4D Sustainable North Thailand DOM 2019 2020

Giorno 1 (SUN) domenica (,,) Arrivo a Chiang Rai

Time TBA: arrivo a Chiang Rai per via aerea. Consentiti tutti gli operativi.

Accoglienza del nostro staff locale e trasferimento all’hotel. Sistemazione nelle camere

(ufficialmente disponibili a partire dalle ore 14:00)

L’elemento caratterizzante di questa esotica provincia è il grande fiume Mekong che scende dall’Himalaya per attraversare l’intero Sud Est Asiatico fino al Mar Cinese. Qui il Mekong è nel suo medio-basso corso e costituisce per le popolazioni locali una imponente arteria di scambi. È questo uno dei crocevia etnici e commerciali più attivi e movimentati dell’Asia. Lo scambio culturale ha favorito la fusione di tradizioni e sapienza popolare. In quest’area si trovano infatti comunità montane al fianco di altre cinesi, laotiane e birmane.

Giornata libera.

Pasti liberi.

Pernottamento a Chiang Rai

 

Giorno 2 (MON) lunedì (B,L,) Triangolo D’oro, Homestay a Mae Salong Nai, Wat Rong Khun (tempio bianco), Popolazioni Lahu, arrivo a Chiang Mai

Colazione in hotel e checkout.

Visita nel primo mattino al “Triangolo d’Oro”, il punto sul fiume Mekong nel quale la Thailandia incontra la Birmania ed il Laos. Un tempo teatro di illeciti traffici di oppio.

Ci si inoltrerà quindi verso le pendici del monte Mae Salong, confine naturale con la Birmania. La strada che ne porta alla vetta è ricca di occasioni di incontro con le popolazioni locali, come al tradizionale mercato di Mae Salong Nai dove non è inusuale incontrare genti di varie etnie nei loro costumi tradizionali. Qui si possono reperire gli ingredienti che servono per la preparazione del piatto più celebre per antonomasia del nord della Thailandia: il Khao Soi, una prelibata zuppa al curry ricca di latte di cocco e varie spezie.

Dal mercato ci si addentra verso la campagna fino a raggiungere un homestay locale dove saremo ospitati per scoprire come è stato preparato questo succulento piatto e per la sua degustazione.

L’homestay si trova immerso nella natura, in una risaia circondata dalle colline, dove si può ammirare uno spaccato di vita della campagna Thai del Nord. Il fattore coltiva il caucciù, possiede i bufali, che venivano utilizzati per il lavoro nei campi prima dell’arrivo del trattore e a seconda della stagione semina e raccoglie frutti tropicali di vario genere. L’allevamento di animali domestici e la coltivazione sono sempre e comunque circondati dalla giungla, che fa da sfondo alla vita di tutti i giorni e con la quale questi i popoli del Nord convivono da sempre.

Nel primo pomeriggio si lascerà la provincia di Chiang Rai per inoltrarsi verso sud.

Presto ci imbatteremo nel Wat Rong Khun, ibrido stilistico tra architettura moderna e forme tradizionali del passato. Le sue vaste proporzioni e le fastose rifiniture ne hanno fatto a oggi uno dei luoghi più fotografati dai turisti internazionali.

Scendendo, il paesaggio torna ad essere montano, con rilievi ricoperti di fitta vegetazione tropicale che celano villaggi tribali incastonati tra strette vallate. Sono abitati da varie etnie, delle quali i Lahu sono tra i più numerosi. I loro insediamenti sono costituiti da piccole case costruite in bamboo. Alcune hanno ancora il tradizionale tetto in foglie essiccate di cogon. Per i Lahu le forze ancestrali animiste legate agli elementi della natura esercitano ancora una grande influenza.

Nel tardo pomeriggio si giungerà a Chiang Mai, l’antica capitale del regno Lanna e oggi città principale del Nord della Thailandia

Cena libera e pernottamento a Chiang Mai.

 

******Dettagli sulle percorrenze di giornata******

Distanza percorsa ca. 260 Km

Durata del tour visite e trasferimenti inclusi ca. 11h

Giorno 3 (TUE) martedì(B,L,) Gli ombrelli di Bo Sang, Chiang Mai walking tour, Wat Prathat Doi Suthep

Secoli or sono, al termine di un lungo periodo di meditazione, il monaco Phra Intha, rientrò nella sua città di Chiang Mai portando con sé un ombrello di carta; uno dei pochi oggetti indispensabili concessi agli eremiti durante gli esercizi spirituali nella foresta.

La comunità monastica di Chiang Mai si fece promotrice della produzione di questo oggetto facendo costruire il telaio in laboratori domestici, e spingendo a coltivare il gelso per produrre la carta. In poco tempo, il villaggio di Bo Sang, con la sua produzione dette vita a un’economia divenuta poi questa antica tradizione trasmessa di padre in figlio.

Colazione in hotel.

Nel corso della mattinata partenza per raggiungere il villaggio e osservare l’attività degli artigiani. Rientrati in città, avrà inizio un rilassante walking tour per immergersi nell’atmosfera della quotidianità locale. Partiremo dal Wat Suphan, edificio di culto eretto circa 500 anni fa e nei secoli impreziosito con intarsi in argento, scolpiti da artigiani che ancora oggi mantengono viva la tradizione della battitura dei metalli, insegnata anche dai monaci all’interno del tempio. Durante la vista al tempio, i partecipanti che lo desiderano potranno svolgere una cerimonia comune a tutti i Buddhisti in Thailandia. Si tratta del Tawai Sangkatan, il rituale di donazione ai monaci con lo scopo di guadagnare meriti e di buon auspicio per la vita futura. I partecipanti potranno acquistare personalmente il Sangkatan in loco (attività opzionale non inclusa, il costo del Sangkatan varia dai 200 ai 500 bat circa).

Dalla porta sud della città, faremo l’ingresso nel nucleo storico, dove i vicoli si snodano fra piccole abitazioni in legno a due piani in stile Lanna, che si alternano ai 119 templi Theravada, che per oltre sette secoli hanno fatto di Chiang Mai il principale centro di culto buddista del Sud Est Asiatico. Giungeremo così al Wat Chedi Lueang dove si trova il più grande Chedi di tutta la regione Lanna, costruito nel XIV secolo.

Questo percorso storico, culturale e di costume non può che terminare godendo dei profumi e dei sapori della cucina della Chiang Mai antica e dei suoi piatti unici.

Pranzo in ristorante tipico.

(In base al protrarsi delle visite di inizio mattinata, il pranzo potrebbe avvenire prima o dopo la parte del walking tour).

Il centro storico di Chiang Mai è adagiato su di una larga vallata delimitata ad est dall’imponente monte Doi Suthep che sale fino a 1600 mt sovrastando l’intera città. È qui che si salirà nel pomeriggio per raggiungere uno dei santuari più celebri e sacri dell’intero paese: il Wat Phrathat Doi Suthep, edificato a oltre 1000m. di altitudine. La leggenda racconta che il luogo della sua costruzione venne indicato dall’errare di un mitologico elefante bianco che sul suo dorso trasportava una sacra reliquia del Buddha. La reliquia venne sepolta dove oggi si trova l’imponente Chedi dorato al centro del santuario, una delle immagini religiose più ricorrenti della Thailandia.

Cena libera e secondo pernottamento a Chiang Mai.

 ******Attività opzionale facoltativa******

Al Chiang Mai walking tour si può far precedere (con partenza al mattino molto presto) un half day tour fuori città per la pratica dell’elephant riding con supplemento da versare in loco se non corrisposto prima della partenza.

Per maggiori informazioni sull’opzionale consultare l’apposita sezione SUPPLEMENTS (Excel file).

 

Giorno 4 (WED) mercoledì (B,,) Checkout e Trf in aeroporto

Colazione e checkout entro le 12:00.

Trasferimento all’aeroporto di Chiang Mai (CNX) a tempo debito.

 

 

5D Inthanon & Experience North Thailand MER 2019 2020

Giorno 1 (WED) mercoledì (,,) Arrivo a Chiang Mai

Time TBA: Arrivo a Chiang Mai per via aerea. Consentiti tutti gli operativi.

Accoglienza del nostro staff locale e trasferimento all’hotel. Sistemazione nelle camere

(Ufficialmente disponibili a partire dalle ore 14:00)

Giornata libera.

Pasti liberi.

Pernottamento a Chiang Mai

 

Giorno 2 (THU) giovedì (B,L,) Trekking leggero al Doi Inthanon National Park

Colazione in hotel.

Al mattino partenza per raggiungere il possente complesso montuoso del Doi Inthanon, area costellata da villaggi tribali e all’interno del quale si trova l’omonima vetta che segna il punto più alto della Thailandia a quota 2600 mt.

Prima che la civilizzazione portasse le strade, I popoli tribali si orientavano tra le montagne seguendo I corsi l’acqua che costituivano così non solo fonte di vita e nutrimento ma anche guida e direzione.

Da un villaggio all’altro si potevano impiegare giorni di cammino nella jungla. Per gli avventori era quindi indispensabile saper vivere lungo il fiume e con il fiume. Le notti di viaggio si trascorrevano in piccole grotte all’interno delle quali si mangiava il pesce pescato e cucinato con l’acqua del fiume, sulle rive del quale si potevano anche raccogliere varie erbe nutrienti, salutari o medicamentose, con le quali curare il mal di stomaco o arginare le ferite provocate dagli urti con I rovi.

Poi con il progresso sono arrivate le strade, ma I vecchi sentieri montani non sono mai stati abbandonati e oggi sono ancora utilizzabili. È lungo uno di questi che attraverseremo, accompagnati da un’esperta guida locale di etnia Karen, un tratto di foresta all’interno del parco nazionale.

La guida ci condurrà per circa 4Km alla scoperta di estreme bellezze paesaggistiche, tra le quali un’immensa cascata suddivisa su ben tre distinti livelli.

La prima parte del percorso copre l’alto corso del fiume. Superata la cascata, il cui dislivello si coprirà scendendo una lunga scalinata rudimentale in legno, si avrà accesso ad una stretta vallata incastonata tra le montagne, dove I villaggi Karen locali hanno dato luogo ad un’estesa coltivazione di riso con la tecnica del terrazzamento e canalizzando l’acqua della cascata per l’irrigazione. Lo spettacolo visivo offerto dai terrazzamenti è molto suggestivo.

Sosta per il pranzo a base di cucina locale.

La visita del Parco sarà completata raggiungendo le imponenti cascate Watchirathan, di altezza limitata ma che offrono un violentissimo getto d’acqua di vasta portata.

Al termine delle visite rientro in hotel.

Cena libera e pernottamento a Chiang Mai.

 

******Dettagli sulle percorrenze di giornata******

Distanza percorsa ca.180 Km

Durata del tour visite e trasferimenti inclusi ca. 7h

Strada di montagna non particolarmente impegnativa

 

Giorno 3 (FRI) venerdì(B,L,) (Attività opzionale con supplemento), gli ombrelli di Bo Sang, Chiang Mai walking tour Wat Prathat Doi Suthep

Secoli or sono, al termine di un lungo periodo di meditazione, il monaco Phra Intha, rientrò nella sua città di Chiang Mai portando con sé un ombrello di carta; uno dei pochi oggetti indispensabili concessi agli eremiti durante gli esercizi spirituali nella foresta.

La comunità monastica di Chiang Mai si fece promotrice della produzione di questo oggetto facendo costruire il telaio in laboratori domestici, e spingendo a coltivare il gelso per produrre la carta. In poco tempo, il villaggio di Bo Sang, con la sua produzione dette vita a un’economia divenuta poi questa antica tradizione trasmessa di padre in figlio.

