Hotel RAROTONGA – RAROTONGA

Rarotonga è il centro delle isole Cook. Di origine vulcanica, offre spiagge sia sabbiose che rocciose. L’interno dell’isola è una splendida foresta che potrete anche attraversare a piedi sino a raggiungere piccole cascate, radure e fiumi in cui tuffarvi per un bagno refrigerante. L’isola è quasi interamente circondata dalla barriera corallina, che racchiude una laguna turchese e molte spiagge di sabbia bianca. Oltre la barriera, il contrasto del blu dell’oceano. Su quest’isola sorge l’aeroporto internazionale, ed è dove la maggior parte dei turisti si ferma, punto di partenza per escursioni alle isole e per l’interno. Consigliamo di noleggiare un’auto o un motorino per poter girovagare liberamente alla ricerca dei luoghi più segreti e nascosti dell’isola, sia all’interno della foresta che lungo le spiagge. La città principale è Avarua, che è anche il centro commerciale delle isole Cook. A disposizione soprattutto dei turisti una vasta scelta di negozi, banche, bar e souvenirs. Tra le attività, da non perdere una lezione tenuta dal famoso personaggio locale Piripurutu III sulle virtù del cocco e su come si costruiscono coroncine di fiori. Nel centro è presente il “Rarotonga’s Visitor Centre” dove i turisti sono i benvenuti e dove possono trovare ogni tipo di informazione, souvenir, vestiti tipici locali e guide per le escursioni Rarotonga è un’ isola lussureggiante, orlata di spiagge e montagnosa al centro. E’ quasi totalmente circondata da una barriera corallina che ospita una laguna dalle acque chiare e turchesi con moltissime spiagge di finissima sabbia bianca. Oltre la barriera corallina l’oceano blu indaco fornisce un vivido contrasto ed un’enorme riserva di pesce. Avarua è la città principale dell’isola ed il centro commerciale delle Isole Cook. Durante gli orari d’ufficio ha un’atmosfera amichevole ed animata e un ottimo assortimento di negozi, banche, caffè e strutture per i visitatori. E’ anche il porto principale e ospita molti yacht da crociera. Poiché l’intera isola ha una circonferenza di soli 32 chilometri visitarla è molto facile. Tutti i principali luoghi di interesse sono situati lungo le due strade concentriche dell’isola o nelle loro vicinanze. Arorangi, sulla costa occidentale, è stato il primo villaggio costruito dai missionari ed è nato con lo scopo di fungere da modello per il resto dell’isola. Potete visitare la prima chiesa della Cook Islands Christian Church, costruita nel 1849, dove è sepolto Papeiha, il primo predicatore cristiano delle Isole Cook. Alle spalle di Arorangi si erge la vetta del Raemaru, ottima meta per un’escursione di una giornata. Il Cultural Village, situato sulla via secondaria di Arorangi, è un posto molto interessante dove in una giornata potrete imparare più cose sulla cultura delle Isole Cook che nel resto di tutto il vostro soggiorno. Con una visita guidata verrete condotti in diverse capanne tradizionali e assisterete a dimostrazioni sulla storia delle isole, sulla medicina maori, sulle tecniche di pesca antiche, sull’intaglio del legno e sulla danza; al termine parteciperete a un banchetto di cibi tradizionali accompagnato dalle danze. Vicino alla costa meridionale dell’isola c’è la Wigmore’s Waterfall, dove il Papua Stream si getta in una fresca piscina naturale. E’ possibile raggiungere la cascata direttamente in auto, ma l’ultimo tratto è molto sconnesso e richiede l’uso di un fuoristrada; in alternativa potete fare una bella escursione a piedi partendo dalla strada litoranea. Proseguendo lungo il Cross-Island Track (il percorso che attraversa l’isola) si arriva al Rua Manga (L’Ago), una vetta di 415 m da cui si ammira una splendida veduta verso nord-ovest e verso sud. L’attraversamento dell’isola richiede 2 o 3 ore. L’autobus pubblico è un mezzo di trasporto comodo e economico e passa ad intervalli regolari in tutta l’isola in entrambe le direzioni. Su richiesta l’autista vi farà salire e scendere dovunque desideriate.

Hotel AITUTAKI – AITUTAKI

L’isola di Aitutaki, situata 220 km a Nord di Rarotonga, a meno di un’ora di volo. In parte di origine vulcanica e in parte di origine corallina, senza grandi rilievi interni, presenta scogliere a picco sul mare nella zona meno abitata e splendide spiagge di sabbia lungo la strada che conduce al centro abitato. La sua grande e limpidissima laguna è considerata una delle più belle di tutto il Pacifico. Il cuore dell’isola è caratterizzato da piantagioni di banane e di frutta tropicale, alternate a foreste e boschi di cocco. Il modo migliore per muoversi sull’isola è come sempre il noleggio di un motorino. Tra le escursioni da non perdere assolutamente vi sono le mini-crociere sulle vicine isolette disabitate che includono il pranzo pic-nic sulla spiaggia; sarà possibile fissarle direttamente in hotel. Aitutaki è considerata una delle più belle isole del Pacifico grazie alle sue spiagge, al clima mite, e alla laguna dall’incredibile colore turchese, cristallina e tiepida. Inoltre ha la caratteristica di essere contemporaneamente un’isola vulcanica, con ondulate collinette coperte di palme e di banani, e atollo corallino, con bianchissime spiagge che racchiudono un’incantevole laguna. La laguna triangolare, punteggiata di graziosi isolotti (motu) è interessante anche dal punto di vista storico perché ha diversi marae (i luoghi per i raduni religiosi prima del contatto con gli europei) aperti ai visitatori. Aitutaki offre anche alcuni degli spettacoli di musica e danza, detti “Island Nights”, più belli dell’arcipelago. Il villaggio principale dell’isola è Arutanga, dove si trova la più vecchia chiesa delle Isole Cook, nonché una delle più belle, costruita nel 1828, con diversi oggetti di legno intagliato e vetrate policrome. Troverete poi diversi bei negozietti e dal molo potrete ammirare una splendida veduta della costa. Vicino alla costa sud-orientale ci sono alcuni marae fatti con imponenti massi di basalto nero; molti di essi sono tra i più grandi di tutto l’arcipelago e ciascuno ha il proprio nome. Il “Maungapu”, all’estremità settentrionale dell’isola, è un’altura di soli 125 metri e, secondo la leggenda, è la cima del Picco Raemaru di Rarotonga, portato qui in bottino dai vittoriosi guerrieri Aitutaki. Vale la pena salire sulla cima (con una facile escursione di mezz’ora) per ammirare il panorama della laguna e dell’isola. La laguna è punteggiata di banchi di sabbia e barriere coralline, ha 21 motu ed è priva di squali. I motu più belli sono Maina, dove potrete fare snorkelling e vedere i nidi dei fetonti, e Tapuaetai, o “Isola di un Piede”, che vanta una spiaggia splendida e fantastiche acque turchesi. L’aeroporto si trova all’estremità settentrionale dell’isola: voli quotidiani collegano Aitutaki con Rarotonga. Aitutaki è una meta molto popolare per i fortunati che visitano le isole a bordo di lussuosi panfili. È anche possibile raggiungerla con le navi mercantili che accettano a bordo i passeggeri.