri quadrati. Cena e pernottamento presso Halali o similari.

15° Giorno Cheetah View Lodge o similari 
Dopo la prima colazione e l’ultimo foto safari raggiungerete l’uscita del parco verso l’ora di pranzo. Proseguimento in direzione Cheetah View Lodge, aperto nel giugno del 2017, è la sistemazione più recente gestita dalla Namibia’s Cheetah Conservation Fund (CCF), un’organizzazione senza scopo di lucro impegnata a salvare il ghepardo dall’estinzione. Situato sulla riserva del CCF che si affaccia sul massiccio di Waterberg, il lodge si affaccia sulla propria “waterhole” ed è facilmente raggiungibile dal Centro di Ricerca del CCF e dal Santuario Cheetah.
Il pomeriggio sarà dedicato alle varie attività proposte dal lodge e che verranno decise direttamente in loco.

16° Giorno Partenza 
Prosegurete in direzione Otjiwarongo e poi per il mercato del legno di Okahandja per poi arrivare a Windhoek, all’aeroporto internazionale di Hosea Kutako per il vostro volo di ritorno in Italia.

DOVE ANDARE NEL MONDO
con Etnia Travel Concept

Clicca QUI per consultare la mappa interattiva aggiornata