Colazione in hotel

Nel corso della mattinata partenza per raggiungere il villaggio e osservare l’attività degli artigiani. Rientrati in città, avrà inizio un rilassante walking tour per immergersi nell’atmosfera della quotidianità locale. Partiremo dal Wat Suphan, edificio di culto eretto circa 500 anni fa e nei secoli impreziosito con intarsi in argento, scolpiti da artigiani che ancora oggi mantengono viva la tradizione della battitura dei metalli, insegnata anche dai monaci all’interno del tempio. Durante la vista al tempio, i partecipanti che lo desiderano potranno svolgere una cerimonia comune a tutti i Buddhisti in Thailandia. Si tratta del Tawai Sangkatan, il rituale di donazione ai monaci con lo scopo di guadagnare meriti e di buon auspicio per la vita futura. I partecipanti potranno acquistare personalmente il Sangkatan in loco (attività opzionale non inclusa, il costo del Sangkatan varia dai 200 ai 500 bat circa).

Dalla porta sud della città, faremo l’ingresso nel nucleo storico, dove i vicoli si snodano fra piccole abitazioni in legno a due piani in stile Lanna, che si alternano ai 119 templi Theravada, che per oltre sette secoli hanno fatto di Chiang Mai il principale centro di culto buddista del Sud Est Asiatico. Giungeremo così al Wat Chedi Lueang dove si trova il più grande Chedi di tutta la regione Lanna, costruito nel XIV secolo.

Questo percorso storico, culturale e di costume non può che terminare godendo dei profumi e dei sapori della cucina della Chiang Mai antica e dei suoi piatti unici.

Pranzo in ristorante tipico. (In base al protrarsi delle visite di inizio mattinata, il pranzo potrebbe avvenire prima o dopo la parte del walking tour).

Il centro storico di Chiang Mai è adagiato su di una larga vallata delimitata ad est dall’imponente monte Doi Suthep che sale fino a 1600 mt sovrastando l’intera città. È qui che si salirà nel pomeriggio per raggiungere uno dei santuari più celebri e sacri dell’intero paese: il Wat Phrathat Doi Suthep, edificato a oltre 1000 mt. di altitudine. La leggenda racconta che il luogo della sua costruzione venne indicato dall’errare di un mitologico elefante bianco che sul suo dorso trasportava una sacra reliquia del Buddha. La reliquia venne sepolta dove oggi si trova l’imponente Chedi dorato al centro del santuario, una delle immagini religiose più ricorrenti della Thailandia.

Cena libera e pernottamento a Chiang Mai.

 

******Dettagli sulle percorrenze di giornata******

Distanza percorsa ca.206 Km

Durata del tour visite e trasferimenti inclusi ca. 12h

 

******Attività opzionale facoltativa******

Al Chiang Mai walking tour si può far precedere (con partenza al mattino molto presto) un half day tour fuori città per la pratica dell’elephant riding con supplemento da versare in loco se non corrisposto prima della partenza. RICHIEDI SUPPLEMENTO

 

Giorno 4 (SAT) sabato (B,L,) Popolazioni Lahu, Mercato di Wiang Pa Pao, Wat Rong Khun (tempio bianco), Triangolo D’oro.

Colazione in hotel e checkout.

Si lascerà quindi Chiang Mai per inoltrarsi verso le province più settentrionali del Paese, al confine con Laos e Birmania. Il paesaggio è montano, con rilievi ricoperti di fitta vegetazione tropicale che celano villaggi tribali incastonati tra strette vallate. Sono abitati da varie etnie, delle quali i Lahu sono tra i più numerosi. I loro insediamenti sono costituiti da piccole case costruite in bamboo. Alcune hanno ancora il tradizionale tetto in foglie essiccate di cogon. Per i Lahu le forze ancestrali animiste legate agli elementi della natura esercitano ancora una grande influenza.

Le montagne e la folta vegetazione tropicale sono lo scenario che conduce a Wiang Pa Pao, dove il mercato locale è divenuto importante crocevia di scambi commerciali fra le tribù di montagna che qui vendono i propri prodotti e acquistano generi di necessità quotidiana. Non c’è luogo e momento migliore per approfittare di un pranzo a base di cibi locali e autentici.

Sosta in un piccolo ristorante lungo la strada per il pranzo a base di cucina locale.

Poco prima di giungere alla città capoluogo di Chiang Rai, ci imbatteremo nel Wat Rong Khun, ibrido stilistico tra architettura moderna e forme tradizionali del passato. Le sue vaste proporzioni e le fastose rifiniture ne hanno fatto a oggi uno dei luoghi più fotografati dai turisti internazionali.

Si lascerà la città alle spalle per dirigersi ancora più a nord, verso il doppio confine di Stato. Si apre davanti una grande pianura coltivata a riso e frutta tropicale, solcata dai corsi dei principali affluenti del Mekong, il grande fiume che scende dall’Himalaya e che attraversa l’intero Sud Est Asiatico fino al Mar Cinese. Qui il Mekong è nel suo medio-basso corso e costituisce per le popolazioni locali una imponente arteria di scambi. È questo uno dei crocevia etnici e commerciali più attivi e movimentati dell’Asia. L’interazione culturale ha favorito la fusione di tradizioni e sapienza popolare. In quest’area si trovano comunità montane al fianco di altre cinesi, laotiane e birmane.

Nella parte finale del pomeriggio si raggiungerà il “Triangolo d’Oro”, il luogo di confine dove si incontrano i tre Paesi.

Al termine della visita, trasferimento di rientro a Chiang Rai e sistemazione in hotel. Pernottamento a Chiang Rai.

 

******Dettagli sulle percorrenze di giornata******

Distanza percorsa ca. 400 Km

Durata del tour visite e trasferimenti inclusi ca. 12h

 

Giorno 5 (SUN) domenica (B,,) Trf Out

Checkout entro le 12:00.

07:30 (orario esatto comunicato in loco) trasferimento unico per tutti i clienti all’aeroporto di Chiang Rai (CEI) dove si giungerà alle 08:15 ca. garantita operatività con tutti i voli in partenza dalle 09:45 AM in poi. Il trasferimento all’aeroporto di Chiang Rai ad orari diversi da quello sopra indicato sarà fornito con supplemento.

Il servizio di trasferimento sarà driver only con supplemento di circa 10 euro persona (minimo 2 pax)

 

 

CONDIZIONI:

Partenze garantite minimo 2 persone tutti i mercoledì

6D Fiume Kwai Inthanon & Experience North Thailand MAR 2019 2020

Giorno 1 (TUE) martedì (,L,D) Maeklong Railway Market, Mercato galleggiante di Damnern Saduak – Ponte sul fiume Kwai – Treno sulla ferrovia della morte – pernottamento nella jungla

06:00 Inizio dei pick-up dei partecipanti dai vari hotels.

Arrivo al celebre Maeklong Railway Market, ovvero il mercato locale attraversato dalla ferrovia. La curiosità di questo luogo è dovuta al fatto che le merci sono disposte lungo i binari ed ad ogni passaggio del treno una parte di essa deve essere rimossa per poi essere riposizionata subito dopo.

Si prosegue alla volta del celebre mercato galleggiante presso la località di Damnern Saduak, nelle fertili pianure della provincia di Ratchaburi circa 100 km ad ovest di Bangkok. La visita al mercato avrà inizio percorrendo i canali rurali esterni a bordo delle “long tail boats”, le tipiche motolance locali. Tempo libero per la visita del Mercato.

Ci si addentra poi nella provincia di Kanchanaburi, le cui aspre e selvagge montagne segnano il confine naturale con la vicina Birmania. Tra esotici paesaggi dominati dalla jungla qui scorre il leggendario fiume Kwai che durante la Seconda Guerra Mondiale fu il teatro dei cruciali conflitti tra i giapponesi e le forze alleate e culminati con la costruzione della storica ferrovia di guerra.

Arrivo nel capoluogo di Kanchanaburi per la visita del celebre “Ponte sul fiume Kwai”, parzialmente distrutto al termine della guerra e oggi riportato alla forma di un tempo. Visita in loco e pranzo al ristorante galleggiante situato sotto il ponte.

Proseguimento per la stazione ferroviaria di Tham Krasae, posta su un alto e scenico dirupo a picco sul fiume. Visita alla piccola grotta locale che custodisce un tempio buddista ed a seguire partenza a bordo dell’antico treno per percorrere alcuni viadotti ferrati che si inerpicano sulle ripide pareti della montagna, costeggiando il fiume. Arrivo alla stazione di Tha Kilaen e da qui proseguimento in auto per l’alto corso del fiume fino al molo di imbarco dal quale si prosegue a bordo delle long tail boats per il RIVER KWAI RESOTEL, l’affascinante resort posto sulle rive del fiume, circondato dalla jungla e da alte montagne e raggiungibile solo per via fluviale (qualora vengano confermate strutture diverse dal River Kwai Resotel, l’arrivo in hotel potrà avvenire in auto o per via fluviale in base all’hotel confermato)

Sistemazione nei graziosi chalet in legno e parte finale del pomeriggio libera per godere delle invitanti facilities del resort. E della lussureggiante natura circostante dove il fiume scandisce il lento scorrere del tempo.

Pernottamento in resort nella Jungla.

 

******Note******

Consigliamo a coloro che partono per questo tour di preparare un piccolo bagaglio, zaino o trolley da portare nel Resort nella Jungla con il necessario per la prima notte e il tour di giornata, costumi da bagno compresi. I grandi bagagli possono essere lasciati all’interno dei minivan custoditi dallo staff.

 

******Dettagli sulle percorrenze di giornata******

Distanza percorsa ca. 300 Km

Durata del tour visite e trasferimenti inclusi ca. 11h

 

Giorno 2 (WED) mercoledì (B,L,) Parco Nazionale Sai Yok (bagno alle cascate)

Per coloro che lo vorrano giornata comincerà molto presto al mattino con la visita alle locali grotte Lawa poste a breve distanza dal Resort. (Visita delle grotte opzionale da versare in loco alla guida, prezzo a persona di 300 bat. Distanza dalle grotte dipendente dal resort prenotato)

09:30 Trasferimento fluviale di rientro al porto di imbarco e proseguimento per via stradale per il Parco Nazionale Sai Yok Yai, noto per le sue piccole ma graziose cascatelle.

Tempo a disposizione per la visita del Parco, ricco di vegetazione con alberi di teak, grotte, torrenti, cascate ed altri motivi di interesse paesaggistico.

12:00 Navigazione a bordo di una grande chiatta in legno che verrà trainata sotto le cascate per una divertente e rinfrescante doccia (portate il costume da bagno!). Pranzo a bordo della chiatta in corso di navigazione.

13:30 Si lascerà il parco in auto per il rientro diretto a Bangkok

19:00 ca (dipendente dalle condizioni del traffico) arrivo previsto nel centro città o all’aeroporto Don Muang

20:00 ca (variabile a seconda del traffico) arrivo al Suvarnabhumi Airport e volo per CNX.

Volo per Chiang Mai (PG 221 o TG 2164 – in partenza dopo le 21:00)

Arrivo a Chiang Mai e trasferimento all’hotel.

Pernottamento a Chiang Mai.

 

******Dettagli sulle percorrenze di giornata******

Distanza percorsa ca. 260 Km o 290 Km per Suvarnabhumi Airport

Durata del tour visite e trasferimenti inclusi ca. 11h

 

Giorno 3 (THU) giovedì (B,L,) Trekking leggero al Doi Inthanon National Park

Colazione in hotel.

Al mattino partenza per raggiungere il possente complesso montuoso del Doi Inthanon, area costellata da villaggi tribali e all’interno del quale si trova l’omonima vetta che segna il punto più alto della Thailandia a quota 2600 mt.

Prima che la civilizzazione portasse le strade, I popoli tribali si orientavano tra le montagne seguendo I corsi l’acqua che costituivano così non solo fonte di vita e nutrimento ma anche guida e direzione.

Da un villaggio all’altro si potevano impiegare giorni di cammino nella jungla. Per gli avventori era quindi indispensabile saper vivere lungo il fiume e con il fiume. Le notti di viaggio si trascorrevano in piccole grotte all’interno delle quali si mangiava il pesce pescato e cucinato con l’acqua del fiume, sulle rive del quale si potevano anche raccogliere varie erbe nutrienti, salutari o medicamentose, con le quali curare il mal di stomaco o arginare le ferite provocate dagli urti con I rovi.

Poi con il progresso sono arrivate le strade, ma I vecchi sentieri montani non sono mai stati abbandonati e oggi sono ancora utilizzabili. È lungo uno di questi che attraverseremo, accompagnati da un’esperta guida locale di etnia Karen, un tratto di foresta all’interno del parco nazionale.

La guida ci condurrà per circa 4Km alla scoperta di estreme bellezze paesaggistiche, tra le quali un’immensa cascata suddivisa su ben tre distinti livelli.

La prima parte del percorso copre l’alto corso del fiume. Superata la cascata, il cui dislivello si coprirà scendendo una lunga scalinata rudimentale in legno, si avrà accesso ad una stretta vallata incastonata tra le montagne, dove I villaggi Karen locali hanno dato luogo ad un’estesa coltivazione di riso con la tecnica del terrazzamento e canalizzando l’acqua della cascata per l’irrigazione. Lo spettacolo visivo offerto dai terrazzamenti è molto suggestivo.

Sosta per il pranzo a base di cucina locale.

La visita del Parco sarà completata raggiungendo le imponenti cascate Watchirathan, di altezza limitata ma che offrono un violentissimo getto d’acqua di vasta portata.

Cena libera e pernottamento a Chiang Mai.

 

******Dettagli sulle percorrenze di giornata******

Distanza percorsa ca.180 Km

Durata del tour visite e trasferimenti inclusi ca. 7h

Strada di montagna non particolarmente impegnativa

 

Giorno 4 (FRI) venerdì (B,L,) (Attività opzionale con supplemento), gli ombrelli di Bo Sang, Chiang Mai walking tour Wat Prathat Doi Suthep

Secoli or sono, al termine di un lungo periodo di meditazione, il monaco Phra Intha, rientrò nella sua città di Chiang Mai portando con sé un ombrello di carta; uno dei pochi oggetti indispensabili concessi agli eremiti durante gli esercizi spirituali nella foresta.

La comunità monastica di Chiang Mai si fece promotrice della produzione di questo oggetto facendo costruire il telaio in laboratori domestici, e spingendo a coltivare il gelso per produrre la carta. In poco tempo, il villaggio di Bo Sang, con la sua produzione dette vita a un’economia divenuta poi

questa antica tradizione trasmessa di padre in figlio.

Colazione in hotel.

Nel corso della mattinata partenza per raggiungere il villaggio e osservare l’attività degli artigiani. Rientrati in città, avrà inizio un rilassante walking tour per immergersi nell’atmosfera della quotidianità locale. Partiremo dal Wat Suphan, edificio di culto eretto circa 500 anni fa e nei secoli impreziosito con intarsi in argento, scolpiti da artigiani che ancora oggi mantengono viva la tradizione della battitura dei metalli, insegnata anche dai monaci all’interno del tempio. Durante la vista al tempio, i partecipanti che lo desiderano potranno svolgere una cerimonia comune a tutti i Buddhisti in Thailandia. Si tratta del Tawai Sangkatan, il rituale di donazione ai monaci con lo scopo di guadagnare meriti e di buon auspicio per la vita futura. I partecipanti potranno acquistare personalmente il Sangkatan in loco (attività opzionale non inclusa, il costo del Sangkatan varia dai 200 ai 500 bat circa).

Dalla porta sud della città, faremo l’ingresso nel nucleo storico, dove i vicoli si snodano fra piccole abitazioni in legno a due piani in stile Lanna, che si alternano ai 119 templi Theravada, che per oltre sette secoli hanno fatto di Chiang Mai il principale centro di culto buddista del Sud Est Asiatico. Giungeremo così al Wat Chedi Lueang dove si trova il più grande Chedi di tutta la regione Lanna, costruito nel XIV secolo.

Questo percorso storico, culturale e di costume non può che terminare godendo dei profumi e dei sapori della cucina della Chiang Mai antica e dei suoi piatti unici.

Pranzo in ristorante tipico.

(In base al protrarsi delle visite di inizio mattinata, il pranzo potrebbe avvenire prima o dopo la parte del walking tour).

Il centro storico di Chiang Mai è adagiato su di una larga vallata delimitata ad est dall’imponente monte Doi Suthep che sale fino a 1600 mt sovrastando l’intera città. È qui che si salirà nel pomeriggio per raggiungere uno dei santuari più celebri e sacri dell’intero paese: il Wat Phrathat Doi Suthep, edificato a oltre 1000 mt. di altitudine. La leggenda racconta che il luogo della sua costruzione venne indicato dall’errare di un mitologico elefante bianco che sul suo dorso trasportava una sacra reliquia del Buddha. La reliquia venne sepolta dove oggi si trova l’imponente Chedi dorato al centro del santuario, una delle immagini religiose più ricorrenti della Thailandia.

Cena libera e pernottamento a Chiang Mai.

 

******Dettagli sulle percorrenze di giornata******

Distanza percorsa ca.206 Km

Durata del tour visite e trasferimenti inclusi ca. 12h

******Attività opzionale facoltativa******

Al Chiang Mai walking tour si può far precedere (con partenza al mattino molto presto) un half day tour fuori città per la pratica dell’elephant riding con supplemento da versare in loco se non corrisposto prima della partenza.  RICHIEDI SUPPLEMENTO

 

Giorno 5 (SAT) sabato (B,L,) Popolazioni Lahu, Mercato di Wiang Pa Pao, Wat Rong Khun (tempio bianco), Triangolo D’oro.

Colazione in hotel e checkout.

Si lascerà quindi Chiang Mai per inoltrarsi verso le province più settentrionali del Paese, al confine con Laos e Birmania. Il paesaggio è montano, con rilievi ricoperti di fitta vegetazione tropicale che celano villaggi tribali incastonati tra strette vallate. Sono abitati da varie etnie, delle quali i Lahu sono tra i più numerosi. I loro insediamenti sono costituiti da piccole case costruite in bamboo. Alcune hanno ancora il tradizionale tetto in foglie essiccate di cogon. Per i Lahu le forze ancestrali animiste legate agli elementi della natura esercitano ancora una grande influenza.

Le montagne e la folta vegetazione tropicale sono lo scenario che conduce a Wiang Pa Pao, dove il mercato locale è divenuto importante crocevia di scambi commerciali fra le tribù di montagna che qui vendono i propri prodotti e acquistano generi di necessità quotidiana. Non c’è luogo e momento migliore per approfittare di un pranzo a base di cibi locali e autentici.

Sosta in un piccolo ristorante lungo la strada per il pranzo a base di cucina locale.

Poco prima di giungere alla città capoluogo di Chiang Rai, ci imbatteremo nel Wat Rong Khun, ibrido stilistico tra architettura moderna e forme tradizionali del passato. Le sue vaste proporzioni e le fastose rifiniture ne hanno fatto a oggi uno dei luoghi più fotografati dai turisti internazionali.

Si lascerà la città alle spalle per dirigersi ancora più a nord, verso il doppio confine di Stato. Si apre davanti una grande pianura coltivata a riso e frutta tropicale, solcata dai corsi dei principali affluenti del Mekong, il grande fiume che scende dall’Himalaya e che attraversa l’intero Sud Est Asiatico fino al Mar Cinese. Qui il Mekong è nel suo medio-basso corso e costituisce per le popolazioni locali una imponente arteria di scambi. È questo uno dei crocevia etnici e commerciali più attivi e movimentati dell’Asia. L’interazione culturale ha favorito la fusione di tradizioni e sapienza popolare. In quest’area si trovano comunità montane al fianco di altre cinesi, laotiane e birmane.

Nella parte finale del pomeriggio si raggiungerà il “Triangolo d’Oro”, il luogo di confine dove si incontrano i tre Paesi. Al termine della visita, trasferimento di rientro a Chiang Rai e sistemazione in hotel.

Cena libera e pernottamento a Chiang Rai.

 

******Dettagli sulle percorrenze di giornata******

Distanza percorsa ca. 400 Km

Durata del tour visite e trasferimenti inclusi ca. 12h

 

Giorno 6 (SUN) domenica (B,,) Trf Out

Colazione in hotel e checkout entro le 12:00.

07:30 (orario esatto comunicato in loco) trasferimento unico per tutti i clienti all’aeroporto di Chiang Rai (CEI) dove si giungerà alle 08:15 ca. garantita operatività con tutti i voli in partenza dalle 09:45 AM in poi.

Il trasferimento all’aeroporto di Chiang Rai ad orari diversi da quello sopra indicato sarà fornito con supplemento.

 

FKIENT

 

CONDIZIONI:

Partenze garantite minimo 2 persone tutti i martedì

2D Half loop Mae Hong Son Ai confini tra Siam e Birmania (SAB)

Half loop Mae Hong Son è il percorso ideale per i viaggiatori instancabili per chi vive di avventura e per chi vuole visitare una provincia della Thailandia un poco fuori dai circuiti di massa.

 

GIORNO 01 CHIANG MAI – PAI CANYON – THAM LOD CAVE – MAE HONG SON [-/P/-]
07.30 Incontro in hotel con la guida e partenza per la nostra avventura. Percorrendo la parte nord del circuito di Mae Hong Son, che si snoda su di 1864 tornanti, attraverseremo la giungla tropicale di Mae Rim – Mae Malai in direzione di Pai.
10.30 Dopo circa tre ore, arriveremo al Pai Canyon. Le caratteristiche geologiche e topografiche del sito sono piuttosto sorprendenti. Essa non é altro che il risultato di un’erosione continua di decenni fino a raggiungere le condizioni attuali. Le sporgenze e le lastre strette scolpite che sono sopravvissute alle azioni erosive degli agenti atmosferici hanno ripide scogliere a precipizio di 30 metri e una serie di passaggi stretti tagliati sulle creste di gigantesche pareti rocciose che si snodano nella valle densamente boscosa. Breve stop per foto panoramiche.
10.50 Ripartenza verso nord con sosta al punto panoramico Yun Lai View per godere di una vista sbalorditiva e rinfrescarsi.
12.20 Pranzo in un ristorante locale nelle vicinanze della meta successiva.
13.20 A seguire, ci inoltreremo all’interno della Tham Lod Cave, una delle grotte più impressionanti del Sud Est Asiatico. Grazie alle sue dimensioni e le formazioni carsiche, che nei secoli hanno assunto profili unici ed originali, la grotta è sicuramente un’attrazione imperdibile. Imbarcandoci su di una zattera, ammireremo le pitture rupestri ed i resti della civiltà primativa che qui abitava.
15.00 Al termine, partenza in direzione Mae Hong Son, detta anche “la città delle tre nebbie” in quanto é circondata dalle catene montuose più alte del paese.
17.30 All’arrivo, visiteremo il Wat Phra that Doi Kong Moo, templio dall’architettura in stile Birmano. Esso sorge su di una collina da cui si potrà godere di un tramonto spettacolare con vista sulla cittadina.
19.00 Arrivo in Hotel.
Cena è libera. Si consiglia di fare una passeggiata rilassante circondati dalle luci del centro della città e deliziarvi con una cena sul lungolago.
(La guida potrà aiutarci nell’organizzare la navetta da e per l’Hotel)
Pernottamento in hotel

GIORNO 02 MAE HONG SON – BAMBOO BRIDGE – PAI – CHIANG MAI [C/P/-]
08.15 Prima colazione in Hotel. Partenza alla volta del Boon Koh Ku So Bridge.
08.40 Il ponte di Bamboo, costruito dai Monaci, ci condurrà al Tempio attiguo abbarbicato su un piccolo promontorio dal quale si godrà di una vista spettacolare sulle sottostanti risaie e campagne.
09.30 Al che serviranno 90 Km, quindi circa due ore per raggiungere la ridente cittadina di Pai, crocevia del distretto di Mae Hon Son.
11.30 Giunti a destinazione si ammirerà il Wat Nam Hu. Luogo sacro circondato dalle acque.
12.00 Pranzo in ristorante locale.
13.30 Arrivo al Pai Memorial Bridge. Durante la seconda guerra mondiale, nel 1941, l’esercito giapponese volendo avere una rotta da Chiang Mai a Mae Hong Son per attaccare la Birmania (al tempo, colonia del Regno Unito) costruì il ponte sul fiume Pai. Per questa opera, vennero impiegati sia gli elefanti per trascinare gli alberi dalla giungla che abitanti dei villaggi limitrofi. Alla fine del conflitto, i soldati nipponici abbandonarono l’impresa bruciando il ponte. Tuttavia, per gli abitanti del villaggio la costruzione era talmente importante per la loro vita quotidiana da spingerli a ricostruirlo nelle forme che ammiriamo tuttora.
14.45 Al termine della visita, prosecuzione verso Chiang Mai.
18.00 Arrivo in hotel o in aeroporto approssimativamente per le 18:00 (voli in connessione.

CONDIZIONI:

Partenze garantite settimanali (minimo 2 passeggeri) tutti i Sabato con guida parlante italiano.

Partenze giornaliere su base privata

 

6D NORTH THAILAND FARMSTAY & MEKONG MAR 2019 2020

Giorno_1_(TUE)_martedì (,,D) Arrivo a Chiang Rai

Arrivo a Chiang Rai per via aerea. Trasferimento SIC alle ore 11:00 circa (in coincidenza con il volo Thai Smile BKK-CEI WE130 09:05-10:25) ed alle 16:00 circa (in coincidenza con il volo Bangkok Airways BKK-CEI PG233 14:00-15:30).

Trasferimento in farmstay con solo autista.

Sistemazione nelle camere (ufficialmente disponibili a partire dalle ore 14:00). Tempo libero.

Cena e pernottamento presso la farmstay Ahsa.

 

Giorno_2_(WED)_mercoledì (B,L,D) Villaggio locale e mercato, Cooking class, Doi Chang Mub, Piantagioni di thè

Dopo colazione partenza per la visita di un villaggio non molto distante dalla farmstay. Qui sarà possibile anche visitare il mercato locale e con una persona della farmstay, potremo acquistare i prodotti necessari al sostentamento della sua famiglia. Al rientro, insieme alla padrona di casa faremo un vero e proprio corso di cucina Thai, per preparare il pranzo che poi verrà consumato tutti insieme. Nel pomeriggio (13:30 circa) ci dirigeremo verso il confine birmano, spingendoci nei territori un tempo teatro delle coltivazioni dell’oppio. Percorrendo un’impervia strada di montagna arriveremo fino al confine di stato, dove i militari Thailandesi hanno la base operativa di sorveglianza, e da dove si possono osservare i territori del Myanmar che si estendono a perdita d’occhio regalando una vista mozzafiato.

Oggi che i traffici illegali sono meno intensi, i militari hanno avuto tempo per dedicarsi ad altre attività. Alcuni di loro sono divenuti ottimi baristi, tanto che all’interno della base hanno aperto una piccola caffetteria dove servono le profumate miscele di arabica che vengono coltivate su queste montagne.

Dopodiché’ supereremo I 1000 mt di quota, dove le coltivazioni di tè Oulong inizieranno ad apparire abbarbicate lungo I pendii. Le piccole piantine di colore verde intenso sono in file compatte che cinturano le montagne a disegnare una fitta rete di isoipse naturali che scandiscono l’innalzarsi di ogni singolo metro di altitudine. E dove c’è il tè ci sono le comunità cinesi, che anche qui non tradiscono il loro stereotipo. Affabili e geniali, presso le case da tè poste in punti panoramici sulle vertiginose geometrie delle loro coltivazioni, ci propongono con grande maestria i loro prodotti di qualità eccelsa, ostentando tutto il loro sapere e la ricchezza delle loro tradizioni. Il raffinato aroma degli assaggi delle varie miscele non tradirà le aspettative e potrà soddisfare i palati dei più esigenti cultori del tè di qualità. Rientro in farmstay per la cena ed il pernottamento.

 

Giorno_3_(THU)_giovedì (B,L,) Attività in farmstay Ahsa, Popolazioni Thai Leu, Fiume Mekong, Chiang Khong

Dopo colazione avremo modo di familiarizzare ulteriormente con gli abitanti del luogo, che per tutta la mattinata ci porteranno a spasso all’interno della proprietà per mostrarci tutto ciò che producono e come si sostengono. Si avrà modo di imparare come avviene la coltivazione del riso, come viene estratto il caucciù dagli alberi, come viene prodotto il sapone ed anche come vengono estratti degli oli naturali. Check out entro le 11:00 e pranzo in famiglia. Partenza nel primo pomeriggio e sosta in un villaggio di etnia Thai-Leu, dove le donne anziane ancora sono dedite all’antica e tradizionale arte della tessitura, che praticano con grandi e rudimentali telai in legno. Il ricamo Thai-Leu è considerato uno dei più pregiati nonché’ uno dei più difficili da realizzare, richiedendo un tempo di tessitura molto prolungato. La maggioranza delle donne lavora indipendentemente nelle proprie case ma per le più povere e bisognose, una sorta di consorzio locale mette a loro disposizione i telai appartenenti alla comunità e che si trovano nel locale centro di tessitura. Qui con un po’ di fortuna se ne potranno ammirare in folto numero contemporaneamente al lavoro. Per le loro produzioni, le donne Thai-Leu coltivano in proprio il cotone necessario! Le piantagioni sono dislocate dietro al villaggio ed il cotone viene raccolto nel mese di novembre.

La prossima tappa sarà al porto di imbarco dal quale partire a bordo di una barca a motore che condurrà all’esplorazione del fiume. La navigazione si estenderà per circa 15 km (45min circa, dipendente dalla forza della corrente e regime d’acqua) fino a raggiungere la città di Chiang Khong, nota per il punto di confine con il Laos e posta di fronte alla città laotiana di Huey Xay.

Sistemazione in locale resort.

Cena libera e pernottamento a Chiang Khong

 

Giorno_4_(FRI)_venerdì (B,L,) Phu Chi Fah, comunità tribali, Chiang Kham, Phayao

Da Chiang Khong verso sud per via stradale costeggiando il confine con il Laos. Due catene montuose corrono parallele tra loro delimitando tra di esse uno stretto altipiano a circa 600Mt di altitudine dove molte etnie tribali hanno trovato rifugio. Tra di essi I Thai Leu ma anche gli Yao.

Passando per I loro villaggi si scenderà fino a raggiungere un’area paesaggistica di grande interesse dove le montagne si innalzano formando picchi dalle bizzarre conformazioni. Una in particolare è diventata molto nota tra I locali. La sua conformazione aguzza ricorda un dito che punta il cielo, che in thai viene tradotto con “Phu Chi Fah”, che raggiunge I 1600Mt di altitudine. Si potrà raggiungere la vetta per ammirare una vasta panoramica sul Laos percorrendo un facile sentiero della lunghezza di circa 800Mt.

Le montagne si interrompono poi bruscamente per lasciare spazio ad una estesissima pianura coltivata a riso.

I birmani di Pagan fondarono qui un’importante città a demarcare quello che nel XII secolo costituiva il confine orientale del loro impero. Nel XVII secolo ritroviamo questo centro nelle cronache del regno di Lanna, dove viene annoverato come importante nodo lungo le rotte commerciali dei principati del nord. È questa l’epoca durante la quale i Re Lanna deportano in questo luogo le comunità Thai Leu forzandone la migrazione dallo Yunnan.

Oggi questo centro è noto come Chiang Kham e l’importanza dell’antica città è denotabile nella presenza di una lunga serie di antichi templi in stile Lanna dei quali uno edificato interamente in legno ed unico nel suo genere.

Chiang Kham offre poi un abitato rustico ed esotico composto da antiche abitazioni di legno, tra le quali quelle della comunità Thai Leu si distinguono per bellezza, tanto che alcune di esse sono divenute case-museo. Proseguimento fino a Phayao e sistemazione in hotel. Cena libera e pernottamento a Phayao.

 

Giorno_5_(SAT)_sabato (B,L,) Villaggio Lisu, trasferimento a Chiang Mai, Mercato dell’argento, Doi Suthep

Colazione e check out. Trasferimento in direzione di Chiang Mai, la terza città Thailandese. Durante il tragitto sosta per la visita di una tribu’ locale e di uno dei suoi villaggi; pranzo a contatto con i locali ed a seguire ci dirigeremo verso Chiang Mai, dove si stima di arrivare nel pomeriggio. Visita del mercato cittadino che si svolge nella giornata di sabato e caratterizzato dalle numerose bancarelle dell’argento. A seguire trasferimento al tempio più famoso della città, il Doi Suthep. La leggenda racconta che il luogo della sua costruzione venne indicato dall’errare di un mitologico elefante bianco che sul suo dorso trasportava una sacra reliquia del Buddha. La reliquia venne sepolta dove oggi si trova l’imponente Chedi dorato al centro del santuario, una delle immagini religiose più ricorrenti della Thailandia. Nel tardo pomeriggio la comunità monastica presente al tempio recita il Dharma, rigorosamente in lingua Pali nel rispetto delle tradizioni Theravada. Cena libera. Pernottamento a Chiang Mai.

 

Giorno_6_(SUN)_domenica (B,,) Trf out

Trasferimento in aeroporto con solo autista a tempo debito.

 

 

NTFM

CONDIZIONI:

Partenze garantite minimo 2 persone tutte i martedì

min 2 – max 8 pax

 

Sistemazioni previste:

MCH – Mae Salong Nai  (Chiang Rai)       Ahsa Farmstay

CKH – Chiang Khong                                       Chiangkhong Teak Garden Riverfront Hotel

PYO – Phayao                                                   Phoglong Hotel o BR2 House Resort (o similare)

CNX – Chiang Mai                                            De Lanna Boutique Hotel (o similare)

10D Grand Tour del Siam 18-19 (LUN)

GIORNO 01       BANGKOK – MERCATO GALLEGGIANTE – BANG PA IN – AYUTTHAYA                   [C/P/C]

Di buon mattino, partenza del tour Bangkok e prima sosta a una piantagione di cocco a poche ore dalla città. In una tradizionale fattoria Thai, scopriremo i metodi di lavorazione del delizioso zucchero di cocco. Dopo la visita, proseguiremo per il vivace e pittoresco mercato galleggiante di Damnoen Saduak (circa 70 km capitale), con la sua varietà di prodotti esposti sulle barche in una festa di colori, odori e suoni. Durante la visita, avremo l’occasione di ammirare le tradizionali abitazioni Thai e la quotidianita’ degli abitanti del posto sulle rive del fiume. Pranzo in ristorante locale e proseguimento alla volta di Bang-Pa-In per visitare la residenza estiva dei Re. Il tour proseguirà poi verso la storica città di Ayutthaya.

Cena e pernottamento in hotel.

                       

GIORNO 02       AYUTTHAYA – LOPBURI – SUKHOTHAI                                                              [C/P/C]

Colazione in Hotel e partenza per la visita di Ayutthaya, antica capitale del Regno del Siam. Visiteremo il sito archeologico riconosciuto dall’UNESCO come Patrimonio dell’Umanità e le sue antiche rovine, tra le quali: il tempio Wat Chaimongkol, dimora di una comunità di monache buddhiste; il tempio Wat Mahathat; e il tempio Wat Phrasresanpetcg. A seguire, proseguiremo per Lopburi, facendo una sosta al Phra Prang Sam Yod, tempio induista in stile khmer, famoso soprattutto per le centinaia di macachi che lo abitano. Pranzo in ristorante locale e proseguimento verso Sukhothai.

Cena e pernottamento in hotel.

                       

GIORNO 03       SUKHOTHAI – PHRAE –  CHIANG RAI                                                                 [C/P/C]

Colazione in hotel. Inizio della visita del parco storico di Sukhothai (riconosciuto dall’UNESCO come Patrimonio dell’Umanità), che racchiude le rovine dell’antica capitale del Regno di Sukhothai del XIII e XIV secolo. Visiteremo quindi il Wat Si Chum, che ospita una delle immagini più grandi del Bhudda, posta su di un basamento di 32 metri che si erge sino a 15 metri di altezza. Pranzo in ristorante locale. Proseguimento per Chiang Rai con sosta durante il percorso a Phrae e visita del Buddha Sdraiato del tempio di Wat Phra That Sri Suthon. Arrivo a destinazione per orario di cena.

Cena e pernottamento in hotel.

 

GIORNO 04       CHIANG RAI -TRIANGOLO D’ORO–TEMPIO BIANCO–CHIANG MAI                         [C/P/C]

Colazione in hotel. Partenza alla volta del celeberrimo Triangolo d’oro. Dalla sommità di una colle potrete godere della magnifica vista sul fiume Mekong ed il fiume Rak, suo   affluente, che dividono geometricamente il confine tra Birmania, Thailandia e Laos, creando così la famosa forma triangolare. Visita del vicino Museo della Sala dell’Oppio. Partenza alla volta di Chiang Mai con sosta e visita durante il percorso del meglio noto come Tempio Bianco, un edificio di recente costruzione progettato dal pittore visionario Chalermchai Kositpipat. La sua costruzione ha inizio nel 1997, ma è la data di conclusione dei lavori resta ancora incerta. Il tempio è realizzato completamente in gesso bianco e rivestito di specchietti, che, riflettendo la luce del sole, creano dei magnifici giochi di luce.  Pranzo in ristorante locale. Proseguimento in direzione Chiang Mai.

All’arrivo visita del tempio più famoso della città, il Wat Doi Suthep, tentativamente in coincidenza con i suggestivi canti serali dei monaci.

Proseguimento verso l’Hotel.

Cena e pernottamento in hotel.

                       

GIORNO 05       CHIANG MAI – MAE TAENG –  SAN KAEMPANG – CHIANG MAI                              [C/P/C]

Colazione in hotel.

Partenza in direzione del campo di addestramento di elefanti di Mae Tang. In questo sito si potrà vedere come questi animali venivano impiegati nell’industria del legname ed in altre attività. Passeggiata a dorso di elefante (opzionale) e visita del vicino villaggio delle donne Giraffa (opzionale).

Si prosegue poi con la visita al giardino delle Orchidee e pranzo in ristorante locale.

Nel pomeriggio visita all’area di, nota per il fine artigianato del legno e del cotone, manufatti tradizionali, antichità birmane e prodotti tipici delle minoranze etniche dei monti: un’ottima occasione per osservare gli artigiani al lavoro o fare acquisti!

Rientro in hotel e a seguire Cena Kantoke con intrattenimento di danze delle minoranze locali delle montagne del Nord della Tailandia.

Pernottamento in Hotel.

                                   

GIORNO 06       CHIANG MAI – BANGKOK                                                                                  [C/-/-]

Colazione in hotel.

Possibilità’ di attività opzionali, vedere i pacchetti “estensione del Nord”.

Trasferimento all’aeroporto di Chiang Mai in tempo utile per il volo diretto a Bangkok.

Giunti a Bangkok, trasferimento in hotel (driver only).

Possibilità di escursioni opzionali come da lista – consigliata cena in crociera.

Pernottamento in hotel.

 

GIORNO 07       BANGKOK – NAKHON PATHOM – FIUME KWAI – KANCHANABURI                                    [C/P/C]

Colazione in hotel.

Di buon mattino, partenza del tour dalla capitale in direzione ovest, dove visiteremo il tempio che vanta lo stupa più alto di tutta la Thailandia, il Wat Phra Pathom Chedi, dietro al quale si nasconde un’interessante leggenda. Pare, infatti, che sia stato l’Imperatore indiano Ashoka a ordinare l’espansione della religione buddhista proprio nell’area in cui oggi si estende Nakhom Pathom. Il legame con l’India si evince dalla somiglianza dello stupa del Wat Phra Pahtom con quello del tempio di Sanchi, un villaggio indiano del Madhya Pradesh, sancito Patrimonio dell’umanità dall’UNESCO. Si prosegue il viaggio verso la provincia di Kanchanburi, teatro di importanti avvenimenti storici nel corso della Seconda Guerra mondiale, in direzione di Tham Krasae.

Dopo il pranzo, visita della suggestiva grotta, all’interno della quale sono custodite importanti reliquie buddhiste. Dalla stazione di Tham Krasae inizieremo il nostro viaggio a bordo della linea ferroviaria che, secondo i progetti dell’Impero Nipponico, avrebbe dovuto collegare il Siam con la Birmania. Avrete la possibilità di ripercorrere il tracciato costruito dai prigionieri alleati, nel bel mezzo della giungla e in condizioni disumane, per tali motivi ribattezzato “Ferrovia della Morte”. All’arrivo, visita del celeberrimo ponte. Tempo permettendo, visita del cimitero e/o museo di guerra.

Sistemazione in hotel, cena e pernottamento presso una struttura immersa nella foresta fluviale.

                       

GIORNO  08      KANCHANABURI – CASCATE ERAWAN – PETCHABURI – HUAHIN                          [C/P/C]

Dopo la prima colazione, partenza per il Parco Nazionale Erawan per osservare le magnifiche e affascinanti cascate, dall’altezza di ben sette piani, che danno anche il nome alla riserva, la quale si estende su una superficie di 550 km². Il livello più alto, si dice che assomigli alle tre teste dell’elefante, chiamato proprio erawan in Thai, guidato da Indra nella Mitologia indu. Acque color turchese scendono nelle vasche naturali, formando così una scenografia spettacolare tanto da essere, secondo molti, il complesso di cascate più bello di tutta la Thailandia. Varie piscine sotto le cascate sono ideali per fare il bagno, in particolare al secondo livello.

Pranzo al sacco.

Lasciandoci alle spalle le province dell’entroterra, procederemo verso la costa del Golfo del Siam e ci addentreremo, sempre più, nella Penisola della Malacca Siamese.

Breve sosta presso la grotta di. La luce che filtra dai fori del soffitto illumina le immagini di Buddha che dimorano all’interno della grotta stessa. Queste reliquie sono state volute dal Re Rama V, e pensate come omaggio per onorare I suoi predecessori. Ai piedi della collina, inoltre, è presente il Wat Tham Klaep: un monastero in stile Lanna. (Visitabile tempo permettendo).  Prosecuzione per e sistemazione in hotel.

Cena a base di pesce presso un ristorante locale. Tempo libero, durante il quale si consiglia la visita al mercato notturno.

Pernottamento in hotel con camera vista mare (su disponibilità).

 

GIORNO 09       HUAHIN – SAM ROI YOT CAVE – CHUMPHON                                                    [C/P/C]

Dopo la prima colazione, partenza alla volta del Parco Nazionale dei “Trecento Picchi” Sam Roi Yot. Su di una imbarcazione locale ci avvicineremo ai piedi della Sacra Montagna per iniziare la passeggiata verso la caverna (che custodisce al suo interno il “Trono” eretto durante il Regno di Rama V e dedicata al Re Chulalongkorn, quinto Monarca della dinastia Chakri. Possibilmente, la visita coinciderà con il momento in cui i raggi del sole filtreranno attraverso la fessura del soffitto della grotta, illuminando il tempietto (tra le ore 10:30 e 11:30).

Pranzo in ristorante locale.

Successiva partenza alla volta della Provincia meridionale di Chumphon. Tappa e visita del Wat Thang Sai, un bellissimo tempio buddhista situato nella provincia di Bangkrut. Ciò che lo rende particolare è la sua posizione: per poter arrivare in cima, è necessario percorrere una serie di scalini, ma la fatica verrà premiata dalla magnifica vista sul mare della penisola della Malacca.

Proseguimento per Chumphon nonché porta della regione meridionale della Thailandia. La provincia vi introdurrà alle piantagioni di palme da cocco e alle vaste coste in cui potrete assaggiare pesce fresco mentre potrete sdraiarvi su vaste spiagge della terraferma che di solito sono vuote, salvo per alcuni pescatori.

Cena e pernottamento in hotel.

                       

GIORNO 10       CHUMPHON – KHAO SOK – PROSSIMA DESTINAZIONE                                        [C/P/-]

Colazione in hotel.

Partenza di primo mattino alla volte del caratteristico mercato locale dei pescatori.

A seguire, ci dirigeremo verso la riserva naturale di Khao Sok, famosa per la presenza di ancora estesi chilometri di foresta vergine, nonché per essere la dimora di diverse specie di animali. A bordo di una “long-tail boat” navigheremo tra i faraglioni e ammireremo le meraviglie naturali, approdando per ora di pranzo su di un ristorante galleggiante. Tempo libero per un bagno nella acque cristalline del lago Cheow Lan.

A seguire, trasferimento verso la prossima destinazione.

           

 

Drop off Inclusi:

  • 1 Novembre – 30 Aprile: Phuket Aeroporto o Hotel

(arrivo previso intorno alle ore 19:00)

  • 1 Maggio – 31 Ottobre: Koh Samui incluso anche traghetto per Koh Samui Nathorn Pier **

(possibilità di SIC transfer per Hotel a Samui sic transfer min 2 pax).

 

           

CONDIZIONI:

Partenze garantite settimanali (minimo 2 passeggeri) tutti i lunedì con guida parlante italiano. Pensione completa tranne l’ultimo giorno.

Partenze giornaliere su base privata

validità  1 Novembre, 2018 – 31 Ottobre, 2019

 

9D Grand Tour del Siam 18-19 (MAR)

GIORNO 01       BANGKOK – AYUTTHAYA – LOPBURI – SUKHOTHAI                                            [C/P/C]

Colazione in Hotel e partenza di primo mattino per la visita di Ayutthaya, antica capitale del Regno del Siam. Visita del sito archeologico riconosciuto dall’UNESCO come Patrimonio dell’Umanità e le sue antiche rovine, tra le quali: il tempio Wat Chaimongkol, dimora di una comunità di monache buddhiste; il tempio Wat Mahathat; e il tempio Wat Phrasresanpetcg. A seguire, proseguiremo per Lopburi, facendo una sosta al Phra Prang Sam Yod, tempio induista in stile khmer, famoso soprattutto per le centinaia di macachi che lo abitano. Pranzo in ristorante locale e proseguimento verso Sukhothai.

Cena e pernottamento in hotel.

                       

GIORNO 02       SUKHOTHAI – PHRAE –  CHIANG RAI                                                                 [C/P/C]

Colazione in hotel. Inizio della visita del parco storico di Sukhothai (riconosciuto dall’UNESCO come Patrimonio dell’Umanità), che racchiude le rovine dell’antica capitale del Regno di Sukhothai del XIII e XIV secolo. Visiteremo quindi il Wat Si Chum, che ospita una delle immagini più grandi del Bhudda, posta su di un basamento di 32 metri che si erge sino a 15 metri di altezza. Pranzo in ristorante locale. Proseguimento per Chiang Rai con sosta durante il percorso a Phrae e visita del Buddha Sdraiato del tempio di Wat Phra That Sri Suthon. Arrivo a destinazione per orario di cena.

Cena e pernottamento in hotel.

                       

GIORNO 03       CHIANG RAI -TRIANGOLO D’ORO–TEMPIO BIANCO–CHIANG MAI                         [C/P/C]

Colazione in hotel. Partenza alla volta del celeberrimo Triangolo d’oro. Dalla sommità di una colle potrete godere della magnifica vista sul fiume Mekong ed il fiume Rak, suo   affluente, che dividono geometricamente il confine tra Birmania, Thailandia e Laos, creando così la famosa forma triangolare. Visita del vicino Museo della Sala dell’Oppio. Partenza alla volta di Chiang Mai con sosta e visita durante il percorso del. Meglio noto come Tempio Bianco, un edificio di recente costruzione progettato dal pittore visionario Chalermchai Kositpipat. La sua costruzione ha inizio nel 1997, ma è la data di conclusione dei lavori resta ancora incerta. Il tempio è realizzato completamente in gesso bianco e rivestito di specchietti, che, riflettendo la luce del sole, creano dei magnifici giochi di luce.  Pranzo in ristorante locale. Proseguimento in direzione Chiang Mai.

All’arrivo visita del tempio più famoso della città, il Wat Doi Suthep, tentativamente in coincidenza con i suggestivi canti serali dei monaci.

Proseguimento verso l’Hotel.

Cena e pernottamento in hotel.

 

GIORNO 04       CHIANG MAI – MAE TAENG –  SAN KAEMPANG – CHIANG MAI                             [C/P/C]

Colazione in hotel.

Partenza in direzione del campo di addestramento di elefanti di Mae Tang. In questo sito si potrà vedere come questi animali venivano impiegati nell’industria del legname ed in altre attività. Passeggiata a dorso di elefante (opzionale) e visita del vicino villaggio delle donne Giraffa (opzionale).

Si prosegue poi con la visita al giardino delle Orchidee e pranzo in ristorante locale.

Nel pomeriggio visita all’area di, nota per il fine artigianato del legno e del cotone, manufatti tradizionali, antichità birmane e prodotti tipici delle minoranze etniche dei monti: un’ottima occasione per osservare gli artigiani al lavoro o fare acquisti!

Rientro in hotel e a seguire Cena Kantoke con intrattenimento di danze delle minoranze locali delle montagne del Nord della Tailandia.

Pernottamento in Hotel.

                       

GIORNO 05       CHIANG MAI – BANGKOK                                                                                  [C/-/-]

Colazione in hotel.

Possibilità’ di attività opzionali, vedere i pacchetti “estensione del Nord”.

Trasferimento all’aeroporto di Chiang Mai in tempo utile per il volo diretto a Bangkok.

Giunti a Bangkok, trasferimento in hotel (driver only).

Possibilità di escursioni opzionali come da lista – consigliata cena in crociera.

Pernottamento in hotel.

                       

GIORNO 06       BANGKOK – NAKHON PATHOM – – KANCHANABURI                                           [C/P/C]

Colazione in hotel.

Di buon mattino, partenza del tour dalla capitale in direzione ovest, dove visiteremo il tempio che vanta lo stupa più alto di tutta la Thailandia, il Wat Phra Pathom Chedi, dietro al quale si nasconde un’interessante leggenda. Pare, infatti, che sia stato l’Imperatore indiano Ashoka a ordinare l’espansione della religione buddhista proprio nell’area in cui oggi si estende Nakhom Pathom. Il legame con l’India si evince dalla somiglianza dello stupa del Wat Phra Pahtom con quello del tempio di Sanchi, un villaggio indiano del Madhya Pradesh, sancito Patrimonio dell’umanità dall’UNESCO. Si prosegue il viaggio verso la provincia di Kanchanburi, teatro di importanti avvenimenti storici nel corso della Seconda Guerra mondiale, in direzione di Tham Krasae.

Dopo il pranzo, visita della suggestiva grotta, all’interno della quale sono custodite importanti reliquie buddhiste. Dalla stazione di Tham Krasae inizieremo il nostro viaggio a bordo della linea ferroviaria che, secondo i progetti dell’Impero Nipponico, avrebbe dovuto collegare il Siam con la Birmania. Avrete la possibilità di ripercorrere il tracciato costruito dai prigionieri alleati, nel bel mezzo della giungla e in condizioni disumane, per tali motivi ribattezzato “Ferrovia della Morte”. All’arrivo, visita del celeberrimo ponte. Tempo permettendo, visita del cimitero e/o museo di guerra.

Sistemazione in hotel, cena e pernottamento presso una struttura immersa nella foresta fluviale.

 

GIORNO 07       KANCHANABURI – CASCATE ERAWAN – PETCHABURI – HUAHIN                          [C/P/C]

Dopo la prima colazione, partenza per il Parco Nazionale Erawan per osservare le magnifiche e affascinanti cascate, dall’altezza di ben sette piani, che danno anche il nome alla riserva, la quale si estende su una superficie di 550 km². Il livello più alto, si dice che assomigli alle tre teste dell’elefante, chiamato proprio erawan in Thai, guidato da Indra nella Mitologia indu. Acque color turchese scendono nelle vasche naturali, formando così una scenografia spettacolare tanto da essere, secondo molti, il complesso di cascate più bello di tutta la Thailandia. Varie piscine sotto le cascate sono ideali per fare il bagno, in particolare al secondo livello.

Pranzo al sacco.

Lasciandoci alle spalle le province dell’entroterra, procederemo verso la costa del Golfo del Siam e ci addentreremo, sempre più, nella Penisola della Malacca Siamese.

Breve sosta presso la grotta di. La luce che filtra dai fori del soffitto illumina le immagini di Buddha che dimorano all’interno della grotta stessa. Queste reliquie sono state volute dal Re Rama V, e pensate come omaggio per onorare I suoi predecessori. Ai piedi della collina, inoltre, è presente il Wat Tham Klaep: un monastero in stile Lanna. (Visitabile tempo permettendo).  Prosecuzione per e sistemazione in hotel.

Cena a base di pesce presso un ristorante locale. Tempo libero, durante il quale si consiglia la visita al mercato notturno.

Pernottamento in hotel con camera vista mare (su disponibilità).    

                       

GIORNO 08       HUAHIN – SAM ROI YOT CAVE – CHUMPHON                                                    [C/P/C]

Dopo la prima colazione, partenza alla volta del Parco Nazionale dei “Trecento Picchi” Sam Roi Yot. Su di una imbarcazione locale ci avvicineremo ai piedi della Sacra Montagna per iniziare la passeggiata verso la caverna (Phraya Nakhon Cave) che custodisce al suo interno il “Trono” eretto durante il Regno di Rama V e dedicata al Re Chulalongkorn, quinto Monarca della dinastia Chakri. Possibilmente, la visita coinciderà con il momento in cui i raggi del sole filtreranno attraverso la fessura del soffitto della grotta, illuminando il tempietto (tra le ore 10:30 e 11:30).

Pranzo in ristorante locale.

Successiva partenza alla volta della Provincia meridionale di Chumphon. Tappa e visita del, un bellissimo tempio buddhista situato nella provincia di Bangkrut. Ciò che lo rende particolare è la sua posizione: per poter arrivare in cima, è necessario percorrere una serie di scalini, ma la fatica verrà premiata dalla magnifica vista sul mare della penisola della Malacca.

Proseguimento per Chumphon nonché porta della regione meridionale della Thailandia. La provincia vi introdurrà alle piantagioni di palme da cocco e alle vaste coste in cui potrete assaggiare pesce fresco mentre potrete sdraiarvi su vaste spiagge della terraferma che di solito sono vuote, salvo per alcuni pescatori.

Cena e pernottamento in hotel.

 

GIORNO 09       CHUMPHON – KHAO SOK – PROSSIMA DESTINAZIONE                                        [C/P/-]

Colazione in hotel.

Partenza di primo mattino alla volte del caratteristico mercato locale dei pescatori.

A seguire, ci dirigeremo verso la riserva naturale di Khao Sok, famosa per la presenza di ancora estesi chilometri di foresta vergine, nonché’ per essere la dimora di diverse specie di animali. A bordo di una “long-tail boat” navigheremo tra i faraglioni e ammireremo le meraviglie naturali, approdando per ora di pranzo su di un ristorante galleggiante. Tempo libero per un bagno nella acque cristalline del lago Cheow Lan.

A seguire, trasferimento verso la prossima destinazione.

 

Drop off Inclusi:

  • 1 Novembre – 30 Aprile: Phuket Aeroporto o Hotel

(arrivo previso intorno alle ore 19:00)

  • 1 Maggio – 31 Ottobre: Koh Samui incluso anche traghetto per Koh Samui Nathorn Pier **

(possibilità di SIC transfer per Hotel a Samui  sic transfer min 2 pax).

 

           

CONDIZIONI:

Partenze garantite settimanali (minimo 2 passeggeri) tutti i martedì con guida parlante italiano. Pensione completa tranne l’ultimo giorno.

Partenze giornaliere su base privata

validità  1 Novembre, 2018 – 31 Ottobre, 2019

9D Eco Elephant Grand Tour del Siam 18-19 (MAR)

GIORNO 01       BANGKOK – AYUTTHAYA – LOPBURI – SUKHOTHAI                                            [C/P/C]

Colazione in Hotel e partenza di primo mattino per la visita di Ayutthaya, antica capitale del Regno del Siam. Visita del sito archeologico riconosciuto dall’UNESCO come Patrimonio dell’Umanità e le sue antiche rovine, tra le quali: il tempio Wat Chaimongkol, dimora di una comunità di monache buddhiste; il tempio Wat Mahathat; e il tempio Wat Phrasresanpetcg. A seguire, proseguiremo per Lopburi, facendo una sosta al Phra Prang Sam Yod, tempio induista in stile khmer, famoso soprattutto per le centinaia di macachi che lo abitano. Pranzo in ristorante locale e proseguimento verso Sukhothai.

Cena e pernottamento in hotel.

                       

GIORNO 02       SUKHOTHAI – PHRAE –  CHIANG RAI                                                                 [C/P/C]

Colazione in hotel. Inizio della visita del parco storico di Sukhothai (riconosciuto dall’UNESCO come Patrimonio dell’Umanità), che racchiude le rovine dell’antica capitale del Regno di Sukhothai del XIII e XIV secolo. Visiteremo quindi il Wat Si Chum, che ospita una delle immagini più grandi del Bhudda, posta su di un basamento di 32 metri che si erge sino a 15 metri di altezza. Pranzo in ristorante locale. Proseguimento per Chiang Rai con sosta durante il percorso a Phrae e visita del Buddha Sdraiato del tempio di Wat Phra That Sri Suthon. Arrivo a destinazione per orario di cena.

Cena e pernottamento in hotel.

                       

GIORNO 03       CHIANG RAI -TRIANGOLO D’ORO–TEMPIO BIANCO–CHIANG MAI                         [C/P/C]

Colazione in hotel. Partenza alla volta del celeberrimo Triangolo d’oro. Dalla sommità di una colle potrete godere della magnifica vista sul fiume Mekong ed il fiume Rak, suo   affluente, che dividono geometricamente il confine tra Birmania, Thailandia e Laos, creando così la famosa forma triangolare. Visita del vicino Museo della Sala dell’Oppio. Partenza alla volta di Chiang Mai con sosta e visita durante il percorso del. Meglio noto come Tempio Bianco, un edificio di recente costruzione progettato dal pittore visionario Chalermchai Kositpipat. La sua costruzione ha inizio nel 1997, ma è la data di conclusione dei lavori resta ancora incerta. Il tempio è realizzato completamente in gesso bianco e rivestito di specchietti, che, riflettendo la luce del sole, creano dei magnifici giochi di luce.  Pranzo in ristorante locale. Proseguimento in direzione Chiang Mai.

All’arrivo visita del tempio più famoso della città, il Wat Doi Suthep, tentativamente in coincidenza con i suggestivi canti serali dei monaci.

Proseguimento verso l’Hotel.

Cena e pernottamento in hotel.

 

GIORNO 04       CHIANG MAI – ECO ELEPHANT EXPERIENCE – CHIANG MAI                                 [C/P/C]

Colazione in hotel.

Partenza intorno alle ore 8 dall’albergo per un’indimenticabile esperienza eco-sostenibile a contatto con i “Giganti della Foresta”. La visita guidata (**Guida in inglese per la porzione “Eco Elephant Experience” per i tour in SIC ed affiancamento guide in Italiano nel caso si prenoti tour 5D Around Eco Elephant Experience Thailand in privato) offrirà l’opportunità di visitare uno dei più innovativi “Elephant Care Centre” di tutto il Sud Est Asiatico. Vi prenderete cura dei Pachidermi sino a preparare loro da mangiare, lavarli e fare il bagno insieme, la giornata continuerà con il pranzo ed un breve tratto di trekking per visitare le aree di riposo degli Elefanti. Nel pomeriggio (intorno le ore 15:30) rientro in hotel per tempo libero (consigliata attività Olistica: Massaggio Tradizionale Thailandese presso l’Hotel).

Cena Kantoke con intrattenimento di danze delle minoranze locali delle montagne del Nord della Tailandia.

Pernottamento in Hotel.

                       

GIORNO 05       CHIANG MAI – BANGKOK                                                                                  [C/-/-]

Colazione in hotel.

Possibilità’ di attività opzionali, vedere i pacchetti “estensione del Nord”.

Trasferimento all’aeroporto di Chiang Mai in tempo utile per il volo diretto a Bangkok.

Giunti a Bangkok, trasferimento in hotel (driver only).

Possibilità di escursioni opzionali come da lista – consigliata cena in crociera.

Pernottamento in hotel.

                       

GIORNO 06       BANGKOK – NAKHON PATHOM – – KANCHANABURI                                           [C/P/C]

Colazione in hotel.

Di buon mattino, partenza del tour dalla capitale in direzione ovest, dove visiteremo il tempio che vanta lo stupa più alto di tutta la Thailandia, il Wat Phra Pathom Chedi, dietro al quale si nasconde un’interessante leggenda. Pare, infatti, che sia stato l’Imperatore indiano Ashoka a ordinare l’espansione della religione buddhista proprio nell’area in cui oggi si estende Nakhom Pathom. Il legame con l’India si evince dalla somiglianza dello stupa del Wat Phra Pahtom con quello del tempio di Sanchi, un villaggio indiano del Madhya Pradesh, sancito Patrimonio dell’umanità dall’UNESCO. Si prosegue il viaggio verso la provincia di Kanchanburi, teatro di importanti avvenimenti storici nel corso della Seconda Guerra mondiale, in direzione di Tham Krasae.

Dopo il pranzo, visita della suggestiva grotta, all’interno della quale sono custodite importanti reliquie buddhiste. Dalla stazione di Tham Krasae inizieremo il nostro viaggio a bordo della linea ferroviaria che, secondo i progetti dell’Impero Nipponico, avrebbe dovuto collegare il Siam con la Birmania. Avrete la possibilità di ripercorrere il tracciato costruito dai prigionieri alleati, nel bel mezzo della giungla e in condizioni disumane, per tali motivi ribattezzato “Ferrovia della Morte”. All’arrivo, visita del celeberrimo ponte. Tempo permettendo, visita del cimitero e/o museo di guerra.

Sistemazione in hotel, cena e pernottamento presso una struttura immersa nella foresta fluviale.

 

GIORNO 07       KANCHANABURI – CASCATE ERAWAN – PETCHABURI – HUAHIN                          [C/P/C]

Dopo la prima colazione, partenza per il Parco Nazionale Erawan per osservare le magnifiche e affascinanti cascate, dall’altezza di ben sette piani, che danno anche il nome alla riserva, la quale si estende su una superficie di 550 km². Il livello più alto, si dice che assomigli alle tre teste dell’elefante, chiamato proprio erawan in Thai, guidato da Indra nella Mitologia indu. Acque color turchese scendono nelle vasche naturali, formando così una scenografia spettacolare tanto da essere, secondo molti, il complesso di cascate più bello di tutta la Thailandia. Varie piscine sotto le cascate sono ideali per fare il bagno, in particolare al secondo livello.

Pranzo al sacco.

Lasciandoci alle spalle le province dell’entroterra, procederemo verso la costa del Golfo del Siam e ci addentreremo, sempre più, nella Penisola della Malacca Siamese.

Breve sosta presso la grotta di. La luce che filtra dai fori del soffitto illumina le immagini di Buddha che dimorano all’interno della grotta stessa. Queste reliquie sono state volute dal Re Rama V, e pensate come omaggio per onorare I suoi predecessori. Ai piedi della collina, inoltre, è presente il Wat Tham Klaep: un monastero in stile Lanna. (Visitabile tempo permettendo).  Prosecuzione per e sistemazione in hotel.

Cena a base di pesce presso un ristorante locale. Tempo libero, durante il quale si consiglia la visita al mercato notturno.

Pernottamento in hotel con camera vista mare (su disponibilità).    

                       

GIORNO 08       HUAHIN – SAM ROI YOT CAVE – CHUMPHON                                                    [C/P/C]

Dopo la prima colazione, partenza alla volta del Parco Nazionale dei “Trecento Picchi” Sam Roi Yot. Su di una imbarcazione locale ci avvicineremo ai piedi della Sacra Montagna per iniziare la passeggiata verso la caverna (Phraya Nakhon Cave) che custodisce al suo interno il “Trono” eretto durante il Regno di Rama V e dedicata al Re Chulalongkorn, quinto Monarca della dinastia Chakri. Possibilmente, la visita coinciderà con il momento in cui i raggi del sole filtreranno attraverso la fessura del soffitto della grotta, illuminando il tempietto (tra le ore 10:30 e 11:30).

Pranzo in ristorante locale.

Successiva partenza alla volta della Provincia meridionale di Chumphon. Tappa e visita del, un bellissimo tempio buddhista situato nella provincia di Bangkrut. Cio’ che lo rende particolare è la sua posizione: per poter arrivare in cima, è necessario percorrere una serie di scalini, ma la fatica verrà premiata dalla magnifica vista sul mare della penisola della Malacca.

Proseguimento per Chumphon nonché’ porta della regione meridionale della Thailandia. La provincia vi introdurrà alle piantagioni di palme da cocco e alle vaste coste in cui potrete assaggiare pesce fresco mentre potrete sdraiarvi su vaste spiagge della terraferma che di solito sono vuote, salvo per alcuni pescatori.

Cena e pernottamento in hotel.

 

GIORNO 09       CHUMPHON – KHAO SOK – PROSSIMA DESTINAZIONE                                        [C/P/-]

Colazione in hotel.

Partenza di primo mattino alla volte del caratteristico mercato locale dei pescatori.

A seguire, ci dirigeremo verso la riserva naturale di Khao Sok, famosa per la presenza di ancora estesi chilometri di foresta vergine, nonché’ per essere la dimora di diverse specie di animali. A bordo di una “long-tail boat” navigheremo tra i faraglioni e ammireremo le meraviglie naturali, approdando per ora di pranzo su di un ristorante galleggiante. Tempo libero per un bagno nella acque cristalline del lago Cheow Lan.

A seguire, trasferimento verso la prossima destinazione.

 

Drop off Inclusi:

  • 1 Novembre – 30 Aprile: Phuket Aeroporto o Hotel

(arrivo previso intorno alle ore 19:00)

  • 1 Maggio – 31 Ottobre: Koh Samui incluso anche traghetto per Koh Samui Nathorn Pier **

(possibilità di SIC transfer per Hotel a Samui  sic transfer min 2 pax).

 

CONDIZIONI:

Partenze garantite settimanali (minimo 2 passeggeri) tutti i martedì con guida parlante italiano. Pensione completa tranne l’ultimo giorno.

Partenze giornaliere su base privata

 

validità  1 Novembre, 2018 – 31 Ottobre, 2019

4D Tour del Sud 18-19 (DOM)

GIORNO  01      BANGKOK – NAKHON PATHOM – FIUME KWAI – KANCHANABURI                                    [-/P/C]

Di buon mattino, partenza del tour dalla capitale in direzione ovest, dove visiteremo il tempio che vanta lo stupa più alto di tutta la Thailandia, il Wat Phra Pathom Chedi, dietro al quale si nasconde un’interessante leggenda. Pare, infatti, che sia stato l’Imperatore indiano Ashoka a ordinare l’espansione della religione buddhista proprio nell’area in cui oggi si estende Nakhom Pathom. Il legame con l’India si evince dalla somiglianza dello stupa del Wat Phra Pahtom con quello del tempio di Sanchi, un villaggio indiano del Madhya Pradesh, sancito Patrimonio dell’umanita’ dall’UNESCO. Si prosegue il viaggio verso la provincia di Kanchanburi, teatro di importanti avvenimenti storici nel corso della Seconda Guerra mondiale, in direzione di Tham Krasae.

Dopo il pranzo, visita della suggestiva grotta, all’interno della quale sono custodite importanti reliquie buddhiste. Dalla stazione di Tham Krasae inizieremo il nostro viaggio a bordo della linea ferroviaria che, secondo i progetti dell’Impero Nipponico, avrebbe dovuto collegare il Siam con la Birmania. Avrete la possibilità di ripercorrere il tracciato costruito dai prigionieri alleati, nel bel mezzo della giungla e in condizioni disumane, per tali motivi ribattezzato “Ferrovia della Morte”. All’arrivo, visita del celeberrimo ponte. Tempo permettendo, visita del cimitero e/o museo di guerra.

Sistemazione in hotel, cena e pernottamento presso una struttura immersa nella foresta fluviale.

           

GIORNO  02      KANCHANABURI – CASCATE ERAWAN – PETCHABURI – HUAHIN                          [C/P/C]

Dopo la prima colazione, partenza per il Parco Nazionale Erawan per osservare le magnifiche e affascinanti cascate, dall’altezza di ben sette piani, che danno anche il nome alla riserva, la quale si estende su una superficie di 550 km². Il livello più alto, si dice che assomigli alle tre teste dell’elefante, chiamato proprio erawan in Thai, guidato da Indra nella Mitologia indu. Acque color turchese scendono nelle vasche naturali, formando così una scenografia spettacolare tanto da essere, secondo molti, il complesso di cascate più bello di tutta la Thailandia. Varie piscine sotto le cascate sono ideali per fare il bagno, in particolare al secondo livello.

Pranzo al sacco.

Lasciandoci alle spalle le province dell’entroterra, procederemo verso la costa del Golfo del Siam e ci addentreremo, sempre più, nella Penisola della Malacca Siamese.

Breve sosta presso la grotta di Tham Khao Luang. La luce che filtra dai fori del soffitto illumina le immagini di Buddha che dimorano all’interno della grotta stessa. Queste reliquie sono state volute dal Re Rama V, e pensate come omaggio per onorare I suoi predecessori. Ai piedi della collina, inoltre, e’ presente il Wat Tham Klaep: un monastero in stile Lanna. (Visitabile tempo permettendo).  Prosecuzione per e sistemazione in hotel.

Cena a base di pesce presso un ristorante locale. Tempo libero, durante il quale si consiglia la visita al mercato notturno.

Pernottamento in hotel con camera vista mare (su disponibilità).

           

GIORNO  03      HUAHIN – SAM ROI YOT CAVE – CHUMPHON                                                    [C/P/C]

Dopo la prima colazione, partenza alla volta del Parco Nazionale dei “Trecento Picchi” Sam Roi Yot. Su di una imbarcazione locale ci avvicineremo ai piedi della Sacra Montagna per iniziare la passeggiata verso la caverna (Phraya Nakhon Cave) che custodisce al suo interno il “Trono” eretto durante il Regno di Rama V e dedicata al Re Chulalongkorn, quinto Monarca della dinastia Chakri. Possibilmente, la visita coinciderà con il momento in cui i raggi del sole filtreranno attraverso la fessura del soffitto della grotta, illuminando il tempietto (tra le ore 10:30 e 11:30).

Pranzo in ristorante locale.

Successiva partenza alla volta della Provincia meridionale di Chumphon. Tappa e visita del Wat Thang Sai, un bellissimo tempio buddhista situato nella provincia di Bangkrut. Ciò che lo rende particolare è la sua posizione: per poter arrivare in cima, è necessario percorrere una serie di scalini, ma la fatica verra’ premiata dalla magnifica vista sul mare della penisola della Malacca.

Proseguimento per Chumphon nonché’ porta della regione meridionale della Thailandia. La provincia vi introdurrà alle piantagioni di palme da cocco e alle vaste coste in cui potrete assaggiare pesce fresco mentre potrete sdraiarvi su vaste spiagge della terraferma che di solito sono vuote, salvo per alcuni pescatori.

Cena e pernottamento in hotel.

 

GIORNO  04      CHUMPHON – KHAO SOK – PROSSIMA DESTINAZIONE                                        [C/P/-]

Colazione in hotel.

Partenza di primo mattino alla volte del caratteristico mercato locale dei pescatori.

A seguire, ci dirigeremo verso la riserva naturale di Khao Sok, famosa per la presenza di ancora estesi chilometri di foresta vergine, nonché’ per essere la dimora di diverse specie di animali. A bordo di una “long-tail boat” navigheremo tra i faraglioni e ammireremo le meraviglie naturali, approdando per ora di pranzo su di un ristorante galleggiante. Tempo libero per un bagno nella acque cristalline del lago Cheow Lan.

A seguire, trasferimento verso la prossima destinazione.

 

Drop off Inclusi:

  • 1 Novembre – 30 Aprile: Phuket Aeroporto o Hotel

(arrivo previso intorno alle ore 19:00)

 

  • 1 Maggio – 31 Ottobre: Koh Samui incluso anche traghetto per Koh Samui Nathorn Pier **

(possibilità di SIC transfer per Hotel a Samui sic transfer min 2 pax).

 

 

CONDIZIONI:

Partenze garantite settimanali (minimo 2 passeggeri) ogni domenica con guida parlante italiano. Pensione completa tranne l’ultimo giorno (colazione e pranzo inclusi).

Partenze giornaliere su base privata.

validità  1 Novembre, 2018 – 31 Ottobre, 2019

7D Around Thailand Completo 18-19 (MER)

GIORNO  01      BANGKOK – MERCATO GALLEGGIANTE –RIVER KWAI – KANCHANABURI [-/P/C]

Di buon mattino, partenza del tour da Bangkok in direzione del più famoso mercato galleggiante “Damnoen Saduak” (circa 70 km capitale), con la sua varietà di prodotti esposti sulle barche in una festa di colori, odori e suoni. Durante la visita, avremo l’occasione di ammirare le tradizionali abitazioni Thai e la quotidianità degli abitanti del posto sulle rive del fiume. Si prosegue il viaggio verso la provincia di Kanchanburi teatro di importanti avvenimenti storici durante il periodo della Seconda Guerra mondiale. I prigionieri alleati costruirono la celeberrima “Ferrovia della Morte”, scavata a mani nude nella roccia, nel mezzo della giungla. Dopo il pranzo, viaggio in treno per percorrere il percorso che si snoda lungo il fiume Kwai sino al celeberrimo ponte. Tempo a disposizione per una sosta al cimitero di guerra.

Cena e pernottamento in hotel.

 

GIORNO 02       CASCATE ERAWAN – BANG PA IN – AYUTTHAYA                                         [C/P/C]

Dopo la prima colazione, partenza per il Parco Nazionale Erawan, situate a  65 km  a nord-ovest di Kanchanaburi (circa un’ora e mezzo di auto) e visita delle magnifiche cascate di sette piani che danno anche il nome al parco di 550 km2. Il livello più alto, si dice che assomigli alle tre teste dell’elefante, di nome “Erawan” in Thai, guidato da Indra nella Mitologia indu. Acque color turchese scendono nelle vasche naturali, formando così una scenografia spettacolare che, per molti rappresenta il complesso di cascate più bello di tutta la Thailandia. Varie piscine sotto le cascate sono ideali per fare il bagno, in particolare al secondo livello.

Pranzo al sacco e partenza alla volta di Bang-Pa-In per visitare la residenza estiva dei Re. Il tour proseguirà poi verso la storica città di Ayutthaya.

Cena e pernottamento in hotel.

 

GIORNO 03       AYUTTHAYA – LOPBURI – SUKHOTHAI                                                       [C/P/C]

Colazione in Hotel e partenza per la visita di Ayutthaya, antica capitale del Regno del Siam. Visiteremo il sito archeologico riconosciuto dall’UNESCO come Patrimonio dell’Umanità e le sue antiche rovine, tra le quali: il tempio Wat Chaimongkol, dimora di una comunità di monache buddhiste; il tempio Wat Mahathat; e il tempio Wat Phrasresanpetcg. A seguire, proseguiremo per Lopburi, facendo una sosta al Phra Prang Sam Yod,  tempio induista in stile khmer, famoso soprattutto per le centinaia di macachi che lo abitano. Pranzo in ristorante locale e proseguimento verso Sukhothai.

Cena e pernottamento in hotel.

 

GIORNO 04       SUKHOTHAI – PHRAE –  CHIANG RAI                                                                  [C/P/C]

Colazione in hotel. Inizio della visita del parco storico di Sukhothai (riconosciuto dall’UNESCO come Patrimonio dell’Umanità), che racchiude le rovine dell’antica capitale del Regno di Sukhothai del XIII e XIV secolo. Visiteremo quindi il Wat Si Chum, che ospita una delle immagini piu grandi del Bhudda, posta su di un basamento di 32 metri che si erge sino a 15 metri di altezza. Pranzo in ristorante locale. Proseguimento per Chiang Rai con sosta durante il percorso a Phrae e visita del Buddha Sdraiato del tempio di Wat Phra That Sri Suthon. Arrivo a destinazione per orario di cena.

Cena e pernottamento in hotel.

 

GIORNO 05       CHIANG RAI -TRIANGOLO D’ORO–TEMPIO BIANCO–CHIANG MAI             [C/P/C]

Colazione in hotel. Partenza alla volta del celeberrimo Triangolo d’oro. Dalla sommità di una colle potrete godere della magnifica vista sul fiume Mekong ed il fiume Rak, suo   affluente, che dividono geometricamente il confine tra Birmania, Thailandia e Laos, creando cosi la famosa forma triangolare. Visita del vicino Museo della Sala dell’Oppio. Partenza alla volta di Chiang Mai con sosta e visita durante il percorso del Wat Rong Khun. Meglio noto come Tempio Bianco, un edificio di recente costruzione  progettato dal pittore visionario Chalermchai Kositpipat. La sua costruzione ha inizio nel 1997, ma è la data di conclusione dei lavori resta ancora incerta. Il tempio è realizzato completamente in gesso bianco e rivestito di specchietti, che, riflettendo la luce del sole, creano dei magnifici giochi di luce.  Pranzo in ristorante locale. Proseguimento in direzione Chiang Mai.

All’arrivo visita del tempio più famoso della città, il Wat Doi Suthep, tentativamente in coincidenza con i suggestivi canti serali dei monaci.

Proseguimento verso l’Hotel.

Cena e pernottamento in hotel.

 

GIORNO 06       CHIANG MAI –  MAE TAENG –  SAN KAEMPANG – CHIANG MAI          [C/P/C]

Colazione in hotel.

Partenza in direzione del campo di addestramento di elefanti di Mae Tang. In questo sito si potrà vedere come questi animali venivano impiegati nell’industria del legname ed in altre attività. Passeggiata a dorso di elefante (opzionale) e visita del vicino villaggio delle donne Giraffa (opzionale).

Si prosegue poi con la visita al giardino delle Orchidee e pranzo in ristorante locale.

Nel pomeriggio visita all’area di San Kam Phaeng, nota per il fine artigianato del legno e del cotone, manufatti tradizionali, antichità birmane e prodotti tipici delle minoranze etniche dei monti: un’ottima occasione per osservare gli artigiani al lavoro o fare acquisti!

Rientro in hotel e a seguire Cena Kantoke con intrattenimento di danze delle minoranze locali delle montagne del Nord della Tailandia.

Pernottamento in Hotel.

 

GIORNO 07       CHIANG MAI – AEROPORTO                                                                         [C/-/-]

Colazione in hotel.

Trasferimento all’aeroporto di Chiang Mai in tempo utile per il volo con partenza non oltre le ore 13:00.

 

 

CONDIZIONI:

Partenze garantite settimanali (minimo 2 passeggeri) tutti i mercoledì con guida parlante italiano. Pensione completa tranne l’ultimo giorno.

Partenze giornaliere su base privata

validità  1 Novembre, 2018 – 31 Ottobre, 2019